Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

COCCHI e la Vermouth di Torino Week 2024

Tanti eventi e una prestigiosa Masterclass a Torino.
Photo credits: fonte ufficio stampa iShock

Da domenica 23 giugno fino a domenica 30 giugno 2024 si celebra, in Italia e nel mondo, la terza edizione della Vermouth di Week, l'evento ideato dal Consorzio del Vermouth di Torino dedicato alla condivisione della conoscenza del famoso vino aromatizzato piemontese, della denominazione, del suo utilizzo in miscelazione.

Cocchi, che dal 1891 produce Vermouth di Torino e altri vini aromatizzati, è da sempre in prima fila per la riscoperta e la diffusione del Vermouth, e anche quest'anno partecipa alla Vermouth di Torino Week affiancando i locali italiani che vorranno aderire.

Diversi gli eventi in calendario promossi da Cocchi in collaborazione con partner e con la partecipazione di speaker di grande livello, italiani e internazionali.

25 giugno 2024: “Il Whisky incontra il Vermouth di Torino” con Michele Mariotti

All'interno del calendario degli eventi della Vermouth di Torino Week, il 25 giugno 2024 alle 16, Cocchi organizza a Villa Sassi a Torino una masterclass dal titolo “Il Whisky incontra il Vermouth di Torino”. Il barman Michele Mariotti, del Gleneagles condurrà l'incontro rivolto a un pubblico di operatori (barman e stampa di settore).

“Lo Scotch Whisky e il Vermouth sono un abbinamento utilizzato in una miriade di classici da secoli – spiega Mariotti – Gli elementi amaro-dolci del vermouth si abbinano perfettamente al corpo dello Scotch, il quale porta una grande diversità in gioco. Adoro il whisky perché può portare una nota di sapidità in a base di Vermouth, come un Reverse Rob Roy. Al Gleneagles, utilizziamo il vermouth e lo Scotch in diversi cocktail. Nel Book of Berries, il menu dell'American Bar al Gleneagles, usiamo il Vermouth per aggiungere una terza dimensione ad alcuni dei nostri cocktail. Nella masterclass, esploreremo quali elementi del Whisky possono essere valorizzati con il Vermouth e come gestire il processo creativo dietro un menu, per avere una selezione diversificata di drink in un menu concettualizzato”.

La masterclass è a numero chiuso e i posti sono limitati: per partecipare scrivere a benvenuti@cocchi.com

A seguire, dalle 18.30 alle 22 al Cloud9 di Villa Sassi Cocchi cocktail con whisky e Vermouth di Torino preparati da Michele Mariotti: l'evento è aperto a tutti.

26 giugno 2024: Vermouth a Corte al Castello di Lucento

Organizzato da Carta Italia al Castello di Lucento, dalle 18 alle 19.30, visita guidata al Castello con introduzione di Tommaso Varaldo, presidente Fondazione AIEF; visita alla raccolta di quadri di Eugenio Bolley; seminario sul Vermouth di Torino guidato da Fulvio Piccinino, con degustazione di Vermouth Cocchi in abbinamento al cioccolato.

Informazioni e iscrizioni al numero: 3485212825 / info@cartaitalia.eu

27 giugno 2024: Esperienza Vermouth Cocchi – Crea il tuo Vermouth

A cura di Esperienza e sotto la guida di Fulvio Piccinino, appuntamento alle 20 a Casa Marchetti di piazza CLN, 248 a Torino per creare il proprio Vermouth di Torino e ascoltare storia e aneddoti sul famoso vino aromatizzato. Tasting di Vermouth di Torino Cocchi.

Info: https://esperienza.com/esperienze/vermouth/

29 giugno 2024: Cinema in Vigna con Vermouth & Tonic

Il 29 giugno 2024, alle 19, si svolgerà un con Vermouth & Tonic nella vigna Bava di Tuffo, a Cocconato, seguito da una proiezione cinematografica alle 21 de Il Grande Gatsby (2013), diretto da Baz Luhrmann.

Il film, tratto dall'omonimo romanzo di F. Scott Fitzgerald, racconta la storia del misterioso e affascinante milionario Jay Gatsby (interpretato da Leonardo DiCaprio) e del suo ossessivo amore per Daisy Buchanan (Carey Mulligan). Un'opera che cattura l'essenza degli anni Venti americani con sfarzo e drammaticità, resa ancora più suggestiva dalla location della vigna.

Info e prenotazioni: benvenuti@bava.com – 0141907083.

30 giugno 2024 – Laboratorio olfattivo: crea il tuo profumo al Vermouth

Organizzato da Essentiàlia, nell'aula didattica del Mercato Centrale di Torino su due turni da 40 minuti circa, alle 17 e alle 18, degustazione olfattiva e workshop

Il laboratorio include la degustazione dei Vermouth Cocchi e l'esplorazione olfattiva delle note che meglio rappresentano il bouquet di erbe e aromi contenuti nei vini. Successivamente, ogni partecipante potrà creare una eau de toilette in un pratico flacone roll-on da 10 ml. ispirato ai vermouth scoperti.

Informazioni: info@essentialia.cloud

Tutti i giorni della Vermouth di Torino Week 2024: Vermouth Cocchi e Casa Marchetti si potrà provare il gusto unico del al Vermouth di Torino Cocchi presso Casa Marchetti di piazza CLN, 248 a Torino.

DAL 1891 A OGGI: I 133 ANNI DI COCCHI

Aperitivi a base di vino e bollicine cento per cento piemontesi: Cocchi produce, dal 1891, vermouth e spumanti tradizionali dell'Astigiano

Nata ad nel 1891 grazie al genio creativo e visionario di Giulio Cocchi, giovanissimo pasticcere di origini toscane, oggi il nome di Cocchi è celebre in tutto il mondo grazie alla produzione di vini aromatizzati – in particolare diversi tipi di Vermouth, il Barolo Chinato, l'Americano – e agli Alta Langa DOCG.

Dal fondatore Giulio Cocchi la casa vinicola ha ereditato un'inesauribile vivacità e una ricerca qualitativa che la porta a essere conosciuta e apprezzata in cinque continenti. A definire lo stile Cocchi sono quindi eleganza e autenticità: la qualità del vino e degli ingredienti, l'esperienza tecnica più che centenaria e una passione e una creatività mai venute meno negli anni.

Dal 1978, la casa astigiana Giulio Cocchi fa capo alla famiglia Bava, produttori di vini in Monferrato e Langa, che hanno modernizzato le tecniche di produzione ponendo le basi per quello che è tornato a essere un marchio di culto nel mondo.

Social: @cocchi1891 #cocchi1891 #Cocchi_VDTweek | Web a fondo pagina

MICHELE MARIOTTI – Italiano, Michele Mariotti, 34 anni, ha viaggiato e lavorato in tutto il mondo in alcuni dei migliori hotel bar prima di diventare nel 2020 Head of Bars al Gleneagles Hotel, nel Perthshire.

Nella iconica località scozzese, Michele è responsabile della supervisione dell'offerta di cocktail in tutti gli 11 locali di and beverage del Gleneagles.

I drink di Michele hanno un DNA classico con uno stile giocoso, ingredienti interessanti e twist. È appassionato dell'uso di ingredienti locali di stagione, dove possibile, e della loro conservazione in vari modi per utilizzarli tutto l'anno.

Michele ha iniziato la sua carriera come Senior Bartender all'interno dell'American Bar del The Savoy, dove ha svolto un ruolo importante nello sviluppo dei menu e degli standard di servizio, che hanno contribuito a far ottenere al bar innumerevoli premi e riconoscimenti a livello globale.

Dopo molti viaggi in Asia, ha contribuito al lancio di 7 Tales, un bar ispirato al Giappone all'interno di Sosharu, un ristorante di Jason Atherton. 7 Tales è stato inserito tra le top 10 best new openings in Tales of the Cocktail solo 2 mesi dopo l'apertura. Prima di lasciare Londra per Singapore, Michele è stato Assistant Manager al The Berkeley. Ha svolto un ruolo importante nella realizzazione di ‘Out Of The Blue'; un'esperienza bar immersiva al The Blue Bar dove gli ospiti venivano accompagnati in un viaggio emozionante progettato per migliorare l'esperienza del drinker con l'uso di proiettori a 360°, temperatura controllata e macchine per fragranze specializzate. Durante il suo periodo a Singapore, Michele ha aperto e gestito il MO Bar al The Mandarin Oriental Hotel – una proprietà Forbes a cinque stelle. Qui ha sviluppato importanti relazioni con i bartender locali e l'industria dell'ospitalità del Sud-Est asiatico, e ha posizionato il bar nella lista dei 50 Best Asian Bars entro un anno dall'apertura.

Michele si è unito al team di Gleneagles nel 2020 e ora guida i programmi dei bar, inclusi il lancio di nuovi menu per i bar The American Bar e Century Bar. Ispirandosi all'hotel stesso e ai suoi dintorni rurali di Perthshire, l'offerta del Century Bar è progettata per fornire la bevanda perfetta per ogni occasione e dare vita al bar per gli ospiti. Il menu è diviso in quattro sezioni uniche ispirate a alcuni dei paesaggi idilliaci della Scozia. Nel marzo 2022, Michele e il suo team hanno lanciato il menu Book of Berries al The American Bar, un omaggio ai botanicals trovati sulle colline circostanti di Perthshire. Ciascuno dei cocktail presenti in questo innovativo menu è realizzato con ingredienti provenienti innanzitutto dall'ecosistema di Gleneagles. Il Book of Berries è stato premiato come “World's Best Menu” da World's 50 Best Bars nel 2023. L'ultima iterazione del menu del The American Bar segue una serie di nuove attivazioni basate sulla mixology presso l'hotel di Perthshire con un focus su concetti di menu veramente innovativi e uso di ingredienti, tutto supportato da pratiche sostenibili.

Inoltre, Michele ha ottenuto 2 Pins per la Pinnacle Guide, la quale si è posizionata come la “Guida Michelin” del mondo del bar, ed è stato nominato per 4 premi a Class Awards, la rivista di bar più prestigiosa nel Regno Unito.

Premi e riconoscimenti

Durante il periodo di Michele al The Savoy:

– Finalista per Best International Hotel Bar in Tales of the Cocktail 2015

– Finalista per Best International Bar Team in Tales of the Cocktail 2015

– Finalista World Class UK nel 2015

– Finalista per Best International Bar Team in Tales of the Cocktail nel 2014

– Secondo posto al Nikka Perfect Serve UK finals nel 2014

– Finalista regionale World Class 2013 e 2014

– Finalista per Best Bar Menu in Tales of the Cocktail 2013

– Finalista per Best Hotel Bar in Tales of the Cocktail 2013

Durante il periodo di Michele a Sosharu:

– Inserito nella top 10 di Tales of the Cocktail 2016, International Best New Bar nel primo mese di apertura

– Selezionato per Best European New Bar dal Berlin Bar Convent entro quattro mesi dall'apertura

Durante il periodo di Michele al The Mandarin Oriental:

– Listed as 46th best bar in Asia in “50 best bars of Asia” within first year of operation

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi