Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Combattere lo spreco in cucina: Barilla lancia la nuova challenge su TikTok #SecondLifePasta

Per evitare gli sprechi alimentari nella quotidianità, Barilla ha chiesto a Marianna Vitale, chef del Ristorante una stella Michelin “Sud”, qualche utile suggerimento.
Photo credits: fonte ufficio stampa Omnicom PR Group

Se pensate che sostenibilità significhi solo riciclare attentamente i materiali, in occasione del World Pasta Day, Barilla vi sfida a ricredervi e propone così nuovi modi per combattere lo spreco alimentare in cucina. Confermando il proprio impegno a favore della cucina sostenibile, il brand invita infatti tutti i food lovers a dare una seconda possibilità alla pasta del giorno prima e compiere così un Gesto d’Amore per il pianeta.

“Il cibo non è semplicemente ciò che mettiamo nel piatto ogni giorno. È ciò che dà energia alla nostra vita. È benessere, cultura, convivialità, sono le risorse necessarie per produrlo e rappresenta il sostentamento di molte persone in tutto il mondo. Sono questi i veri valori del cibo che vogliamo preservare. È nostro dovere evitare sprechi, ridurre l’impatto del sistema alimentare sul pianeta e ispirare le persone a consumare ed apprezzare il cibo in modo responsabile”.

Si stima che ogni anno lo spreco alimentare ammonti a 570 milioni di tonnellate e che questo comporti l’8-10% di emissioni di gas serra; significa, cioè, che se lo spreco alimentare fosse un Paese sarebbe il terzo al mondo ad inquinare di più. È necessario, perciò, imparare ad usare tutti gli ingredienti a nostra disposizione e a trasformarli in deliziosi piatti.

La pasta è uno dei piatti più amati al mondo: ogni giorno vengono servite 438 milioni di porzioni e sono quindi tantissime le opportunità che abbiamo per rivedere le modalità per preparare i nostri piatti preferiti. Barilla invita così tutti i pasta lovers a dare sfogo alla propria creatività in cucina e a compiere, un piatto di pasta alla volta, un Gesto d’Amore per il pianeta. I piccoli gesti possono infatti portare a cambiamenti significativi e contribuire a un presente e un futuro migliori. Insieme, possiamo avere un impatto positivo sul pianeta.

Barilla invita tutti, ed in particolare la Gen Z, ad adottare un approccio sostenibile in cucina, sia attraverso nuovi metodi di cottura, come la Cottura Passiva, sia attraverso dritte per non lasciare ingredienti inutilizzati. L’obiettivo è avere ispirazione, far sì che si parli di spreco alimentare e di come combatterlo in modo creativo e sostenibile. Perciò, anziché riscaldare o buttare via ciò che non è stato consumato, sfruttate tutta l’inventiva e date alla #SecondLifePasta un’opportunità.

Barilla ha così coinvolto un gruppo di TikTokers che, accompagnando i contenuti con l’hashtag #SecondLifePasta, creeranno una nuova gustosa ricetta a partire da uno dei piatti di pasta più amati. Utilizzando la funzione di TikTok Stitch verranno riprese le ricette già esistenti per dare loro una nuova vita e creare nuove ricette, evitando lo spreco alimentare in modo divertente.

A sostenere un altro approccio da adottare nella vita quotidiana è Marianna Vitale, del Ristorante una stella Michelin “Sud” di Quarto (Na), che si è unita a Barilla nel promuovere l’importanza di evitare gli sprechi alimentari, anche attraverso la preparazione di ricette ancora più gustose nei giorni a seguire: “Credo che programmare le preparazioni sia oggi necessario più che mai per ottimizzare tempi e risorse. È un insegnamento che mi porto dietro sin da quando ero bambina: del resto, da sempre le nonne italiane pianificano i piatti con l’ottica di non avere sprechi e avere pasti pensati in base alla giornata. Ricordo infatti che i menù erano stabiliti per l’intera settimana e scelti rispetto al giorno, per il tempo di esecuzione, e mai per garbo. Ad esempio, le cotture lunghe venivano destinate ai giorni in cui si era certi di restare in casa, mentre i prodotti freschi si cucinavano solo se era possibile consumarli subito dopo l’acquisto. È un vero e proprio rituale della tradizione italiana da cui credo che sia fondamentale tornare a prendere ispirazione, per imparare, come da una sola preparazione, sia possibile avere più piatti e quindi una seconda vita della pasta, ma anche una terza o una quarta”.

In occasione del World Pasta Day, Barilla ci ricorda che ogni piccolo gesto può fare la differenza e che tutti abbiamo un ruolo nel ridurre lo spreco alimentare. È tempo di celebrare la #SecondLifePasta.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi