Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

ALBINO ARMANI Viticoltori dal 1607 debutta a WINE PARIS & VINEXPO PARIS 2024 al fianco del Concours Mondial de Bruxelles

Dal 12 al 14 Febbraio 2024 – Hall 5.2 – Stand C073 – PARIS EXPO
Photo credits: fonte ufficio stampa

La prossima edizione di Wine Paris & Vinexpo Paris è finalmente alle porte. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, il primo grande incontro dell'anno dedicato ai professionisti del settore wine and spirits che alla sua quinta edizione si prepara a mettere in archivio numeri da record, aprirà nuovamente le porte del Paris Expo Porte de Versailles a migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Albino Armani Viticoltori dal 1607 si presenta per la prima volta al pubblico francese di operatori, stampa ed appassionati presso il padiglione allestito dal Concours Mondial de Bruxelles, all'interno di una collettiva che raccoglie 45 produttori di vino e liquori premiati con le medaglie del 2023. Ed è proprio grazie all'assegnazione della Grande Médaille d'Or al Cuslanus Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG 2016, il massimo riconoscimento di questa prestigiosa competizione, che Albino Armani si è guadagnato un posto in prima fila tra i banchi d'assaggio di questo spazio espositivo.

L'Amarone Riserva viene prodotto da uve Corvina, Corvinone e Rondinella allevate a pergola veronese a Marano di Valpolicella, uno dei cinque comuni storici della sottozona classica, unica della Denominazione a svelare suoli a carattere vulcanico. Ma la vera peculiarità dei vini Albino Armani qui prodotti risiede nella scelta di fare viticoltura in alta collina: qui, precisamente tra San Rocco e Camporal (Marano), si raggiungono le maggiori altitudini dell'areale, fino a toccare i 600 m s.l.m.. La filosofia produttiva della famiglia Armani punta da sempre alla valorizzazione dei terroir legati alla quota che porta naturalmente ad uno stile teso alla freschezza e all'eleganza, con la tipica intensità floreale e croccantezza del frutto.

Altitudine e suoli vulcanici contribuiscono a fare del Cuslanus un prodotto unico nel suo genere, un'interpretazione del grande rosso scaligero che negli ultimi tempi viene definita la new wave dell'Amarone – che incontra le rinnovate dinamiche di consumo –, ma che per Armani è sempre stata tradizione ed espressione autentica della Valpolicella. Il nome dell'etichetta si ispira all'antica divinità adorata dagli Arusnati in Valpolicella al tempo degli Etruschi. A questo dio è collegata l'idea del trascorrere del tempo, proprio come questo vino richiede il tempo di maturazione per esprimersi al meglio in evoluzioni balsamiche ed eteree. Un sorso vivace, di grande personalità, struttura, freschezza, sapido ed elegante, che regala un finale molto persistente.

Oltre all'Amarone Riserva, il pubblico parigino potrà degustare una selezione delle migliori etichette firmate Albino Armani prodotte nelle tenute di , e Trentino.

www.albinoarmani.com

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi