Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Acciughe alla povera: un piatto semplice ma ricco di nutrienti

Questo piatto rappresenta l’essenza della cucina casalinga, con il sapore intenso e avvolgente delle acciughe che si sposa perfettamente con il calore di una fetta di pane rustico. La ricetta varia leggermente da una zona all’altra della Toscana, ognuna con il proprio tocco distintivo.

La ricetta prevede alcuni passaggi distintivi e fondamentali. Dapprima si procede con l’asportazione della testa e delle viscere. In seguito una lieve sbollentata di cinque minuti in acqua e aceto. A questo punto è opportuno deliscare i filetti e lasciarli marinare in olio, sale, aceto e cipolla di tropea per qualche ora. Il miglior modo di mangiare le acciughe alla povera è adagiarle un crostone di pane rustico tostata leggermente sulla piastra.

Quali sono gli aspetti nutrizionali di questo piatto?

Le acciughe in olio sono un’autentica miniera di salute: offrono ben 11 grammi di acidi grassi Omega-3 per ogni 100 grammi di prodotto. Questi elementi nutritivi essenziali svolgono un ruolo cruciale nella lotta contro il colesterolo LDL e nella prevenzione dell’ipertensione arteriosa, nonché delle patologie cardiache. Inoltre, rappresentano una preziosa fonte di proteine di alta qualità.

Le alici sono un’ottima fonte di fosforo, un elemento fondamentale per il rafforzamento di ossa e denti, e svolge un ruolo cruciale nel supportare la salute di reni, muscoli e cuore. Il fosforo è inoltre essenziale per il corretto funzionamento del metabolismo e per la trasmissione degli impulsi nervosi. In aggiunta, le alici forniscono selenio, un minerale chiave per potenziare le difese antiossidanti del corpo.

Non solo è un’ottima fonte di carboidrati, trasformati dall’organismo in glucosio per fornire energia a cervello e muscoli, il pane integrale offre calorie e proteine in misura paragonabile al pane bianco, arricchendosi però di una maggiore quantità di fibre e minerali.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Stefano Grotti

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net
Henri Restaurant Viareggio

RUBRICHE

Pubblica con noi