Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Brindisi e auguri tra Natale e Capodanno con le eccellenze FANTINI WINES, per non sbagliare scelta e festeggiare al meglio

Il periodo di festività e di gran cenoni con amici e famigliari merita la bottiglia più adatta, elegante da vedere, inebriante da stappare, appagante da sorseggiare. Le nostre scelte sono Don Camillo – Gold Collection ed Edizione Cinque Autoctoni, due rossi prestigiosi; nonché le finissime bollicine di Gran Cuvée Bianco e di Gran Cuvée Rosé. Sono perfetti anche come regalo di grande eleganza.
Photo credits: fonte ufficio stampa

Il primo bicchiere è per la sete, il secondo per la gioia, il terzo per il piacere, il quarto per la follia. Ai tempi di Apuleio – cui si devono queste parole –, ossia nella del II secolo dopo Cristo, le festività natalizie e di fine anno erano certo diverse dalle attuali; l'inizio dell'anno era stato fissato al primo gennaio relativamente da poco tempo (precisamente nel 191 avanti Cristo, prima era invece a marzo), il Natale propriamente detto neanche esisteva; però c'erano i Saturnali, ciclo di festività dedicato al dio Saturno e che si svolgeva – non è un caso – dal 17 al 23 dicembre, il nostro Natale ne è discendente diretto. E anche la ritualità era simile: feste, banchetti, musiche, danze, scambi di doni… A Capodanno s'invitavano gli amici a pranzo e si regalavano confezioni beneauguranti di fichi secchi, le strenae ‒ da cui il nostro “strenna” ‒ accompagnate da foglie d'alloro. Il vino era certamente compagno necessario dell'ebbrezza di questo periodo. Lo è ancor oggi: che Natale sarebbe senza una buona bottiglia sulla tavola? Che San Silvestro diventerebbe senza il di mezzanotte?

Non c'è dubbio però che, in queste occasioni ancor più che durante il resto dell'anno, non bisogna sbagliare bevuta: chi mangia l'uva a Capodanno, prende soldi tutto l'anno, dice il proverbio. Vale anche per l'uva fermentata, ossia il vino, quello buono.

Il gruppo Fantini, fondato in nel 1994 e che in pochi anni è diventato l'azienda leader tra quelle esportatrici del Sud Italia, grazie a un'attenta politica votata alla più alta ricerca qualitativa e di marketing – propone nel suo catalogo vini ideali per celebrare al meglio questo periodo magico che ci attende. Scegliete dunque la bottiglia giusta, partendo dalle nostre proposte.

DON CAMILLO GOLD COLLECTION

Il vino perfetto per il 25 dicembre e dintorni è il Don Camillo – Gold Collection, un blend tutto abruzzese, 85% Sangiovese e 15% Cabernet Sauvignon, dal colore rubino intenso. È invecchiato per sei mesi in barrique di legno americano. Il naso risulta fruttato, con belle note di confettura e ciliegia sotto spirito, poi speziate di liquirizia e una nota leggermente vegetale, più aromi di vaniglia e fiori appassiti; vino corposo, con un piacevole retrogusto sapido, inoltre secco e caldo, nonché morbido con tannini eleganti, molto persistente e lungo in bocca… Si sposa con piatti robusti, carni e arrosti importanti, ottimo con formaggi stagionati. La bottiglia è l'immagine stessa del Natale: completamente d'oro lucente con etichetta nera a contrasto, le scritte dorate e il sigillo rosso a dare il tocco finale. In altre parole: davvero elegantissima, la trasposizione ideale del periodo festivo.

EDIZIONE CINQUE AUTOCTONI

Non esiste momento durante l'anno in cui sarebbe sbagliato consigliare Edizione Cinque Autoctoni. Ma in un periodo festivo è ancora più adatto, perché è l'ammiraglia di casa Fantini, il vino che fa innamorare di sé ogni appassionato e ha ottenuto 99 punti per Luca Maroni e i 5 grappoli per Bibenda. Edizione deriva dall'armonioso e sapiente incontro di cinque uve – Montepulciano, Primitivo, Sangiovese, Negroamaro e Malvasia – coltivate tra Abruzzo e , che danno vita a un rosso di grande struttura ed equilibrio. Il colore è granata molto profondo, il naso intenso di ciliegia e ribes nero, erbe aromatiche e cannella, fino ai chiodi di garofano, al cacao e alla liquirizia. Al palato spicca il magistrale equilibrio tra alcol e freschezza, con tannini vellutati e finale persistente. Ideale con salumi, polpette al sugo, carne alla griglia e pesce al forno… Ideale per il Natale!

GRAN CUVÉE

Passiamo al brindisi di fine anno: bollicina bianca o rosata? In qualsiasi caso la risposta giusta è Gran Cuvée, per un augurio di estrema classe a partire dal suo packaging, raffinato con l'etichetta d'alluminio nobilitata ulteriormente dal diamantino Swarovsky che vi è incastonato. Gran Cuvée Bianco significa inebrianti bollicine da uve Pecorino coltivate nell'Abruzzo centrale e poi raccolte a mano. Il colore è giallo paglierino brillante, il profumo complesso, con sentori di agrumi verdi e aromi floreali, il gusto elegante, minerale, fresco e ben equilibrato. Gran Cuvée Rosé viene invece da uve Aglianico del Vulture spumantizzate, come il precedente, con metodo Charmat. È affabile, dal profumo intenso e persistente, fruttato con note di ciliegia matura, ribes rosso, fragolina di bosco e lampone. Di colore rosa cipria simile al succo di melograno, rimando che si riscontra anche al palato, dove risulta piacevole, equilibrato e fresco, dal perlage assai fine. Accompagna il cibo senza sopraffare, lasciandosi amalgamare a esso.

Insomma: entrambi perfetti per cenoni o… pranzoni delle feste!

FANTINI

Fondata ad Ortona nel 1994 da un gruppo di imprenditori del vino guidati dall'attuale ceo Valentino Sciotti e dall'enologo Filippo Baccalaro, Fantini Group riunisce 12 grandi realtà enologiche del Sud e Centro Italia, con un modello di business di successo; produce e distribuisce vini di alta qualità ed esporta in tutto il mondo attraverso una ramificata rete di importatori e distributori (oltre 24 milioni di bottiglie). L'azienda genera la gran parte dei ricavi al di fuori dell'Italia: i suoi principali mercati sono la Germania, la Svizzera, il Canada, l'Olanda, il Belgio e il Giappone. Il suo fatturato è cresciuto dai 79 milioni del 2019, agli 82 milioni nel 2020 e ha raggiunto i 90 milioni del 2021, nonostante le difficoltà del canale Horeca. Il 2022 è stato chiuso a 93 milioni di fatturato. Nel 2020 Fantini Group è stato acquisito da Platinum Equity.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi