Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Cameo: con il digitale raggiunti oltre 30.000 bambini dal Nord al Sud nell’A.S. 2021-22

L’impegno di cameo verso i più piccoli compie 10 anni e prosegue nel suo percorso di successo grazie anche all’integrazione, negli ultimi anni, del digitale nel progetto “Dolce Scuola cameo. Educare facendo”
Photo credits: Photo fonte ufficio stampa Havas PR Milan

Il digitale traina il successo del progetto formativo che cameo rivolge ai bambini delle scuole primarie e dell’infanzia. “DolceScuola cameo. Educare facendo” è nato con l’obiettivo di favorire un rapporto consapevole con il cibo: imparare a conoscerlo, a non sprecarlo e a sperimentare, dando ai più piccoli la possibilità di “mettere le mani in pasta”. Quest’anno il progetto ha raggiunto oltre 750 insegnanti, per un totale di 1.250 classi partecipanti e 30.000 bambini coinvolti dal Nord al Sud Italia, proprio grazie alla conversione al digitale e all’individuazione della piattaforma partner Educazione Digitale. Le regioni che hanno registrato il maggior numero di iscrizioni sono state , , e a testimonianza della potenzialità del digitale in termini di capillarità. Il 90% dei partecipanti si è dichiarato fortemente soddisfatto del percorso ludico-formativo proposto da cameo.

L’impegno di cameo nei confronti dei più piccoli è un percorso che dura da anni. Sono infatti trascorsi dieci anni da quando l’azienda ha iniziato ad accogliere le scuole del suo territorio, ma non solo, in DolceCasa cameo, lo spazio accanto alla sede di Desenzano del Garda. Negli anni, DolceCasa ha ospitato oltre 16.000 bambini che hanno avuto la possibilità di prendere parte a divertenti lezioni tenute dai pasticcieri cameo e di mettersi alla prova nella realizzazione di dolci sperimentando i valori della collaborazione e della condivisione.

In linea con la spinta verso il digitale vissuta negli ultimi anni, per attualizzare l’esperienza didattica oltre che per rispondere al periodo pandemico, cameo ha riproposto la sua offerta per le scuole, intervenendo su canali e contenuti al fine di renderli fruibili per un numero sempre maggiore di bambini ed insegnanti, rendendo ibrida la sua offerta ludico-formativa.

“L’entusiasmo di migliaia di bambini con le mani in pasta e i volti sporchi di farina, vissuto negli ultimi dieci anni qui nella nostra DolceCasa, è stata la scintilla che ci ha portato a digitalizzare il nostro progetto rendendolo disponibile a tutte le scuole in Italia”. Afferma Federica Ferrari, Executive Manager Corporate Communication di cameo. “Dolce Scuola cameo. Educare facendo” è il nostro contributo per riportare nell’esperienza formativa, attraverso la preparazione del cibo, relazioni come la collaborazione e la condivisione, così duramente sacrificate durante la pandemia.”

“La proposta didattica di cameo, all’interno della piattaforma EducazioneDigitale.it, si è gradualmente arricchita di strumenti educativi multimediali, costruiti a quattro mani partendo dalla lunga esperienza analogica degli eventi in DolceCasa. La qualità e l’originalità del contenuto, rese ancora più accattivanti grazie ai format didattici innovativi, sono state particolarmente apprezzate dai docenti, che hanno aderito in massa ai percorsi cameo”. dichiara Tiziano Fazzi, CEO di Civicamente (EducazioneDigitale.it)

Oltre al materiabile didattico digitale a disposizione di insegnanti e studenti, parte integrante del progetto resta la dimensione fisica, quella che i bambini possono esperire “dal vivo” all’interno di DolceCasa cameo – che dalla metà di aprile ha riaperto le sue porte alle visite in presenza, ospitando già più di 200 bambini – e durante la quale hanno la possibilità di mettersi in gioco e vivere in prima persona relazioni positive legate al mondo del cibo.

Cameo è un’azienda alimentare con sede a Desenzano del Garda (BS) specializzata in torte, dessert e pizze. Produce e distribuisce, su tutto il territorio , oltre 200 prodotti. Da più di 80 anni, con la consapevolezza del ruolo importante che il cibo riveste nelle vite dei consumatori, unisce le persone offrendo loro il gusto di casa. Lo fa attraverso i prodotti dei suoi marchi più iconici, cameo, Paneangeli e Bertolini, con i quali milioni di italiani creano il gusto di casa non solo scoprendo il piacere di fare qualcosa con le proprie mani ma anche gustandoli e condividendoli con i propri cari. Per cameo, creare il gusto di casa, significa anche preservare il mondo in quanto casa in cui valga la pena vivere, adottando una strategia di lungo termine, attenta al risparmio delle risorse. Per i suoi 350 collaboratori, creare il gusto di casa vuol dire lavorare in un ambiente inclusivo, capace di ispirare, dove imparare ad agire in logica imprenditoriale, dando forma al proprio futuro.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi