Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Doppia tappa sulle colline faentine per l’Albana Dèi 2023

Appuntamenti a Brisighella l’8 ottobre e alla Torre di Oriolo il 22.

Come consuetudine di questi ultimi anni, dopo “l'anteprima” avvenuta a Bertinoro nell'ambito dell'evento Vino al Vino il primo di ottobre, parte ufficialmente la nuova edizione della selezione enologica Albana Dèi, da un'idea di Carlo Catani e Andrea Spada, promossa e coordinata dal Consorzio Vini di Romagna.

«L'evento, arrivato all'XI edizione, è finalizzato, da sempre, a portare attenzione a un vitigno straordinario e solo romagnolo, da cui si originano vini di grande personalità che meritano di essere conosciuti e goduti dal pubblico più ampio, andando ben oltre i confini regionali e nazionali» sottolinea Roberto Monti, Presidente del Consorzio Vini di Romagna.

Un evento come sempre itinerante che toccherà nei fine settimana alcuni dei borghi e delle location più significative e suggestive della Romagna, a partire da due splendide location delle colline faentine: Brisighella, (Vineria Coramella via Gattamarcia 3) domenica 8 ottobre dalle 15 alle 19, e la Torre di Oriolo, domenica 22 dalle 14 alle 18.30.

In entrambe le location sarà presente un banco d'assaggio per dar modo al pubblico di degustare e apprezzare i sette vini finalisti dell'Albana Dèi, tutti rigorosamente Romagna Albana DOCG Secco. Alcuni sono le nuove annate di “vecchie conoscenze”, che hanno partecipato e addirittura vinto in passate edizioni. Altri, sono vini arrivati in finale per la prima volta. Ecco l'elenco completo, in rigoroso ordine alfabetico del nome del produttore: Albana Mia 2022 – Baccarini Guido di Faenza,

Colombarda 2022 – Tenuta Colombarda di San Vittore di Cesena, Codronchio 2021 – Fattoria Monticino Rosso di Imola, G.G.G. 2021 – Giovannini di Imola, Albarara 2022 – Tenuta Santa Lucia di Mercato Saraceno, Vigna Rocca 2022 e Vitalba 2022 entrambi di Tre Monti di Imola.

I vini finalisti sono stati selezionati “alla cieca” a fine settembre da una giuria tecnica composta da critici delle principali guide dei vini e . Il responso della giuria tecnica definirà l'assegnazione del premio ai migliori Romagna Albana DOCG in versione secco. Il pubblico, chiamato ad assaggiare e votare i vini finalisti, concorrerà ad attribuire “L'Indigeno del Cuore – premio Valter Dal Pane” al miglior vino da uve Albana in versione secco.

Le premiazioni avverranno nel mese di dicembre.

Per informazioni: info@romagnavini.it

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Giancarlo Garoia

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi