Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

30 vendemmie di Alfiera Barbera d’Asti DOCG Superiore

Marchesi Alfieri celebra i primi trent’anni del suo vino icona.
Photo credits: fonte ufficio stampa wellcomonline.com

È del 1990 la prima vendemmia di Alfiera Barbera d’ DOCG Superiore, vino di grande struttura ed eleganza prodotto con uve Barbera in purezza, rappresentante della massima espressione qualitativa della cantina Marchesi Alfieri che quest’anno ne festeggia le trenta vendemmie.

Il patrimonio vitivinicolo dell’azienda di San Martino Alfieri vede vigneti storici alternarsi a impianti più giovani per un totale di 20 ettari vitati, distribuiti su 4 diverse colline nel cuore delle Terre Alfieri, punto d’incontro tra i siti patrimonio dell’UNESCO Roero, Langhe e Monferrato.

“Qui le vigne danno vita a vini di grande qualità – afferma Mario Olivero, enologo di Marchesi Alfieri – la cui produzione è fortemente incentrata sul concetto di equilibrio, inteso come non forzare la mano della natura, ma guidarla in una direzione in cui essa possa esprimersi al meglio. All’equilibrio si affiancano eleganza e sartorialità: l’ascolto e l’expertise del team di cantina consentono di fare le scelte giuste per dare al vino la possibilità di farsi apprezzare per il suo stile unico, in modo netto e sempre riconoscibile. È così che per noi la qualità diviene iconica, rappresentazione massima del legame col territorio di origine”.

Tale approccio trova assoluta espressione proprio nell’Alfiera Barbera d’Asti DOCG Superiore, vino di punta dell’azienda e migliore interpretazione attraverso cui si esprime il potenziale della Barbera.

Le uve da cui ha origine l’Alfiera provengono dai vigneti di una delle quattro colline di proprietà dell’azienda, la Quaglia, il cui versante sud è vocato alla coltivazione, tra le altre, delle viti di Barbera.

Le uve vengono raccolte manualmente nella prima metà di settembre e in cantina subiscono scelta e controllo sul tavolo di cernita e successiva diraspapigiatura soffice.

La fermentazione sulle bucce per circa 15–20 giorni è seguita da fermentazione malolattica in barriques di rovere francese.

“L’Alfiera rappresenta a pieno la filosofia produttiva dell’azienda e non solo. Essa si fa, infatti, anche portavoce della storia ed evoluzione di Marchesi Alfieri e contribuisce a delinearne gli orizzonti e le scelte per il futuro – continua Mario Olivero – il cui arrivo in azienda nel 1999 coincide proprio con la prima vittoria dei Tre Bicchieri assegnati dalla Guida Gambero Rosso all’Alfiera. Si tratta del primo riconoscimento importante per la cantina che, da quel momento in poi, grazie all’indiscutibile qualità dei suoi vini, si è affermata come uno dei punti di riferimento per la produzione di Barbera d’Asti DOCG e non solo, ottenendo progressivamente l’apprezzamento anche da parte di altre prestigiose guide di settore italiane e straniere”.

Note di degustazione

L’Alfiera Barbera d’Asti DOCG Superiore si presenta di colore rosso rubino, scuro ed impenetrabile alla vista, per poi assumere una leggera sfumatura granata con l’invecchiamento. Il profumo è intenso e complesso di ciliegia matura, frutti di bosco e prugna con note di vaniglia e cacao. Al palato si presenta pieno, di grande struttura e morbidezza, con finale lungo e fruttato.

Aumenta in complessità con 2–3 anni di affinamento in bottiglia. Matura e si esprime bene per oltre 10 anni dalla sua vendemmia.

Ideale in abbinamento a carni rosse e formaggi di media e lunga stagionatura non erborinati.

Negli ultimi 300 anni, Marchesi Alfieri è stata artefice dell’eredità storica e culturale del . Tutela e valorizza il patrimonio paesaggistico e agricolo delle Terre Alfieri di cui i suoi iconici vini rappresentano l’espressione più pura. Conserva cantine storiche in cui si producono vini di grande eleganza, tra cui l’Alfiera, icona della Barbera e del terroir di San Martino Alfieri, e La Tota, che nasce da uve Barbera in purezza provenienti da vigneti differenti per età, esposizione e tipo di terreno. In una corte senza tempo, vive ancora oggi una famiglia naturalmente predisposta all’ospitalità, dove il buongusto è di casa.

Piazza Alfieri, 28
14010 San Martino Alfieri (AT)

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi