Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

A Golosaria la tradizione dei territori diventa innovazione

La tradizione è innovazione è il tema di Golosaria 2023 e non c’è nulla capace di rappresentare al meglio questo concetto dei territori che negli anni hanno fatto di Golosaria la loro casa. E’ infatti proprio nel territorio che si declina l’innovazione, i cui migliori risultati diventano poi un patrimonio collettivo. Quest’anno a Golosaria le aggregazioni regionali e locali, legate a uno specifico prodotto o a un vino, saranno protagoniste con una rappresentanza mai così tanto importante.
Photo credits: fonte ufficio stampa

LA OSPITE D'ONORE

La Calabria sarà a Golosaria per invitare a visitare le magnifiche coste e un entroterra ricco di bellezza. Per farlo punterà su un percorso che unisce enogastronomia, cultura e ambiente, che sarà raccontato anzitutto attraverso la testimonianza dei tanti produttori presenti. Nell'area istituzionale ci saranno dodici produttori di cose buone, a cui si aggiungono altrettanti colleghi vignaioli in area wine e, novità di quest'anno, ben sette tra distillati e liquori. Una full immersion nella cultura calabrese che si rafforza con un calendario di incontri significativo che comprende tre showcooking (sabato 4 ore 18; domenica 5 ore 15; lunedi 6 ore 13) due winetasting (sabato 4 ore 14.30 e domenica 5 ore 12:30) oltre all'incontro di sabato (ore 15.30) in area agorà Golosaria incontra una “Calabria straordinaria” che vedrà la presenza del presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto e la novità della bicicletta sostenibile realizzata con legno di castagno dell'Aspromonte.

LA , LA CASA DI GOLOSARIA

La Regione Lombardia offrirà nel suo stand istituzionale una importante vetrina su tematiche di stretta attualità come quelle dei giovani in agricoltura, dell'agricoltura multifunzionale e di quella urbana e suburbana. A testimoniare, alcune le presenze nella loro area, di case history come quella dell'Agriturismo Ferdy, dello zafferano brianzolo di Andrea Milani, dell'Agriturismo Cascina Rosio della famiglia Ranzani (con oltre due secoli di storia), di Quack Cascina Madonnina con i suoi prodotti a base di oca. Questi si aggiungono agli altri 16 produttori di cose buone in area , le 4 distillerie e liquorerie nell'area Mixo e le 16 cantine a cui si aggiungono gli stand consortili di Garda doc (wine official di Golosaria) e Consorzio Vini Mantovani. Potremo anche approfondire la cucina lombarda attraverso lo showcooking di domenica 5 ore 13 con la Corona del Golosario Ristoranti Daniel Canzian e nelle degustazioni di sabato ore 16 e domenica ore 18.

IL GRANA PADANO E IL SUO MONDO

Grana Padano è sinonimo di tradizione e innovazione, infatti quello che è diventato un argomento imprescindibile di buona parte dei piatti dell'areale Padano è anche il frutto di una innovazione produttiva che già in epoca Medioevale ha permesso di cambiare la storia dell'agricoltura italiana. Ancora oggi il Grana Padano è un formaggio che non smette mai di innovare e lo fa tutelando e valorizzando la filiera e comunicando in modo innovativo guardando a una corretta nutrizione. Tutti temi che porterà a Golosaria dove sarà presente ad accompagnare le degustazioni di vino, a rinsaldare un'alleanza storica che lega questo formaggio con i migliori vini lombardi e italiani.

https://www.golosaria.it/it/la-mela-igp-della-valtellina-fa-un-assaggio-di-golosaria

LA MELA DELLA VALTELLINA CHE GUARDA ALL'EUROPA

Debutta una parte importante di Valtellina a Golosaria ovvero il Consorzio Mela Valtellina Igp che presenterà qui il rebranding in un'ottica sempre più internazionale. La slogan “Appleasure from Europe” infatti accompagnerà il cammino con la mela iniziato lunedì 23 ottobre con la cena dedicata organizzata a La Ratera di , miglior trattoria de IlGolosario Ristoranti, alla presenza di stakeholder e giornalisti e proseguita negli eventi che la vedono protagonista all'interno della rassegna. Due in particolare: lo showcooking di sabato ore 15, con la cucina di Salvatore Garofalo de La Ratera e lunedì ore 10.30 con la presentazione in Agorà del progetto di fronte ai ristoratori di tutta Italia.

UNO SGUARDO SULLA

La Sicilia torna per il secondo anno di seguito a Golosaria con una presenza sempre più diversificata tesa a valorizzare tanto l'areale agricolo quanto la tradizione gastronomica dell'Isola. Ecco perché la Regione Siciliana avrà uno stand con 12 produttori capaci di fornire uno sguardo d'innovazione (pensiamo ai frutti tropicali, ai fichi d'india o al rilancio della manna) valorizzando al contempo la tradizione come accade per l'uva di Mazzarrone, per i grani antichi o per i formaggi da razze autoctone. Quest'anno però la presenza raddoppia grazie alla presenza di sei cantine che sarà possibile scoprire nel wine tasting dedicato (domenica ore 11). Due anche gli appuntamenti da non perdere per conoscere la cucina siciliana interpretata da un grande : Roberto Pirelli. Il primo sabato alle ore 14 e il secondo domenica alle ore 16.

E I SUOI MAESTRI DEL GUSTO

I Maestri sono per eccellenza quelle figure capaci di mantenere e trasmettere la tradizione e nel contempo innovare. Questa è la fotografia dei magnifici artigiani raccolti nel progetto dei Maestri del Gusto di Torino e provincia, voluto dalla Camera di commercio di Torino e ad oggi uno dei più longevi in questo senso. Ogni anno i Maestri del Gusto partecipano a Golosaria e anche quest'anno hanno voluto essere presenti con tre incontri dedicati ai liquori alpini (sabato 4 ore 16) in area Mixo, ai canestrelli (domenica 5 ore 17) e ai vini rari del torinese (lunedi 6 ore 14) in area winetasting.

IL GARDA DOC, OFFICIAL WINE PARTNER

La DOC Garda è il denominatore comune di un territorio che unisce le tante zone vitivinicole che si affacciano sulle sponde del Lago, dal Bresciano al Veronese al Mantovano. Oltre 31.100 ettari di vigneto con garganega, chardonnay, pinot grigio, ma anche corvina, merlot e cabernet sauvignon. Con uno stile unico che eccelle nella spumantistica. Il Garda DOC, official wine di Golosaria, si potrà approfondire anche in due wine tasting dedicati (sabato ore 16 e domenica ore 18.30) e nei percorsi di degustazine da costruire autonomamente nello stand dedicato.

LE TANTE ANIME DEL FRIULI GIULIA

Se c'è una regione che riesce a presentare uno straordinario mix di territori e culture diverse in uno spazio quanto mai a misura d'uomo, questo è il Friuli Venezia Giulia. La sua cucina è un mix straordinario di Mitteleuropa, tradizione Adriatica e suggestioni orientali che oggi possiamo conoscere in prodotti che spaziano dai grandi prosciutti a dolci ricchi di speziature come la gubana ai formaggi della Carnia. A Golosaria PromoTurismoFVG e Agri Food FVG illustreranno la ricchezza del suo territorio ospitando 12 produttori a segnare una presenza della regione mai così significativa.

https://www.golosaria.it/it/regione-liguria-golosaria-milano-2023

UN TUFFO IN

Pesto, focaccia ma anche olio extravergine di oliva e vino: la Liguria può contare su alcuni prodotti cult conosciuti ben oltre i confini della regione. A Golosaria sarà possibile non solo assaggiarli ma anche conoscerli nel loro portato storico e culturale grazie a uno stand dedicato e agli eventi organizzati da Regione Liguria, AGENZIA Regionale per la Promozione Turistica InLiguria, con i brand “La Mia Liguria”, “Liguria ” e “Assaggia Liguria”.

Vieni a scoprire questi territori direttamente a Golosaria, acquistando il biglietto e consultando l'ampio programma sul sito www.golosaria.it

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi