Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Con la nuova edizione di My Selection, McDonald’s rinnova il supporto alle filiere italiane DOP e IGP

Dal 2008 ad oggi, grazie alla collaborazione con Fondazione Qualivita, si contano 21 ingredienti certificati DOP e IGP, inseriti in 45 ricette, per un totale di 7000 tonnellate di materie prime utilizzate Tra gli ingredienti protagonisti di My Selection 2024, la Pera dell’Emilia – Romagna IGP, il Parmigiano Reggiano DOP, l’Aceto Balsamico di Modena IGP e il Pecorino Toscano DOP
Photo credits: fonte Italpress

McDonald's ribadisce e rafforza il suo impegno verso la filiera agroalimentare italiana con la sesta edizione di My Selection, la linea premium di burger selezionati da Joe Bastianich, nata per valorizzare i prodotti DOP e IGP italiani, la loro qualità e lo stretto legame con i territori.

McDonald's nel 2023 ha investito circa 415 milioni di euro all'anno nel comparto agroalimentare del Paese. Un impegno, quello verso le filiere, che si declina anche nel forte legame con i Consorzi di Tutela, con i quali l'azienda, grazie al prezioso supporto di Fondazione Qualivita, collabora dal 2008. Da allora sono stati portati sui vassoi dei clienti McDonald's 21 ingredienti DOP e IGP, inseriti in oltre 45 ricette, per un totale di 7000 tonnellate di materie prime utilizzate.

Una partnership virtuosa che da un lato ha l'obiettivo di ampliare la conoscenza e favorire la diffusione di prodotti DOP e IGP verso il grande pubblico, specie quello più giovane; dall'altro, ha lo scopo di supportare le filiere certificate. A questo si aggiunge il sostegno a una filiera in difficoltà come quella della Pera dell'Emilia-Romagna IGP, duramente colpita dalle alluvioni dello scorso anno, che troviamo nelle nuove ricette My Selection.

La nuova edizione di My Selection si inserisce in questo percorso grazie a ricette capaci di valorizzare le eccellenze del territorio: My Selection Parmigiano Reggiano & Salsa alla Pera, con carne 100% bovina da allevamenti italiani, Parmigiano Reggiano DOP, salsa alla Pera dell'Emilia-Romagna IGP e senape, salame italiano piccante affumicato; My Selection Pecorino Toscano DOP & Salsa Yuzu, con 100% petto di pollo italiano, Pecorino Toscano DOP, salsa all'agrume yuzu e pancetta italiana affumicata; My Selection BBQ, il perfetto abbinamento tra carne 100% bovina da allevamenti italiani, coleslaw, salsa BBQ con Aceto Balsamico di IGP.

Per questa nuova edizione verranno acquistate 65 tonnellate di purea di Pera dell'Emilia-Romagna IGP, 73 di Parmigiano Reggiano DOP, 70 di Pecorino Toscano DOP e 4,5 di Aceto Balsamico di Modena IGP.

«Siamo orgogliosi di riconfermare, con My Selection, il nostro ruolo accanto ai Consorzi di tutela del nostro Paese.» – commenta Giorgia Favaro, Amministratrice Delegata McDonald's Italia. «Questa partnership, coadiuvata dalla Fondazione Qualivita, ha per noi una grande rilevanza perché ci consente di rendere accessibili a tantissime persone prodotti Dop e Igp eccellenti e di investire nelle aziende agroalimentari italiane supportando anche filiere in difficoltà, come accaduto prima con il Pomodoro di Pachino Igp e ora con la Pera dell'Emilia-Romagna Igp.»

«Sono molto affezionato all'appuntamento con My Selection, un progetto a cui sono felice di contribuire e che racconta molto di me, della mia vita trascorsa tra USA e Italia, della mia passione per la cucina e del mio percorso professionale come imprenditore nella ristorazione.» – commenta Joe Bastianich – «Anche quest'anno abbiamo fatto del nostro meglio per stupire chi proverà i nuovi panini, selezionando con cura sapori e ingredienti di qualità: siamo davvero entusiasti del risultato!»

Mauro Rosati, Direttore Generale Fondazione Qualivita, ha dichiarato: «I prodotti DOP IGP non sono solo delle icone ma rappresentano un importante valore economico per il settore agroalimentare italiano. Il percorso tracciato in questi anni in Italia da McDonald's con la collaborazione di Fondazione Qualivita e dei Consorzi di Tutela rappresenta una vera best practice a livello mondiale e dimostra che il valore delle Indicazioni Geografiche può rappresentare un vantaggio competitivo per tutta la filiera e un incontro con la qualità per i consumatori.»

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi