Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Boom di avocado e burro di arachidi (anche a volume): i top ingredienti secondo l’Osservatorio Immagino di GS1 Italy

Sono quasi 14 mila i prodotti alimentari venduti in supermercati e ipermercati italiani che evidenziano sull’etichetta la presenza di un ingrediente benefico. Ma questo non basta per spingerne i volumi di vendita, che nel 2023 sono diminuiti di -5,6% a fronte di un aumento di +9,4% a valore, superando i 4,4 miliardi di euro.

A rilevarlo è la nuova edizione dell'Osservatorio Immagino di GS1 Italy, lo studio semestrale che monitora i fenomeni di consumo nella GDO incrociando le informazioni sulle etichette di oltre 139 mila prodotti digitalizzati dal servizio Immagino di GS1 Italy Servizi e i dati di NielsenIQ di venduto e consumo.

Complessivamente l'Osservatorio Immagino ha monitorato la presenza a scaffale e il trend di vendita di 40 ingredienti healthy, ripartiti tra superfruit, spezie, semi, cereali speciali/farine, superfood, dolcificanti e traditional. Tra questi, il cacao resta il n.1 per giro d'affari (3,2% di quota sul totale delle vendite in valore), seguito da nocciola, limone e mandorla.

I top performer dell'anno a valore, invece, sono l'avocado (+33,5%), il caramello (+25,9%), il mango (+24,0%) e l'olio di riso (+21,0%).

L'Osservatorio Immagino ha poi individuato 12 ingredienti che hanno aumentato le vendite sia a valore che a volume:

  1. Avocado: +24,1% a volume e +33,5% a valore
  2. Burro di arachidi: +10,7% a volume e +15,7% a valore
  3. Olio di riso: +5,3% a volume e +21,0% a valore
  4. Anacardi: +5,2% a volume e +18,8% a valore
  5. Avena: +4,1% a volume e +18,6% a valore
  6. Spirulina: +4,1% a volume e +7,8% a valore
  7. Tahina: +2,7% a volume e +7,3% a valore
  8. Farina di riso: +1,6% a volume e +18,5% a valore
  9. Ginseng: +1,4% a volume e +15,5% a valore
  10. Pappa reale: +0,8% a volume e +6,8% a valore
  11. Matcha: +0,7% a volume e +11,4% a valore
  12. Acqua di cocco: +0,6% a volume e +4,4% a valore

A perdere, invece, terreno a valore sono stati açai (-36,1% a valore e -41,0% a volume), goji (-23,0% e -25,9%), germe di grano (-14,3% e -19,2%), kamut (-11,5% e -21,0%), curcuma (-8,1% e -17,0%), edamame (-7,9% e -13,8%), canapa (-7,9% e -11,9%), zenzero (-1,4% e -10,0%), cannella (-1,4% e -8,1%).

***

GS1 Italy. A partire dall'introduzione rivoluzionaria del codice a barre nel 1973, l'organizzazione non profit GS1 sviluppa gli standard più utilizzati al mondo per la comunicazione tra imprese. In Italia, GS1 Italy riunisce più di 40 mila imprese dei settori largo consumo, sanitario, bancario, della logistica, del foodservice e delle costruzioni. I sistemi standard GS1, i processi condivisi ECR, i servizi e gli osservatori di ricerca che GS1 Italy mette a disposizione semplificano e accelerano il processo della trasformazione digitale delle imprese e della supply chain, perché permettono alle aziende di creare esperienze gratificanti per il consumatore, aumentare la trasparenza, ridurre i costi e fare scelte sostenibili.

  1. web: gs1it.org – tendenzeonline.info
  2. X: @GS1Italy – @tendenzeonline
  3. facebook: @GS1Italy
  4. instagram: @GS1Italy
  5. linkedin: @GS1Italy

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Giovanni Ranghi

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi