Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Dolcissimo febbraio in Istria

Non solo San Valentino: la dolcezza si celebra in Istria centrale fino alla fine di febbraio con le “Giornate delle prelibatezze al miele”, kermesse dedicata a uno dei prodotti gastronomici più preziosi della regione croata. Ma il miele qui si può conoscere tutto l’anno, percorrendo la “Strada del miele” o nelle “Giornate delle prelibatezze” in programma a Parenzo in autunno.
Photo credits: fonte ufficio stampa – Miele © ET Istria Centrale

San Valentino è imminente, ma la dolcezza in Istria si festeggia fino alla fine di febbraio (con replica in autunno): stiamo parlando delle “Giornate delle prelibatezze al miele in Istria centrale”, manifestazione che rende onore a uno dei prodotti della terra più preziosi della regione croata: arrivata alla sua ottava edizione, la kermesse punta a coinvolgere i ristoranti e le konobe (trattorie) nell'area di Pazin (Pisino), affascinante borgo nel cuore dell'Istria, noto per aver ispirato lo scrittore Jules Verne per l'ambientazione del romanzo Mathias Sandorf. Qui, fino al 29 febbraio, tra colline e fortezze medievali, si potranno assaggiare diverse specialità tipiche arricchite dal miele e da altri prodotti dell'apicoltura: sette i ristoranti coinvolti nell'iniziativa, dove vengono proposti menù diversi (da € 20 a € 35 per tre portate) sul fil rouge della dolcezza, con piatti come “mousse di ricotta fatta in casa al miele, servita su crema di zucchine”, “carne fredda istriana, cipolla rossa sottaceto con miele, crema di prosciutto, pane tostato”, “gnocchi con pancetta e salsicce in salsa di salvia e miele” o ancora il “savarin di semolino con frutta secca al miele e profumo di olio d'oliva”. Qui di seguito l'elenco dei ristoranti aderenti.

Agriturismo Stara štala a Borut (aperti ven-dom);

Boljunska konoba a Boljun – Bale/Valle (chiusi martedì);

Konoba Dišpet a Pićan (aperti gio-dom);

Konoba&pizzeria 2.Peron a Cerovlje (chiusi lun-mar);

il ristorante e pizzeria Tinjanski vijulin a Tinjan (chiusi lunedì);

Tomažova konoba a Sv. Lovreč (aperti ven-dom);

Konoba Doma a Sv. Petar u šumi (chiusi martedì).

Il miele istriano, un prodotto da conoscere tutto l'anno

La tradizione affonda le sue radici nella presenza asburgica in Istria, quando l'imperatrice Maria Teresa fece dell'apicoltura un'attività agevolata: «Affinché l'apicoltura diventi comune tra il popolo, viene esentata per sempre dal pagamento di qualsiasi imposta o dazio… “, fu scritto nella legge sull'apicoltura del 1775. Oggi questo prodotto si può conoscere, degustare e acquistare lungo la “Strada del Miele” che, insieme a quelle del vino e dell'olio extravergine, permette ai visitatori di conoscere le ricchezze enogastronomiche della piccola regione croata.

La stagione vera e propria del miele, in Istria, ha inizio ad aprile, con la raccolta del miele da frutta e di quello di tarassaco, estratti fino a maggio. Poi iniziano i trasferimenti di alveari e apicoltori, autentici nomadi, alla ricerca delle acacie che permettono di produrre un miele di alta qualità e straordinariamente profumato. Durante questo periodo le api raccolgono pure il nettare della salvia. A giugno, gli apicoltori si trasferiscono invece dove ci sono i castagni, per poi tornare “a casa” verso la metà di settembre, per concentrarsi sull'erica e su altre piante da fiore. Oltre all'appuntamento con le Giornate del Miele dell'Istria centrale, l'appuntamento per appassionati sarà replicato nel mese di ottobre a Poreč (Parenzo), frizzante città di mare affacciata sull'Adriatico.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi