Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Libro fotografico di Giò Martorana “Généalogie”: metafore inedite reinterpretano il mondo dello Champagne

Eleganza, imprevedibilità, sogno, un briciolo di follia: sono questi gli ingredienti del mix narrativo che caratterizza “Généalogie”, il libro fotografico che la Maison di Champagne de Prestige de l’Aube Comte de Montaigne ha affidato alla regia creativa del celebre fotografo Giò Martorana. Partendo dai luoghi, dagli oggetti e dai colori del contesto in cui nascono le Cuvée della Maison, il suo sguardo visionario va oltre il brand per raccontare lo Champagne e la sua genesi con la forza evocativa di oltre cento scatti d’autore suggestivi e originali.
Photo credits: fonte Action Agency S.r.l.

“Questo libro è un tributo alla passione, all’arte, all’autenticità e al savoir faire – spiega Stéphane Revol, CEO di Comte de Montaigne – La creatività di Giò Martorana ha saputo reinterpretare i valori fondanti della nostra Maison attraverso metafore iconiche dal forte impatto visivo ed emotivo. Un vero e proprio sogno per immagini che ci porta a scoprire il mondo dello Champagne sotto una nuova luce”.

“Rendere omaggio all’affascinante universo dello Champagne rappresentandolo con uno sguardo felice e originale. Questa l’idea alla base dell’opera, una vera e propria metamorfosi artistica immagine dopo immagine – commenta Giò Martorana, fotografo e direttore creativo – “Généalogie” è un libro pensato in totale libertà di espressione. Gli scatti, realizzati con luce naturale tra l’Italia e la Francia, fanno dialogare tra loro, in un mix creativo, il paesaggio, la bottiglia, i colori e i luoghi di Comte de Montaigne, lasciando una porta sempre aperta all’immaginazione”.

Metafore iconiche, dalla bottiglia che affiora dalla terra alle immagini di Troyes

Autenticità, Cuore, Bon Vivre. È racchiusa in queste parole l’essenza del brand, che oggi si distingue sul mercato italiano per le sue Cuvée Premium e che in occasione del lancio del suo vintage “Généalogie 2008”, celebra in un’esclusiva opera di design editoriale non solo le sue origini e i suoi tratti identitari, ma quelli ditutti gli Champagne. Un libro unico nel suo genere, che rispecchia perfettamente l’anima della Maison, altrettanto unica per origini, vitigno principale e processo produttivo.

La creatività di Giò Martorana è totalmente libera da vincoli e si esprime in una continua metamorfosi nella quale colori e ombre si rincorrono, creando giochi di luce in un perfetto equilibrio fra realtà e fantasia. Dal vinile del 2008 con la “Généalogie Compilation” che suona in un giradischi, agli gli scorci più suggestivi di Troyes, dove si trova il quartier generale della Maison, alla bottiglia di Généalogie che affiora dalla terra alla sua rappresentazione astratta attraverso macchie di colore.

L’esperienza Généalogie al The St. Regis Venice

Le opere di Martorana saranno esposte per tre mesi in un allestimento fotografico al The St. Regis Venice, lo storico hotel in laguna che da sempre coniuga l’ospitalità d’eccellenza all’amore per l’arte, attivando collaborazioni con curatori e artisti di respiro . Inoltre, una sala dedicata a Généalogie ospiterà in maniera permanente una selezione di scatti del noto fotografo e gli ospiti dell’hotel avranno la possibilità di scoprire l’omonimo vintage della Maison in un esclusivo menu.

Un road show itinerante

L’allestimento fotografico al The St. Regis Venice è solo la prima di un road show itinerante, che toccherà per tre mesi ciascuna anche le città di Londra, Ibiza e .

“Questa esposizione fotografica rappresenta il primo progetto ideato e promosso dalla nostra Maison nell’ambito del riposizionamento che mira a promuovere la bellezza in ogni sua forma espressiva, dalla fotografia all’arte iconografica in genere. Ma non solo: nel 2023 ci faremo promotori di importanti progetti per dare visibilità ai giovani talenti della fotografia creativa, con borse di studio e corsi” prosegue Revol.

La collaborazione con Tipoteca Italiana

Per realizzare la stampa di “Généalogie”, Comte de Montaigne si è affidata all’eccellenza dell’arte tipografica: la Tipoteca Italiana (www.tipoteca.it) diCornuda (TV), che rappresenta il più importante polo museale al mondo sull’arte della stampa e della tipografia. La presentazione del libro si è svolta proprio all’interno della Tipoteca, confermando lo stretto legame con una realtà che, proprio come la Maison, ha tra i suoi valori principali la ricerca della perfezione e affonda le sue radici in una storia importante, in continua evoluzione fra tradizione e innovazione. Museo, archivio, biblioteca, stamperia, galleria e auditorium: sono le forme attraverso le quali Tipoteca coinvolge i visitatori.

Un’edizione esclusiva

Il volume fotografico, prodotto in tiratura limitata, sarà disponibile su assegnazione agli amici della Maison e ai membri del Club dei Cavalieri del Comte in un cofanetto di pregio contenente anche l’omonimo vintage.


A proposito di Comte de Montaigne
Cuore, autenticità e bon vivre. Sono questi i veri tratti identitari di Comte de Montaigne, Cuvée di Champagne de Prestige che da oltre cinque anni ha portato in Italia le finissime bollicine dell’autentico Champagne, importato nella Côte des Bar, ovvero nel territorio della Maison, nella regione dell’Aube, dalle Crociate del XIII Secolo. Cuvée di qualità Premium dalla forte personalità, nate nel rispetto dei tempi della natura, con un processo di vinificazione di 55 mesi.

A proposito di Giò Martorana
Attivo come fotografo professionista dal 1981, corrispondente ufficiale dell’agenzia Gamma di Parigi, si divide tra la fotografia di moda, il reportage, la pubblicità e il ritratto. Durante tutta la sua carriera ha lavorato per numerosi marchi di moda e abbigliamento, molti di rilevanza mondiale. I suoi servizi sono apparsi in prestigiose riviste italiane e straniere quali Vogue, Elle, Harper’s Bazaar, GQ, Marie Claire. Ha esposto le sue opere fotografiche in diverse città come Milano, New York, Parigi, Berlino, Montecarlo e Tokyo, pubblicando inoltre un significativo numero di fotografici con vari editori, tra cui “ Volti del Mare”, edito da Sellerio, i cui scatti sono valsi il premio Unesco alla fotografia nel 1999.

A proposito del The St. Regis Venice
Il The St. Regis Venice combina un comfort ultra moderno con il suo superbo passato denso di storia e arredi unici, vere e proprie opere d’arte. Situato in una posizione privilegiata accanto al Canal Grande e circondato dalla vista dei monumenti più iconici della città, il suo design celebra lo spirito di , vantando 130 camere e 39 suite, alcune delle quali impreziosite da terrazze private con viste impareggiabili sulla Serenissima. Il glamour senza compromessi si estende naturalmente al giardino e ai ristoranti e bar dell’hotel: il Gio’s Restaurant & Terrace, il St. Regis Bar e l’Arts Bar, luoghi ideali in cui rilassarsi e socializzare davanti a piatti e d’autore.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni
Fonte Articolo

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi