Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

A Venezia il rito dell’aperitivo incontra il design: Vudafieri-Saverino Partners firma il restyling di Terrazza Aperol

Gli architetti Tiziano Vudafieri e Claudio Saverino scelgono materiali ed elementi della tradizione veneziana reinterpretandoli in chiave contemporanea, per un’immersione autentica nel rituale dell’aperitivo e nella socialità.
Photo credits: Terrazza Aperol, project by Vudafieri-Saverino Partners | photo Santi Caleca

Caratterizzato dai toni inconfondibili dell'arancione dell'Aperol Spritz, Terrazza Aperol si trova nel cuore di , a due passi dal Ponte dell'Accademia, in Campo Santo Stefano. Lo studio di architettura milanese Vudafieri-Saverino Partners, con sede anche a Shanghai, dopo aver dato vita al progetto d'interior nel 2021, rivisita il concept di questo spazio di 70 mq, capace di connettere la suggestione dei bacari, le piccole osterie tipiche di Venezia, con l'allure contemporaneo di un bar.

Per offrire un'esperienza ancora più autentica e profonda dell' arancione conosciuto in tutto il mondo, gli architetti Tiziano Vudafieri e Claudio Saverino arricchiscono gli spazi principali del Bacaro e del Bar – enfatizzando il forte legame tra Aperol e la tradizione veneziana – e danno forma alla Social Room, un ambiente capace di esaltare il piacere della convivialità e dello stare insieme. In tutti gli spazi gli architetti hanno introdotto accenti di colore blu, presente nella brand identity di Aperol, per dare un'ulteriore nota di personalità abbinata alle tonalità neutre e ai dettagli del tipico arancione che caratterizzano il progetto.

All'interno del Bacaro, dove protagonisti sono i famosi “cicchetti”, il bancone in noce canaletto cannettato, abbinato a piani in corian di un tono bianco caldo, conferisce una spinta decorativa all'ambiente e, insieme a dettagli e linee luminose arancioni, crea un'atmosfera calda e rilassata a ricordare i tradizionali bacari veneziani. La parete attigua al bancone è caratterizzata da un artwork, realizzato in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Venezia, per cui gli architetti hanno scelto una base in fil posé per ottenere un effetto ottico simile al tessuto, mentre la grafica è stata stampata con parti a rilievo lucide in contrasto con elementi e fondo opachi per dare un senso di tridimensionalità. All'interno del Bacaro, il tono del blu, insieme al tipico arancione, prende il sopravvento giocando anche con le nuances del giallo e dell'azzurro dell'artwork, avvolgendo l'intero ambiente.

La nuova Social Room si distingue per essere uno spazio multifunzionale dedicato alla convivialità, quintessenza di Aperol. Un grande tavolo in rovere ottenuto recuperando le “bricole” veneziane, i pali che segnalano i canali navigabili nella laguna, diventa protagonista dello spazio insieme al lampadario in plastica riciclata stampata in 3D, realizzato su disegno degli architetti, a ricordare i classici chandelier in vetro soffiato. Per ottenere un ambiente dinamico ed elegante al tempo stesso, Vudafieri-Saverino Partners ha scelto di rivestire le pareti con una carta da parati fatta a mano di Fortuny, storica tessitura veneziana, ingrandendo e posizionando il classico disegno “Canestrello” con un pattern creato ad hoc. Due rigogliose green walls in verde stabilizzato, incorniciate da pannelli rivestiti in Alcantara di colore blu, completano lo spazio donando matericità e un tocco di colore in più. Ideale in qualsiasi momento della giornata, dal caffè al dopocena, il Bar continua a essere il cuore pulsante di Terrazza Aperol, dove gustare un perfetto Aperol Spritz e ammirare la bellezza della città dalle grandi vetrate affacciate su Campo Santo Stefano.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi