Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Agricoltori, Conflavoro: “Costi alti e ricavi bassi, Lollobrigida apra tavolo tra Gdo, produttori e consumatori”

Conflavoro chiede al ministro Lollobrigida di aprire un Tavolo di confronto tra grande distribuzione, agricoltori e consumatori.
Photo credits: fonte ufficio stampa Klaus Davi

“Prima della PAC, delle norme europee, del carburante e della burocrazia, c'è un problema storico che attanaglia il settore, da risolvere una volta per tutte: lo strapotere contrattuale che esercita la GDO sulle piccole imprese agricole – così Roberto Capobianco, presidente di Conflavoro (in foto), sulla protesta dei trattori – La GDO – prosegue – compra un prodotto a 30-50 centesimi al chilo e lo rivende al consumatore a 4-6 euro. Dunque per i produttori i costi sono troppo alti e i ricavi troppo bassi. Il ministro apra un dialogo tra le parti per stabilire un prezzo minimo sotto il quale la Grande distribuzione non può acquistare dall'agricoltore: è una questione di equità per i nostri imprenditori, di sostenibilità per il settore e anche di tutela per il consumatore”.

Gli fa eco Rosario Previtera, presidente di Conflavoro Agricoltura: “Serve un Tavolo anche per la dovuta trasparenza del mercato. I consumatori devono essere consapevoli del valore dei prodotti che acquistano e dell'impatto delle loro scelte. Bisogna arrivare a sostenere l'economia locale dei piccoli produttori incentivando l'acquisto dei prodotti agricoli e agroalimentari italiani, proteggendoli dalla concorrenza sleale, visto che i prodotti importati a basso costo non sono soggetti agli standard di qualità, sostenibilità, salubrità come quelli italiani ed europei”.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi