Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Due bollicine e un Bianco: il brindisi di fine anno è con i vini Fantini!

Diamo addio a questo (poco fausto) 2022 con un prosit che sia davvero beneaugurante per il 2023: servono però le bottiglie giuste. Noi vi proponiamo i due Gran Cuvèe, Bianco e Rosato e l’avvolgente Edizione Bianco!
Photo credits: fonte ufficio stampa

Un per dirsi addio senza rimpianti, persino senza rancore. Ma purché la si chiuda qui, eh… Il 2022 è stato un anno difficile per tanti aspetti, dalla coda della pandemia al dramma della guerra, fino all'angoscia dettata dalla crisi economica. Insomma, non lo rimpiangeremo di certo. Salutiamolo, allora, festeggiando in realtà la sua conclusione, se ne vada per sempre, e semmai dando un caldo benvenuto a un 2023 che andrà accolto al meglio, con attenzione beneaugurante, perché non ci riservi ulteriori delusioni e difficoltà. Facciamolo dunque con un buon vino, questo brindisi catartico, liberatorio. Ad esempio, con una delle bottiglie di Fantini.

“Se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare.

Se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare.

Se non succede niente si beve per far succedere qualcosa”.

(Charles Bukowski)

Il gruppo Fantini, fondato in nel 1994 e che in pochi anni è diventato l'azienda leader tra quelle esportatrici del Sud Italia, grazie a un'attenta politica votata alla più alta ricerca qualitativa e di marketing – propone infatti nel suo catalogo vini ideali per celebrare al meglio il passaggio di consegne tra il 2022 (a mai più rivederci!) e il 2023 (non fare scherzi!). Sarà bello brindarvi augurandosi, come è stato scritto, 12 mesi paghi, 52 settimane felici, 365 giorni incantevoli, 8.760 ore uniche, 525.600 minuti indimenticabili e 31.536.000 secondi che tolgano il fiato. Per non rovinare questa ritualità vagamente apotropaica, scegliete la bottiglie giusta. Eccovi le nostre proposte. Partendo dalle bollicine….

Gran Cuvée

Le uve, provenienti dai vigneti più vecchi (si tratta di vitigni bianchi autoctoni abruzzesi), sono state raccolte manualmente nel pieno della maturazione. Dopo un'attenta selezione subiscono una pigia-diraspatura seguita da una breve macerazione a freddo con le bucce. Il mosto ottenuto dopo chiarificazione statica, fermenta in serbatoi di acciaio alla temperatura controllata di 16-18 °C. Dopo 3 mesi di affinamento sulle fecce fini, avviene la presa di spuma in piccole autoclavi di acciaio secondo il metodo Charmat. Il Gran Cuvée di Fantini è un vino fresco e di piacevole aromaticità, per consumatori giovani e dinamici. Il colore è brillante di un paglierino scarico. Naso complesso con ampio ventaglio di profumi che vanno dagli agrumi verdi ai sentori floreali, il tutto amplificato dal perlage fine e persistente. Al palato è elegante, minerale, sapido, fresco e molto ben equilibrato. Si abbina particolarmente bene con tutte gli antipasti di pesce. Perfetto per cenoni o… pranzoni delle feste!

Gran Cuvée Rosé Fantini

Il Gran Cuvée Rosé di Fantini è caratterizzato da un colore melograno, e da un perlage fine e persistente. Al naso si apre con profumi intensi di ciliegia matura, ribes, fragoline di bosco e lamponi. Al palato risulta aromatico e di buon corpo, equilibrato da una buona freschezza. Nasce in vigneti situati nel comune potentino di Acerenza, in . È prodotto esclusivamente con uve Aglianico del Vulture, vendemmiate a mano e pressate intere. La fermentazione avviene in vasche di acciaio inox a una temperatura controllata di 12°C, per 20 giorni. Segue una lenta presa di spuma in piccoli autoclavi, per 60 giorni. Da abbinare benissimo con antipasti di pesce e con i piatti classici della cucina giapponese e asiatica.

Edizione Bianco Fantini

Il “fratellino” del long seller di prestigio di Fantini Group, il celebre Edizione Cinque Autoctoni (un rosso), è un bianco di grande struttura, per questo ve lo proponiamo anche per i festeggiamenti di fine anno. Perché è spettacolare. È un blend di tre varietà autoctone da altrettante regioni: Abruzzo, Basilicata e , dunque Pecorino, Fiano e Grillo. Colore giallo paglierino, al naso offre un bouquet complesso con note esotiche, accattivanti e fruttate di mango, papaia, lime e pompelmo rosso, abbinate a sentori di erbe aromatiche come citronella, melissa, menta e tè verde. Un vino di lunga persistenza, ricco di sfumature. Ottimo con crostacei, antipasti a base di pesce e pesci al forno. Da provare con prosciutto e formaggio, creme e minestre delicate. Insomma: perfetto per il cenone!


FANTINI
Fondata ad Ortona nel 1994 da un gruppo di imprenditori del vino guidati dall'attuale ceo Valentino Sciotti e dall'enologo Filippo Baccalaro, Fantini Group riunisce 12 grandi realtà enologiche del Sud e Centro Italia, con un modello di business di successo; produce e distribuisce vini di alta qualità ed esporta in tutto il mondo attraverso una ramificata rete di importatori e distributori (oltre 28 milioni di bottiglie). L'azienda genera la gran parte dei ricavi al di fuori dell'Italia: i suoi principali mercati sono la Germania, la Svizzera, il Canada, l'Olanda, il Belgio e il Giappone. Il suo fatturato è cresciuto dai 79 milioni del 2019, agli 82 milioni nel 2020e ha raggiunto i 90 milioni del 2021, nonostante le difficoltà del canale Horeca. Per il 2022 è prevista un'ulteriore crescita a 93 milioni di fatturato. Nel 2020 Fantini Group è stato acquisito da Platinum Equity.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi