Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Enrico Arena presenta il nuovo menù “a quattro mani” con lo Chef Giovanni Sorrentino (Bib Gourmand Michelin)

Giovedì, 11 aprile, evento speciale con menù degustazione.
Photo credits: fonte ufficio stampa

Con l'ingresso della stagione primaverile, Enrico Arena ha messo a punto un nuovo menù e per deliziare i palati dei suoi affezionati clienti, il talentuoso pizzaiolo casertano si è avvalso della collaborazione dello Giovanni Sorrentino, patron del ristorante “Gerani” di Sant'Antonio Abate, in provincia di , Bib Gourmand della Guida Michelin dal 2016.

L'estro di Enrico Arena unito all'esperienza e alla sapiente maestria di Giovanni Sorrentino hanno permesso di realizzare un esclusivo menù “a quattro mani”, in virtù del quale, per tutta la primavera e l'estate , sarà possibile gustare fritti, pizze e dessert realizzati con prodotti di stagione e con materie prime di assoluta qualità.

Per celebrare questo speciale connubio, giovedì 11 aprile 2024, dalle ore 20:30, Enrico Arena e Giovanni Sorrentino saranno protagonisti di una cena degustazione, al costo di 25 euro a persona, a Santa Maria Capua Vetere (Ce), presso il locale “Enrico Arena – Pizzeria e Cucina Tipica Napoletana”, sito in via del Consiglio d'Europa, 54. Un vero e proprio percorso sensoriale, che sarà così composto: un fritto con calice di vino abbinato; 4 spicchi diversi di pizza, con un calice di vino abbinato ad ogni spicchio; per dessert, Pizza Dolce arancia e cioccolato o Bombolone ricotta e pera

Le “new entry” dell'esclusivo menù di Enrico Arena sono le seguenti:

Fritti:

  1. ● Nerancino: forma di arancino con risone di Gragnano, provola, zucchine, basilico e fiori di zucchine.
  2. ● Croccantino di mare: timballetto di totani, patate, fiordilatte e salsa tartara.
  3. ● Bocconcino a sorpresa: bocconcino di fior di latte fritto ripieno di gamberi, pomodori secchi, olive, arancia e peperoncino.

Pizze:

  1. ● Carciuffulella: Carciofo in diverse consistenze, provola affumicata, lardo di colonnata all'uscita, salsa menta e peperoncino.
  2. ● Puntalice: Crema di mozzarella di bufala, puntarelle, colatura di alici di cetara, alici , crumble al parmigiano e finocchietto.
  3. ● Tonnata: Fior di latte, roast beef di vitello, spuma di salsa tonnata , pomodori secchi, fiori di cappero ed erba cipollina.
  4. ● Primmavera: Fiordilatte, cipollotto, asparagi, fave, piselli, coste di bietola in agrodolce, polvere di olive nere, guanciale e uovo marinato.

Dessert

  1. ● Arancia e Cioccolato: Pizza ripiena di arance caramellate e crema al cioccolato fondente.
  2. ● Bomba Ricotta e Pera: Impasto di bombolone classico ripieno di ricotta mantecata con dadini di pera caramellati, mascarpone, panna e zucchero e servito con ciuffi di panna e pere caramellate.

Giovanni Sorrentino è uno chef di lungo corso, tra i più apprezzati su tutto il territorio . Muove i primi passi alla Sonrisa di Sant'Antonio Abate, come allievo dello chef Andrea Cannavacciuolo (papà di Antonino) e proseguiti, poi, con un viaggio in Francia a 18 anni ed il lavoro presso una Brasserie di Parigi. Da lì in poi, la sua carriere è stata tutta un crescendo con Gennaro Esposito alla Torre del Saraceno, poi alla corte di Alain Ducasse nella sua “L'Andana – Tenuta la Badiola”, l'Angiolieri di Seano, Chalet D'Adrien nella Svizzera Francese, solo per citare alcune delle esperienze più significative di Giovanni Sorrentino che oggi “coccola” i palati dei clienti del ristorante “Gerani” di Sant'Antonio Abate, Bib Gourmand della Guida Michelin dal 2016.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi