Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Birra Messina Cristalli di Sale protagonista del menù delle Feste

Ecco i consigli e le ricette per una tavola di ispirazone siciliana
Photo credits: fonte inc-comunicazione.it

Il blogger e influencer Marco Giarratana “Uomo senza tonno” ha ideato il menù perfetto per il pranzo o la cena delle feste con Birra Cristalli di Sale come protagonista

Che gli italiani considerino la birra tra le bevande ideali per le feste, non solo da bere ma anche da regalare (un trend di questi ultimi anni) non è una novità. Basti pensare che su Instagram, l’hashtag #ChristmasBeer sfiora i 100mila post. La tendenza trova radici nella tradizione e nella cultura di tutto il mondo dagli Stati Uniti all’Australia passando per la Scandinavia. Fino al secolo scorso, infatti, era consuetudine portare un bicchiere di birra e un piatto di porridge all’elfo di Natale (chiamato Nisse) per esprimere gratitudine. A questa usanza, oggi si unisce la curiosità di andare oltre i luoghi comuni per fare spazio ad una nuova prospettiva del gusto e rendere la birra l’ingrediente versatile e che fa la differenza a tavola.

Bevanda millenaria, che ha la sua origine ai tempi dell’antico Egitto e della Mesopotamia, la birra oggi trova un posto da protagonista nel menù delle feste. Proprio per incontrare la curiosità dei consumatori, Birra Messina ha chiesto al food influencer Marco Giarratana («Uomo senza tonno»), siciliano doc, di ideare un menù delle feste con quattro ricette facili da replicare e perfette da condividere con le persone più care. Sformato di cavolfiore con fonduta di formaggio di capra, Risotto con taleggio, nocciole e riduzione di birra, Brasato alla birra con purè di patate e Panettone con zabaione alla birra. L’abbinamento ideale per queste ricette è, ovviamente, Birra Messina Cristalli di Sale.

Il menù di Marco Giarratana trova la sua ispirazione nel gusto di Birra Messina Cristalli di Sale. Pensata per essere un omaggio alla , Birra Messina Cristalli di Sale è una ricetta inedita che racchiude in sé le note autentiche della Sicilia, ed è ideale per un pubblico che cerca una birra diversa dalle altre, ma facile da bere. Nasce dalla passione e dal lavoro dei mastri birrai che hanno selezionato un ingrediente inaspettato: i cristalli di sale di Sicilia. È una lager di puro malto 5 gradi alcol, dal colore dorato, luminoso e con una naturale opalescenza. I cristalli di sale aiutano a sviluppare la percezione dei sapori in bocca esaltando al palato gradevoli note floreali e sensazioni fruttate. Questa birra è prodotta solo con malti chiari che vengono uniti a un luppolo esclusivo. Birra Messina Cristalli di Sale è una birra bilanciata e strutturata con una delicata punta di sapidità e una grande morbidezza, rotondità e finezza di gusto.

Nata a Messina nel 1923, Birra Messina viene prodotta a Massafra dal 1999. Nel 2019 nasce Birra Messina Cristalli di Sale, prodotta in parte a Massafra ed in parte a Messina, grazie ad una partnership con Birrificio Messina, una Cooperativa fondata da 15 caparbi mastri birrai a seguito della chiusura dello storico birrificio di via Bonino. Birra Messina Cristalli di Sale è una lager prodotta con sale delle saline di . L’accordo tra Heineken e i 15 soci della Cooperativa prevede sia la produzione della nuova ricetta Birra Messina Cristalli di Sale, per la massima quantità compatibile con la capacità produttiva del birrificio partner, sia la distribuzione delle birre attualmente prodotte dalla Cooperativa attraverso la rete commerciale del gruppo Heineken.

IL MENÙ DI NATALE CON BIRRA MESSINA CRISTALLI DI SALE A CURA DEL BLOGGER MARCO GIARRATANA

SFORMATO DI CAVOLFIORE, FONDUTA DI TOMA DI CAPRA

Ingredienti per 4 persone: 1 cavolfiore romanesco, 80 g di parmigiano reggiano, 1 cucchiaio di pasta di miso, 200 ml di panna fresca, 120 g di toma di capra, 1 noce di burro, sale q.b.

Procedimento: Tagliare e lavare le cime di cavolfiore. Bollirle in acqua leggermente salata finché non saranno tenere. Passare le cime bollite al passaverdure (consigliato) oppure frullarle con un minipimer. In una ciotola, unire al cavolfiore passato il miso e il parmigiano. Impastare fino a ottenere un amalgama compatto. Imburrare le pareti di formine di silicone da forno e cuocere in forno ventilato per 20 minuti a 200 gradi. Portare quasi a bollore 200 ml di acqua in una pentola e poggiare sopra un pentolino più piccolo per una cottura a bagnomaria di panna e toma di capra. Mescolare con la frusta e quando il formaggio sarà sciolto, spegnere. Servire disponendo lo sformato al centro e versare 2 cucchiai di fonduta ciascuno. Guarnire con polveri o germogli a piacere.

RISOTTO CON TALEGGIO, RIDUZIONE DI BIRRA E NOCCIOLE

Ingredienti per 4 persone: 320 g di riso Vialone Nano o Carnaroli, 2 l di brodo vegetale, 120 g di taleggio, 1 noce di burro, 50 g di nocciole, sale q.b., 30 cl di Birra Messina, 1 cucchiaino di zucchero.

Procedimento: Tritare le nocciole e mettere da parte. Portare a ebollizione il brodo. Tostare il riso in un tegame dai bordi alti con un pizzico di sale, senza olio o burro. Cuocere il riso aggiungendo poco brodo per volta, unendone altro quando la dose precedente sarà stata assorbita. Aggiungere sale poco per volta, assaggiando prima di aggiungerne altro. A due minuti dal termine della cottura, aggiungere il taleggio tagliato a cubetti, che deve restare almeno 2 ore fuori dal frigo. A fiamma spenta, aggiungere del burro precedentemente messo in congelatore, favorirà la cremosità del risotto. Far risposare il risotto col coperchio per circa 3-4 minuti. In un pentolino molto piccolo versare la Birra Messina Cristalli di Sale e lasciare sul fuoco a fiamma bassissima. Quando sarà ridotta a metà, aggiungere lo zucchero e proseguire la cottura. La consistenza finale dev’essere simile a quella di un caramello, leggermente più liquido. Disporre il risotto su un piatto da portata, versare un cucchiaino di riduzione di Birra Messina e spolverare con le nocciole tritate.

BRASATO ALLA BIRRA, PURÉ DI PATATE

Ingredienti per 4 persone: 800 g di cappello del prete di vitellone, 1 l di brodo vegetale o di carne, 1 carota, 1 cipolla, 2 rametti di rosmarino, 10 rametti di timo, sale q.b., Olio extravergine d’oliva, 300 g di patate, 80 ml di panna fresca, 50 ml di acqua di cottura delle patate, 30 g di burro, 4 cucchiai di parmigiano reggiano, noce moscata.

Procedimento: In una padella, rosolare a fiamma vivace il cappello del prete con abbondante olio extravergine d’oliva. Tagliare carota e cipolla a fette sottili e farle rosolare con altro olio in un tegame di terracotta o ghisa (o comunque una pentola dai bordi alti). Aggiungere la carne rosolata, unire la Birra Messina Cristalli di Sale e l’acqua, così come rosmarino e timo, coprire col coperchio e far cuocere a fiamma bassa per almeno un’ora e mezzo girando la carne man mano. Togliere il coperchio e proseguire la cottura a fiamma bassa facendo ridurre il liquido. Aggiungere poco sale per volta. Quando la carne sarà tenera, toglierla dalla pentola e coprirla con un foglio di alluminio per tenerla calda e farla riposare. Nel bicchiere del minipimer versare il liquido di cottura e le verdure cotte e frullare. Rimettere la salsa ottenuta sul fuoco per ridurla fino a ottenere una consistenza cremosa. Pelare e bollire le patate in acqua leggermente salata. Toglierle dalla pentola con una schiumarola e passarle al passaverdure o allo schiacciapatate. In una pentola mettere il burro, unire la pasta di patate e incorporare il burro cuocendo a fiamma bassa. Unire la panna e l’acqua di cottura delle patate e girare finché il purè non sarà denso. Salare poco per volta. A fiamma spenta unire il parmigiano reggiano grattugiato e un po’ di noce moscata grattugiata. Servire disponendo 3-4 fette a persona e sopra versare la salsa alla Birra Messina Cristalli di Sale. Bastano due cucchiai di purè a persona.

PANETTONE CON ZABAIONE ALLA BIRRA MESSINA CRISTALLI DI SALE

Ingredienti per 4 persone: 1 panettone artigianale, 80 g di tuorli d’uovo, 80 g di zucchero, 80 ml di Birra Messina Cristalli di Sale

Procedimento: Montare tuorli e zucchero con la frusta elettrica fino a ottenere una crema spumosa. Aggiungere la Birra Messina Cristalli di Sale. Mettere la ciotola su una pentola con acqua calda, a fiamma bassa e cuocere a bagnomaria usando un termometro da cucina con sonda: deve raggiungere massimo 84 gradi. Mescolare a mano con una frusta. Ci vorranno circa 10 minuti di cottura. Versare qualche cucchiaio di zabaione sulle fette di panettone.


Birra Messina
Nata a Messina nel 1923, viene prodotta a Massafra dal 1999. Nel 2019 nasce Birra Messina Cristalli di Sale, prodotta in parte a Massafra ed in parte a Messina, grazie ad una partnership con Birrificio Messina, una Cooperativa fondata da 15 caparbi mastri birrai a seguito della chiusura dello storico birrificio di via Bonino. Birra Messina Cristalli di Sale è una lager prodotta con sale delle saline di Trapani. L’accordo tra Heineken e i 15 soci della Cooperativa prevede sia la produzione della nuova ricetta Birra Messina Cristalli di Sale, per la massima quantità compatibile con la capacità produttiva del birrificio partner, sia la distribuzione delle birre attualmente prodotte dalla Cooperativa attraverso la rete commerciale del gruppo Heineken.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi