Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

BOLLIZINE: riconoscere la qualità dall’ascolto del suono dei vini spumante

La guida sulle bollicine italiane a firma di Tommaso Caporale, edita da Cinquesensi, in anteprima a Vinitaly.
Photo credits: fonte ufficio stampa cinquesensi

Bollizine 2024, a cura di Tommaso Caporale è la prima guida di nuova generazione che valuta la qualità degli spumanti ricorrendo a un semplice metodo che indaga il suono emesso dalle bollicine in un calice subito dopo la mescita. In seguito, attraverso l'aiuto di un algoritmo, i suoni vengono elaborati, analizzati e raffigurati graficamente. I risultati ottenuti rivelano uno scenario straordinario: dall'interpretazione delle frequenze è possibile risalire alla tipologia di vino spumante e alle sue caratteristiche organolettiche/sensoriali, oltre che individuarne le differenze in termini di dosaggio zuccherino e di vitigno utilizzato.

“Nel corso degli ultimi anni – spiega Tommaso Caporale – il racconto del vino è diventato sempre più omologato e bisognava trovare dei nuovi elementi oggettivi per aumentare il livello di comunicazione delle fasi di degustazione sensoriale e migliorare il rapporto di percezione da parte dei consumatori. La mia ricerca ha puntato sull'esplorazione di un altro senso, quello dell'udito, abbracciando il mondo delle bollicine. Si è fondata sull'analisi acustica del suono delle bollicine all'interno del calice di oltre 1000 vini spumante, i cui risultati frequenziali mi hanno fornito uno spaccato straordinario delle loro caratteristiche, anche prima di far ricorso alla classica degustazione, comprovando la validità del mio metodo di valutazione (Metodo Caporale). Ciò ha portato alle selezione delle migliori 160 etichette, che ritroviamo in guida, recensite secondo un approccio inedito, soltanto attraverso l'illustrazione del proprio bagaglio frequenziale, espresso in due grafici”.

Riccardo Cotarella, enologo di fama e Presidente di Assoenologi, aggiunge nella prefazione: “Ascoltare la “voce” di un vitigno ci mette dinanzi ad un nuovo paradigma interpretativo dal punto di vista enologico. Si aprono nuovi scenari, nuove strade, nuove frontiere a cui tendere”.

“L'ascolto – precisa lo Simone Rugiati – è l'ultima fase di percezione, quella che mancava per aumentare le vibrazioni positive delle bollicine, che nascono già fuori dalla bottiglia e fungono da ‘reset' per la mente, allontanando tutte quelle frequenze negative che ci circondano”.

Mentre l'artista Tommaso Cascella si lascia stupire dal nuovo approccio: “Incredibile sorpresa, Caporale riesce a ‘parlare' direttamente con l'essenza del vino… mettendo in moto un altro senso, l'udito”.

Attraverso un sistema di elaborazione dei dati presenti negli spettri sonori, sono stati assegnati ai migliori vini spumante selezionati da circa 100 cantine italiane, secondo il Metodo Caporale, dei premi suddivisi in tre fasce “Diapason Bronze”, “Diapason Silver”, “Diapason Gold” e lo speciale “Diapason Platinum”. Tra i premi Diapason Platinum ritroviamo le categorie Max Power, Max Armonia e Max Continuità che si riferiscono rispettivamente a quelle etichette che evidenziano la maggiore su una o più frequenze come valore di intensità; evidenziano una distribuzione di potenza equilibrata e la più armonica su tutto il range di frequenze; evidenziano valori importanti di picchi e concentrazioni di frequenze con alta intensità replicati in annate differenti.

I premi saranno assegnati sabato 13 aprile alle 15 a VINITALY & THE CITY in Piazza dei Signori Loggia di Fra Giocondo a . Altre tre presentazioni di Bollizine sono in programma a Vinitaly: domenica 14 aprile alle 12 nell'Area Consorzio vini – Padiglione 12 dove Caporale sarà in compagnia del padrone di casa Vincent Grosjean, Presidente Consorzio vini Valle D'Aosta; sempre domenica alle 16 nell'Area Regione PAD A con l'autore e Angelo Radica, presidente Associazione Città del Vino; lunedì 15 aprile alle 16,30 nell'Area Regione del Padiglione 12 con gli interventi di Gianluca Gallo Assessore Regionale Agricoltura, Tommaso Caporale, Riccardo Cotarella, Oscar Farinetti, moderati da Andrea Radic.

TOMMASO CAPORALE giornalista enogastronomico, e conduttore televisivo, è conosciuto con lo pseudonimo di “Mister Bollicine”. Ingegnere informatico nel campo dell'automazione industriale, è l'ideatore di un metodo innovativo per la valutazione qualitativa degli spumanti che si basa sull'analisi acustica del perlage (Metodo Caporale). Autore di rubriche per riviste specializzate nel settore agroalimentare, conduce trasmissioni in reti televisive nazionali sui temi del vino e delle bollicine. Collabora in qualità di formatore e Brand Ambassador, con numerose realtà associative e imprenditoriali italiane.

CINQUESENSI EDITORE: dal 2010 ha pubblicato centinaia di illustrati nei diversi campi della civiltà del cibo e della cultura. Bollizine fa parte della collana INTERFENZE accanto a Italian D&B, Vitigni, vini rari e antichi, Calici & Camici, Prosecco Way of life, A proposito del Gusto, Camminare la terra dei formaggi, la Carbonara Perfetta, Il raccolto dei raccont

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi