Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Artigiano in Fiera: il Friuli Venezia Giulia porta in scena 31 aziende artigianali con 13 produttori Food & Wine a marchio “Io sono Friuli Venezia Giulia”

Dal 2 al 10 dicembre, gli appassionati di culture e tradizioni artigianali unite anche al settore food & wine, avranno l’occasione a Rho Fieramilano di conoscere e apprezzare un’ampia varietà di produzioni uniche, dal design all’oggettistica, dai bijoux agli accessori. Tra le prelibatezze enogastronomiche di eccellenza del Friuli Venezia Giulia, non potranno mancare le tradizionali specialità: dal Prosciutto di Sauris IGP alla gubana, dalla Cipolla Rossa di Cavasso Nuovo al frico, passando dalla Brovada DOP; e ancora, il miele, la grappa, le birre e il vino, ma anche i prodotti ittici.
Photo credits: fonte ufficio stampa

Dal 2 al 10 dicembre, a Rho Fieramilano torna Artigiano in , l'expo dedicato all'artigianato e alle piccole imprese che giunge alla sua 27esima edizione con 3.000 stand espositivi, 100 Paesi rappresentati con espositori da tutto il mondo e oltre 1.000.000 di visitatori attesi.

“Creatori di bellezza e bontà” è il claim di quest'anno ad Artigiano in Fiera, che, con un focus particolare su qualità, tradizione e manualità, offre un panorama completo del saper fare artigianale in ogni sua forma, inglobando enogastronomia, turismo, cultura e artigianato artistico.

Il legame del con Artigiano in Fiera è di lunga data: la Regione, infatti, ha già partecipato a 12 edizioni.

Sono 31 le aziende artigiane del Friuli Giulia, di cui 13 produttori Food&Wine, che saranno presenti nel Padiglione 3 della fiera. La collettiva è curata da PromoTurismoFVG, Agrifood FVG e CATA FVG – Centro di Assistenza Tecnica per le imprese Artigiane.

Quest'anno le aziende potranno contare sulla collaborazione degli studenti dell'Istituto Statale di Istruzione Superiore Stringher a indirizzo turistico, economico e per l'enogastronomia, che accoglieranno i visitatori presso gli stand. Inoltre, la promozione del territorio passerà anche dalla divertente animazione, a cura di Lignano Sabbiadoro Gestioni, con alcune mascotte turistiche che intratterranno i bambini in fiera.

Tra le imprese artigianali locali, dall'oggettistica d'arte al design, dai bijoux agli accessori, spiccheranno alcune novità in fiera, come Sofisticata bags, Smartars e DL Wood Creations che si aggiungeranno a Euroblades, Cautero creazioni in ceramica, Atipica design, Valentina Orlando, La Fornacina, Il ricamificio – officine alpine, Bolina sail, Home sweet home, Coltellerie Masutti, Corallo, Walking-sticks, Farfalli – cavatappi d'autore e Anaxum – Azienda agricola Semiverdi, nuova presenza di questa edizione che coniuga la bellezza al , dedicandosi alla lavorazione dei semi di zucca per realizzare prodotti per la cosmesi ma anche alimenti e snack dolci e salati.

Le aziende enogastronomiche presenti in fiera appartengono al marchio “Io sono Friuli Venezia Giulia”, che garantisce l'origine dei prodotti agroalimentari, a testimonianza dell'impegno nella sostenibilità ambientale, economica e sociale dei produttori. Le imprese della regione aderenti al marchio sono parte di una comunità con un patrimonio unico al mondo che valorizza persone, qualità e tradizioni.

I visitatori di Artigiano in Fiera avranno l'occasione di vivere una full-immersion di saperi e sapori unici della regione. Il tour fra le prelibatezze del Friuli Venezia Giulia potrebbe iniziare dalla scoperta dei prodotti della terra, a partire dalla Cipolla Rossa di Cavasso Nuovo, coltivata tra i Magredi dell'alta pianura del Friuli Occidentale e le Prealpi Carniche. La cipolla è caratterizzata da un cuore croccante e dolce ed è gustosa anche se degustata cruda. L'Azienda Agricola Sandra Carusone, dal 2012 ha avuto il merito di valorizzare questo prodotto, trasformandolo anche in conserve.

E a proposito di conserve, l'Azienda Agricola Domini di Lateis di Sauris, specializzata nella produzione e commercializzazione di fragole, lamponi, more, mirtilli, ribes rossi, bianchi, presenterà ai visitatori le sue marmellate di frutti di bosco insieme agli sciroppi e ai nettari di frutta.

Nel percorso alla scoperta del Friuli Venezia Giulia da gustare, non potrà mancare il Prosciutto di Sauris IGT del Salumificio Zahre, giovane realtà artigianale con sede a Sauris e ad Ampezzo creata da Elvis e Alessandra, imprenditori impegnati nella produzione di insaccati che portano con sé tutti i profumi della Val Lumei.

Per addentrarsi al meglio nell'esperienza culinaria delle produzioni simbolo della cucina regionale, sarà possibile acquistare anche alcuni piatti iconici come i cjarsons, pasta fresca tipica della Carnia, con i ravioli ripiegati a mezzaluna e ripieni di cipolla arrostita, strutto, uvetta, pangrattato, cannella, zucchero, pepe, sale e ricotta fresca; il frico, una ricetta antica casalinga preparata con le patate, la cipolla e il formaggio Montasio DOP; il muset, un insaccato simile a un cotechino fatto con i tagli magri del muso del maiale; e ancora la Brovada DOP, ottenuta dalla fermentazione di rape bianche dal colletto viola, sistemate in tini a strati alterni con vinaccia. Queste produzioni saranno rappresentate in fiera da Cucina di Carnia, azienda specializzata nel confezionamento di piatti tipici del territorio. Nel novero delle specialità territoriali non potrà mancare la gubana: si tratta di un dolce che ha origine nelle Valli del Natisone cotto al forno a base di pasta dolce lievitata, con ripieno di noci, uvetta, pinoli, zucchero, grappa, scorza grattugiata di limone. La gubana è perfetta per le feste natalizie, ma viene prodotta tutto l'anno. Sarà possibile assaggiarla, insieme ad altri prodotti, da La Gubana della Nonna, piccola impresa di Azzida, vicino , che si dedica alla produzione di prelibatezze come gli strucchi, fagottini di pastafrolla con un ripieno simile a quello della gubana, ma con un'aggiunta di rum.

Direttamente dall'affascinante capoluogo, Co.l.m.i. Società Agricola pescatori di , la cooperativa di pescatori di Trieste con cinquant'anni di attività, è una delle aziende new entry ad Artigiano in Fiera, che presenterà al pubblico le sue specialità come le alici marinate, le sarde in savor e i latterini.

Anche l'arte bianca avrà i suoi esponenti regionali, a partire dalle farine: la Società Agricola Ettore Buosi nata nel 2020 a Fanna, nel Pordenonese, proporrà tra i vari prodotti, la farina di mais “Pignoletto”, ottenuta da coltivazioni di mais antico della varietà Pignoletto Rosso vitreo, perfetta per la preparazione di una polenta dal sapore rustico. Saranno presenti per l'arte dolciaria due pasticcerie di riferimento dell'udinese: Pasticceria Charlotte, impresa ventennale di Dolegnano, specializzata in gubane, biscotti e pasticceria fresca – che per la prima volta prende parte ad Artigiano in fiera – e Pasticceria Dolcevita, che realizza prodotti rigorosamente con lievito naturale, dal panettone alle colombe, sia dolci che salati.

Il Friuli Venezia Giulia è anche terra di eccellenze per la vasta gamma di produzioni apistiche e il Miele dei Roncs, che sorge nel cuore della Val Cosa, rappresenta una delle più pregiate produzioni di miele del territorio e si dedica, inoltre, alla realizzazione di candele lavorate con la cera d'api.

Saranno inoltre numerosi i prodotti come vino, birra e distillati.

Da un'ispirazione di stampo anglosassone e mitteleuropeo il birrificio artigianale di Antica Contea di Andrea e Costantino, noto per la produzione di 20 stili birrai differenti, porterà in degustazione l'unicità delle sue birre artigianali.

La forte vocazione vitivinicola del Friuli Venezia Giulia sarà rappresentata da Reguta, storica realtà che fin dal 1928 si dedica alla produzione di vini bianchi, come la Ribolla Gialla, vini rossi, come il Refosco dal Peduncolo Rosso, e spumanti, come il Prosecco DOC Spumante del Friuli Venezia Giulia.

Tra i vini che identificano la regione ci sarà lo Schioppettino di Prepotto, da degustare nella sua migliore espressione proposta da Spolert Winery, cantina nel cuore dei Colli Orientali del Friuli, che parteciperà per la prima volta ad Artigiano in Fiera.

Passando alle distillerie, merita una tappa di gusto Buiese Distillerie, azienda di tre generazioni di distillatori, che dopo la fine della Grande Guerra acquistò il primo alambicco con l'annessa distilleria, dal Conte Miani di Martignacco. Qui si potrà degustare la vera grappa friulana.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi