Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Autoctono si nasce… giovedì 25 gennaio Milano Hotel Melià

Giovedì 25 gennaio 2024 dalle ore 15.30 alle ore 22.00 – Hotel Melià – MILANO, Via Masaccio 19.
Photo credits: fonte ufficio stampa

Go Wine inaugura il 2024 a riproponendo il tradizionale appuntamento dedicato ai vini autoctoni italiani: una serata di degustazione che raggiunge a gennaio il traguardo della sedicesima edizione!

Sarà possibile conoscere ed apprezzare una selezione importante di vini da oltre 75 vitigni autoctoni, con un panorama di etichette articolato e dando voce a molte varietà da scoprire.

Il riferimento è legato al libro “Autoctono si nasce…” pubblicato anni fa da Go Wine Editore e ad altre iniziative che hanno sempre visto l'associazione privilegiare la cultura e la comunicazione a favore dei vitigni-vini di territorio.

Nelle sale del Hotel Melià sarà presentato un banco d'assaggio con una selezione di molte cantine italiane direttamente presenti; un'enoteca completerà il panorama della degustazione.

L'evento è rivolto a soci Go Wine e simpatizzanti e a professionisti del settore.

Ecco un primo elenco delle cantine che animeranno il banco d'assaggio

  • Alessandro di Camporeale – Camporeale (Pa);
  • Antonelli San Marco – Montefalco (Pg); Ca' Lustra – Cinto Euganeo (Pd);
  • Cantina del Mandrolisai – Sorgono (Nu); Cantina di Quistello – Quistello (Mn);
  • Cantina d'Isera – Isera (Tn); Cantina Horus – Vittoria (Rg);
  • Cantina Le Macchie – Rieti; Cantina Sant'Isidoro – Colbuccaro di Corridonia (Mc);
  • Casa Setaro – Trecase (Na); Casa Vinicola Sartori – Negrar di Valpolicella (Vr);
  • Cascina Castlèt – Costigliole d' (At); Castello di Gabiano – Gabiano (Al);
  • Castello di Spessa – Capriva del Friuli (Go); Cieck – San Giorgio Canavese (To);
  • Colli di Poianis – Prepotto (Ud); Conti Zecca – Leverano (Le);
  • Marisa Cuomo – Furore (Sa); D'Angelo – Rionero in Vulture (Pz);
  • Di Majo Norante – Campomarino (Cb);
  • Fattoria di Magliano – Magliano in (Gr); Felline – Manduria (Ta);
  • Filippo Gallino – Canale (Cn); Il Brolo di Barco – Lavagno (Vr);
  • Il Feuduccio di Santa Maria d'Orni – Orsogna (Ch);
  • I Vini di Emilio Bulfon – Pinzano al Tagliamento (Pn);
  • La Biòca – Serralunga d'Alba (Cn); Leone De Castris – Salice Salentino (Le);
  • Lunae Bosoni – Castelnuovo Magra (Sp); Mancinelli Stefano – Morro d'Alba (Cn);
  • Marchesi Gondi – Pontassieve (Fi); Marconi – San Marcello (An);
  • Marengoni – Ponte dell'Olio (Pc); Massucco F.lli – Castagnito (Cn);
  • Mauro Vini – Dronero (Cn); Montecappone – Jesi (An);
  • Monviert – Cividale del Friuli (Ud); Moris Farms – Massa Marittima (Gr);
  • Opera 02 – Castelvetro di (Mo); Palatino – Orta Nova (Fg);
  • Pasetti Vini – Francavilla al Mare (Ch); Podere Ema – Bagno a Ripoli (Fi);
  • Podere Scurtarola – Massa; Ricchi F.lli Stefanoni – Monzambano (Lago di Garda);
  • Roggero – Albugnano (At); Santa Lucia – Corato (Ba);
  • Savigliano F.lli – Diano d'Alba (Cn); Stanig – Prepotto (Ud);
  • Tenuta Cavalier Pepe – Sant'Angelo all'Esca (Av);
  • Tenuta di Pietra Porzia – Frascati (Rm); Tenuta Iuzzolini – Cirò Marina (Kr);
  • Tenuta La Marchesa – Novi Ligure (Al);
  • Tenuta Sant'Antonio – Mezzane di Sotto (Vr); Torchio 1953 – Isola d'Asti (At);
  • Travaglini Giancarlo – Gattinara (Vc); Vecchio – Castagnito (Cn);
  • Villa Cambiaso – Serra Riccò (Ge); Villa Pigna – Offida (Ap);
  • Zenato – Peschiera del Garda (Vr); Zeni 1870 – Bardolino (Vr).

Piccole Vigne del con le cantine:

499 Vino – Santo Stefano Belbo (Cn); I Carpini – Pozzol Groppo (Al);

I Dof Mati – Fara Novarese (No); Isnardi Ernesto – Castagnito (Cn);

Emanuele Rolfo – Montà (Cn).

Programma, orari e modalità di prenotazione:

Per garantire il miglior afflusso dei partecipanti e per permettere a un numero maggiore di persone di accedere al banco di assaggio, gli ingressi saranno suddivisi per turni (a cui sarà obbligatorio attenersi) e su prenotazione, da riceversi entro le ore 12 di giovedì 25 gennaio.

Orari e turni di degustazione

Ore 15,30-18,00: Anteprima: degustazione riservata esclusivamente ad operatori professionali qualificati (giornalisti del settore enogastronomico, soggetti riconosciuti che operano in enoteche, ristoranti, wine bar: due persone per locale).

La richiesta di accredito avviene tramite mail. Go Wine verificherà e confermerà l'accredito per iscritto.

Ore 18,00-22,00: turno di apertura del banco d'assaggio al pubblico di enoappassionati.

Il costo della degustazione per il pubblico è di € 23,00 (€ 15,00 Soci Go Wine, € 20,00 , , Onav).

L'ingresso sarà gratuito per coloro che decidono di associarsi a Go Wine (benefit non valido per i soci familiari). L'iscrizione sarà valevole fino al 31 dicembre 2024. E' possibile indicare già all'atto della prenotazione la volontà di associarsi.

E' possibile acquistare il biglietto per la degustazionedirettamente al banco d'assaggio oppure…

Risparmia approfittando della prevendita online!

(e per avere la sicurezza del posto in sala)

Chi prenota con pagamento online avrà una riduzione sul costo, ovvero:

€ 21,00 per il pubblico,

€ 13,00 rid. soci Go Wine,

€ 18,00 rid. soci associazioni di settore.

Info:

Associazione Go Wine

0173 364631 – stampa.eventi@gowinet.it

CAMPAGNA ASSOCIATIVA 2024 GO WINE

La degustazione al banco d'assaggio sarà gratuita per coloro che si assoceranno a Go Wine (benefit non valido per i soci familiari)

Entra anche tu a far parte della Community di Go Wine!

In omaggio:

la Guida Cantine d'Italia 2024 e l'abbonamento al bimestrale Go Wine.

Parteciperai poi a tutti i nostri eventi beneficiando dello sconto riservato ai soci e avrai accesso alle selezioni di “Buono… non lo conoscevo!”, lo shop esclusivo dei soci Go Wine!

Scadenza tessera 31.12.2024

Per maggiori informazioni

Info a ufficio.soci@gowinet.it

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi