Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Ad AMA Stay, nel cuore della Valle di Marebbe, lo chef Marco De Benedictis propone la sua idea di estate

Marco De Benedictis, classe 1995, ha le idee chiare: non cerca riconoscimenti prestigiosi, ma l’appagamento del cliente. Nel menù estivo di AMA Stay, il workation residence più suggestivo della penisola, Puglia e Alto Adige si incontrano in un connubio che coinvolge piatti vegetariani, crudités e prodotti tipici delle due regioni. Palcoscenico delle realizzazioni dello chef è un ambiente esclusivo con cucina a vista, grandi vetrate panoramiche e un accattivante “social table”, pensato per favorire la convivialità.
Photo credits: fonte smstudio pr

L'amore per la cucina, Marco De Benedictis lo deve tutto alla nonna. Il ricordo delle mattine al mercato generale, a scegliere con cura gli ingredienti locali dei piccoli produttori, rivive in ogni piatto che il giovane barese presenta per conquistare il palato degli ospiti di AMA Stay, e nella filosofia che ne è all'origine. L'infanzia trascorsa in e le importanti esperienze successive (una su tutte, quella nella brigata dello chef stellato Herbert Hintner, a San Michele Appiano) hanno fatto maturare in lui la visione di una proposta culinaria improntata alla ricerca del perfetto equilibrio tra semplicità e gusto, con particolare riguardo nei confronti della genuinità delle materie prime e delle preferenze di una clientela proveniente da ogni parte del mondo e da ogni fascia d'età. La ricerca di importanti onorificenze, dunque, lascia il posto alla sensibilità per una cucina essenziale, ma al contempo frizzante e appagante.

Alcuni prodotti, De Benedictis li porta nel cuore e sono alla base del menù del suo ristorante: “Il Raccolto”, una delle sue nuove proposte, è un'interessante portata costituita da un vaso di pasta fillo e sesamo, ripieno con una patata all'olio, funghi porcini e asparagi. L'impiattamento ricorda una piantina in un vaso, pronta per essere, appunto, raccolta dalla forchetta dei commensali. “Il Fiorito”, invece, vede la zucchina come assoluta protagonista: il piatto viene realizzato adagiando un fiore di zucchina impanato, fritto e ripieno con ricotta di bufala e menta su un letto costituito dallo stesso ortaggio.

Il giovane chef ha pensato anche ai clienti che cercano un piatto leggero per spezzare la fame, e ha elaborato un menù estivo concepito appositamente per l'AMA Bistro, l'elegante caffetteria, bar e lounge di AMA Stay. Il trait d'union fra le portate è indubbiamente la freschezza, assieme al desiderio di presentare una carta giovane e cosmopolita che offre Poke (le tradizionali insalate hawaiane a base di riso, a cui si possono aggiungere gli ingredienti più disparati) e aperitivi accompagnati da finger-, senza tralasciare pietanze a base di carne, come carpacci e roast-beef.

Il contesto, si sa, è importante quanto l'offerta per la soddisfazione del cliente, e anche in questo AMA Stay si dimostra preparato: le invenzioni dello chef Marco De Benedictis, infatti, si possono apprezzare all'interno di uno spazio concepito per esaltare e ampliare le sensazioni ispirate dai piatti: AMA Restaurant combina elementi di design locale, come l'utilizzo del legno, con un ambiente moderno e rilassato, i cui fiori all'occhiello sono le ampie vetrate panoramiche che permettono di abbracciare con lo sguardo la Valle di Marebbe, l'esclusiva cucina a vista e il lungo “social table”, concepito per essere il fulcro di quella convivialità tanto cara ad AMA Stay.

L'AMA Restaurant, così come l'AMA Bistro e il resto della struttura, riaprirà i battenti il 1° giugno, pronto per accogliere i visitatori di AMA Stay e rendere il loro soggiorno indimenticabile anche attraverso la sua proposta gastronomica.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi