Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

50 Top Italy 2024: Villa Crespi di Antonino Cannavacciuolo è il Miglior Ristorante in Contesto di Ospitalità Alberghiera

Per il terzo anno consecutivo Villa Crespi è al vertice di Luxury 2024. Al secondo posto Quattro Passi della famiglia Mellino; terzo Villa Feltrinelli dello chef Stefano Baiocco.

Il miglior ristorante fine dining in contesto di ospitalità alberghiera per 50 Top Italy 2024, guida online del meglio del Made in Italy dentro e fuori dai confini nazionali, è Villa Crespi di Antonino Cannavacciuolo, la struttura dello di origine vicana e della moglie Cinzia Primatesta a Orta San Giulio, sul Lago d'Orta; al secondo posto, Quattro Passi a Nerano, gestito dalla famiglia Mellino. Alla terza generazione, Fabrizio ha preso le redini della cucina e Raffaele si occupa della sala; terza posizione per Villa Feltrinelli guidata dallo chef Stefano Baiocco, a Gargnano, sul Lago di Garda.

Quarta posizione per La Pergola, del Rome Cavalieri – A Waldorf Astoria Hotel, a , guidato dallo chef Heinz Beck; quinta posizione per Imàgo, all'interno dell'Hotel Hassler Roma, capitanato dallo chef Andrea Antonini; sesta posizione per Santa Elisabetta, del Brunelleschi Hotel, a , guidato dallo chef Rocco de Santis; settima posizione per Da Vittorio, a Brusaporto, a La Dimora, storica insegna guidata dalla famiglia Cerea; ottava posizione per Francescana at Maria Luigia e Al Gatto Verde, di Casa Maria Luigia, a , che vedono ai comandi la chef Jessica Rosval; nona posizione per George Restaurant, all'interno del Grand Hotel Parker's, a , guidato dallo chef Domenico Candela. A chiudere la top ten, Seta by Antonio Guida, del Mandarin Oriental Milan, a Milano, capitanato da Antonio Guida.

Le strutture presenti in questa sezione della guida di 50 Top Italy 2024 sono 103: le prime 50 in classifica e 53 denominate eccellenti. In testa la con ben 26 indirizzi, seguita dalla con 13 indirizzi, e con 11 indirizzi e Lombardia 10.

“Il comparto del fine dining si intreccia sempre di più con l'ospitalità alberghiera – dichiarano i curatori della guida Barbara Guerra, Luciano Pignataro e Albert Sapere – abbiamo valutato Hotel, Relais, Residenze di Charme, che al proprio interno hanno un ristorante. I criteri di giudizio comprendono la cucina, la , i servizi, l'accoglienza e, ovviamente, l'amenità del luogo. Un lavoro che mette in luce uno stato del comparto turistico di fascia alta che non conosce crisi, con tanta energia, capace di accogliere i clienti in varie lingue.”

Il 17 ottobre è stata presentata la guida delle Trattorie e Bistrò Moderni, il 24 ottobre la sezione Cucina d'Autore, ovvero i ristoranti con spesa media intorno ai 100 euro e il 6 novembre è stata la volta dei Grandi Ristoranti.

La pubblicazione della guida terminerà con il Gran Galà della Cucina Italiana, presentato da Federico Quaranta, martedì 12 dicembre al Teatro San Babila di Milano, dove dal vivo verranno consegnati tutti i premi speciali e scopriremo anche quali sono i 50 Migliori Ristoranti Italiani nel Mondo (fuori dall'Italia).

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi