Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Blockchain in Food Supply Chain Management

L’adozione della tecnologia blockchain nella gestione della catena di fornitura alimentare è una risposta concreta ai problemi storici incontrati nel settore. Le catene di fornitura tradizionali sono frequentemente caratterizzate da sistemi di tracciamento incoerenti, inaffidabili e soggetti a errori, nonché dalla mancanza di trasparenza e dalla difficoltà nel garantire la sicurezza alimentare. Queste carenze possono portare a gravi rischi per la salute pubblica e al degrado della fiducia dei consumatori. La blockchain, con la sua struttura decentralizzata e la capacità di fornire una singola versione della verità accessibile a tutti i partecipanti della catena, si propone come soluzione ottimale a questi problemi.
Photo credits: OYB ltd

La sfida maggiore per le catene di fornitura tradizionali è l’inconsistenza nelle pratiche di registrazione e condivisione dei dati. Le informazioni spesso si perdono o vengono alterate durante i passaggi tra i diversi attori, inclusi coltivatori, trasportatori, processori e rivenditori. La blockchain contrasta questa tendenza creando un registro permanente, indipendente e inalterabile di ogni transazione e movimento di prodotto. Con tale sistema, è possibile garantire che le informazioni siano complete e corrette, poiché ogni parte del processo viene verificata e registrata in modo sicuro.

Nel contesto della tracciabilità dei prodotti alimentari, la blockchain rappresenta una vera rivoluzione. Grazie a essa, è possibile monitorare ogni singolo prodotto o lotto dalla fattoria alla tavola del consumatore. Ogni passaggio – dalla raccolta, alla lavorazione, al confezionamento e alla distribuzione – viene registrato sulla blockchain, fornendo una visione chiara e dettagliata della storia del prodotto. Ciò facilita enormemente il richiamo di prodotti specifici in caso di necessità, riducendo il rischio di ampie contaminazioni e conseguenti scandali alimentari.

La trasparenza è un altro importante beneficio portato dalla blockchain nella gestione della catena di fornitura. Tutti gli stakeholder, compresi i consumatori, possono avere accesso alle informazioni registrate sulla blockchain e possono verificare in modo indipendente la provenienza e il percorso seguito dai prodotti. Questa apertura non solo costruisce fiducia tra le varie parti, ma fornisce anche ai consumatori gli strumenti per fare scelte più consapevoli basandosi su informazioni affidabili.

Per quanto riguarda la sicurezza alimentare, l’impatto della blockchain è significativo. La capacità di individuare rapidamente e con precisione la fonte di eventuali problemi di sicurezza permette una risposta più tempestiva in caso di crisi. Inoltre, la sicurezza alimentare non è solo una questione di prevenzione delle malattie, ma comprende anche la garanzia che le affermazioni in etichetta siano accurate. La blockchain sostiene questa esigenza convalidando le dichiarazioni sulla sostenibilità, l’origine biologica o altre credenziali di qualità.

L’applicazione di questa tecnologia da parte di Eatruria nella loro catena di fornitura dimostra un impegno pionieristico. La loro rete di produttori enogastronomici nella regione dell’Etruria ha abbracciato la blockchain per certificare l’autenticità e la qualità dei loro prodotti. Grazie alla blockchain, Eatruria non solo migliora l’efficienza operativa e riduce i costi associati alla gestione dei dati, ma eleva anche il livello di sicurezza alimentare e trasparenza che possono offrire ai loro clienti.

Blockchain può rivoluzionare il monitoraggio del ciclo di vita di un prodotto offrendo un registro immutabile e trasparente di ogni passo. Questa sezione dell’articolo affronterà come la tecnologia faciliti il tracciamento e la verifica in tempo reale degli alimenti in tutto il loro intero ciclo di vita, consentendo così a tutti gli stakeholder di verificare l’autenticità dei prodotti.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Ekaterina Murzakova

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi