Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Esce “Cuvée Alain” di Orto di Venezia

Una Cuvée speciale per una persona speciale.
Photo credits: fonte ufficio stampa

L'unicità di Orto di è legata alla sua storia, al luogo, alle persone che hanno interagito alla sua creazione e a ciò che contiene ogni bottiglia. Non è soltanto l'unico vino autentico di tutta la Laguna Veneziana, è il frutto di un grande imprenditore, Michel Thoulouze, che ha avuto l'intuizione di sfruttare una testimonianza, una mappa del ‘700 che indicava quella terra sull'isola di Sant'Erasmo, acquistata per farne una casa, come il “Vitigno del Nobil Uomo”, e di chiedere aiuto e supporto a due suoi grandi amici (Claude Bourguignon e Alain Graillot) per trasformarlo in un grande vino.

Senza di loro e senza Alain in particolare, oggi non ci sarebbe Orto di Venezia

Scomparso nel Marzo 2022, è stato prima amico e poi anche consulente di Michel, fin dagli albori del progetto. Maxime e Antoine hanno accolto con immenso piacere l'idea di Michel di ricordare Alain con questa speciale bottiglia. Cuvée Alain è il frutto dell'assemblaggio delle migliori botti di acciaio di Orto di Venezia, messe poi per 12 mesi in una barrique usata, proveniente direttamente dal Domaine Alain Graillot. Il risultato è un vino bianco ancora più persistente, dal corpo più pronunciato, potente ma ugualmente fresco, ricco di mineralità e dai sentori iodati. E' perfetto per essere affinato in bottiglia per anni per regalare qualcosa di unico. Maxime e Antoine hanno avuto l'occasione di assaggiarla direttamente dalla botte e ne sono rimasti assolutamente entusiasti, esclamando “C'est un Grand Flacon!”.

La Cuvée Alain è un'edizione limitata di sole 400 bottiglie, suddivise tra 0,75cl e magnum e viene proposta in cantina al costo rispettivamente di 120euro e 250euro.

Ma come è nato il blend di Orto di Venezia ?

Alain e Michel organizzarono una visita da Rauscedo, il più grande vivaio di barbatelle al mondo. Lì si possono trovare piccole bottiglie con tutti gli uvaggi del mondo, si può sperimentare e lì è nata la magia di questo grande vino con Malvasia Istriana e Vermentino. Una visita illuminante, tant'è che gli stessi titolari del vivaio, dopo aver visto in azione Alain, chiesero a Michel: “qui vengono esperti da tutto il mondo ma non abbiamo mai visto nessuno con un palato del genere, puoi prestarcelo mezza giornata ?”

Alain Graillot era ed è considerato il Papa di Crozes-Hermitage e Saint-Joseph. Ha fondato negli anni ‘80 il suo omonimo Domaine nella Valle del Rodano, sulla pianura de La Roche-de-Gun, nella Valle del Rodano. Pragmatico, visionario e con un palato eccezionale, ha iniziato ad utilizzare un approccio di vinificazione a grappoli interi per creare vini riconoscibili, fedeli al territorio e con una forte identità. Ha aiutato negli anni diverse aziende a creare piccoli grandi capolavori, come Orto di Venezia, il miglior vino bianco che lui abbia mai fatto (sua profonda convinzione). Oggi i figli Maxime e Antoine ne hanno preso le redini seguendo i preziosi consigli del padre e la consapevolezza dell'importanza della tradizione di famiglia e hanno voluto proseguire la collaborazione con Orto di Venezia, sposando questo nuovo progetto: “Per noi è un onore ricordare nostro Padre con questa bottiglia speciale. Orto era un vino che amava e che rappresenta a pieno ciò è stato il suo credo nel mondo del vino. La Cuvée ne è un'espressione meravigliosa.”

Michel Thoulouze: “Questo vino è il prodotto, o meglio, il ricordo di un'Amicizia profonda”.

Da oggi la Cuvée Alain è disponibile solamente in cantina e su ordinazione.

Orto di Venezia

via de le Motte, 1 – Isola di Sant'Erasmo

30141 Venezia (VE)

orto@ortodivenezia.com

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi