Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Cialde o capsule: cosa scegliere?

La scelta tra questi due distinti metodi di confezionamento del caffè dipende da alcuni fattori che elenchiamo in questo articolo.

Da quando sul mercato italiano sono iniziate a comparire le prime macchine del caffè domestiche, subito sono sorti i primi dubbi se scegliere le capsule o le cialde per concedersi una tazzina di puro relax nel corso della giornata.

A distanza di molti anni, e anche in seguito alla pandemia che ha convinto definitivamente molti italiani ad abbandonare la vecchia moka per una più tecnologica macchinetta elettrica, il dubbio ancora permane e rappresenta la domanda più frequente posta da chi vuole acquistare una macchina nuova.

Prendiamo spunto da un articolo (il cui link si trova in calce) in cui si parla della scelta tra capsule e cialde di caffè, per cercare di comprendere i vantaggi/svantaggi che si hanno optando per l’una o l’altra soluzione. Vediamo, quindi, quali sono le principali differenze tra questi due distinti sistemi di confezionamento del caffè per le macchinette domestiche.

Capsule di caffè

Ora che abbiamo ben chiaro che i due termini, cialde e capsule appunto, non sono sinonimi poiché indicano due diversi prodotti appartenenti al settore food & beverage, partiamo col definire la capsula.

Le capsule di caffè si riconoscono perché hanno un involucro esterno rigido, in genere realizzato in materiale plastico oppure in alluminio, che contiene il caffè in polvere.

Anche se alcune aziende hanno iniziato a produrre delle capsule in materiale completamente organico, in genere il principale problema della capsula è che una volta usata deve essere smaltita nel secchio dell’indifferenziato. Un bel problema per l’ambiente e per coloro che hanno a cuore il destino della nostra amata Terra. Per ovviare a questo problema, tuttavia, si può sempre svuotare la capsula una volta utilizzata, riponendo il caffè nell’organico e la parte esterna tra la plastica o nel recipiente dell’alluminio, a seconda di come è costituita.

L’altra grande particolarità delle capsule è che se ne trovano di tanti tipi, almeno quanti i differenti modelli di macchinette del caffè disponibili sul mercato e già in possesso degli italiani.

Ad esempio, una macchinetta Lavazza A Modo Mio per funzionare e fare il caffè ha necessariamente bisogno di capsule compatibili con questo sistema. Lo stesso discorso vale per le macchine Nespresso, Nescafé Dolce Gusto e via dicendo.

Da qui ne consegue il fatto che bisogna prestare molta attenzione durante l’acquisto, perché una capsula con una diversa compatibilità non potrà mai essere usata su una macchinetta sbagliata!

Infine, i cultori del caffè fatto in casa come al bar prediligono le capsule poiché sono in grado di conservare al meglio l’aroma e le caratteristiche organolettiche delle varie miscele di caffè di volta in volta contenute nelle capsule stesse. Questo discorso è ancor più valido per le capsule che hanno l’involucro esterno in alluminio.

Cialde di caffè

Ora passiamo ad elencare le principali caratteristiche delle cialde. Prima di tutto c’è da specificare che le cialde sono di varia grandezza, anche se in maniera predominante sul mercato sono presenti delle cialde ESE 44, vale a dire con diametro da 44 millimetri e di conseguenza compatibili con tutte le macchinette a cialde di tale misura.

Tutte le cialde per loro natura sono amiche dell’ambiente, poiché l’involucro esterno in film di carta consente di gettarle nel secchio dell’umido una volta usate.

Di contro, pagano questa indubbio vantaggio con il fatto che nel medio o lungo periodo possono perdere parte dell’aroma che caratterizza le miscele di caffè che contengono.

Coloro che le preferiscono, d’altro canto, hanno dalla loro il fatto che in genere il loro costo è più basso rispetto alle capsule di uguale miscela.

Quindi, cosa scegliere tra capsule e cialde di caffè?

Naturalmente il discorso meriterebbe anche altri tipi di riflessione che riguardano anche le aziende produttrici, il numero di caffè che mediamente vengono consumati in una casa e di conseguenza il costo medio mensile sostenuto sia con le capsule che con le cialde.

Per cui, concludendo, la scelta tra cialde e capsule è condizionata dai fattori che abbiamo appena elencato nonché dal costo.

E in ogni caso, qualunque sia la scelta, il mercato ormai offre una miriade di occasioni e offerte per fare sempre l’acquisto di volta in volta più conveniente.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Leonardo Guerrini
Fonte Articolo

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi