Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Giornata Mondiale del Latte: 8,5 milioni di tonnellate l’anno raccolte dalle cooperative

In occasione del World Milk day, la Cooperazione lattiero casearia attraverso il progetto “Think Milk, Taste Europe, Be Smart” ricorda i numeri che fanno del settore uno dei principali pilastri dell’agroalimentare nazionale.

“Oggi il settore lattiero caseario rappresenta il primo comparto dell'agroalimentare con ricavi che hanno toccato nel 2021 quasi 17 miliardi di euro e in questo panorama le oltre 600 cooperative ricoprono un ruolo di rilevanza strategica. Grazie al lavoro di oltre 17.000 stalle associate, vengono raccolti quasi 8,5 milioni di tonnellate di latte l'anno, oltre il 65% del latte prodotto in Italia”.

È quanto sottolinea Giovanni Guarneri, Coordinatore del settore lattiero caseario di Alleanza delle Cooperative, in occasione del 1° giugno, data in cui ricorre il World Milk Day, istituito dalla Fao nel 2001 con il duplice scopo di valorizzare il prodotto e le sue proprietà nutrizionali ma anche tutto l'indotto socioeconomico che il settore lattiero-caseario è in grado di favorire a livello globale.

La filiera lattiero casearia è responsabile del 10,8% del fatturato totale dell'industria agroalimentare nazionale con ricavi che sfiorano i 17 miliardi di euro e una bilancia commerciale positiva pari a 493 milioni di euro (Fonte: ISMEA, Ottobre 2022).

In questo panorama articolato, dove intervengono a più livelli diversi attori, il sistema lattiero caseario cooperativo, con le sue oltre 600 imprese diffuse in tutta Italia (in particolare al nord), garantisce, attraverso la raccolta e la trasformazione del latte, 15.000 posti di lavoro e un reddito a centinaia di migliaia di famiglie oltre a contribuire al mantenimento degli ecosistemi antropici, specie nelle aree montane o svantaggiate più a rischio di spopolamento.

La cooperazione lattiero casearia, oltre ad avere il merito di generare valore per poi redistribuirlo nel territorio di produzione e saper preservare la tenuta della filiera, è anche impegnata da anni nella valorizzazione del latte e dei suoi derivati, attraverso dei nuovi paradigmi di comunicazione.

Ne è un esempio il progetto “Think Milk, Taste Europe, Be Smart”, promosso dal Settore Lattiero Caseario dell'Alleanza delle Cooperative, realizzato da Confcooperative e cofinanziato dalla Commissione Europea. Il progetto, nello specifico, nasce con l'obiettivo di aumentare il grado di consapevolezza dei consumatori e dei media nei confronti del latte e dei suoi derivati (formaggi e yogurt), contrastando le numerose fake-news esistenti sul settore e proponendo un'informazione corretta, documentata ed aggiornata.

Per maggiori informazioni visita il sito del progetto promosso dal Settore Lattiero Caseario dell'Alleanza delle Cooperative Agroalimentari realizzato da Confcooperative e cofinanziato dalla Commissione Europea sul link sotto riportato oppure seguici sui social INSTAGRAM @thinkmilk_tasteeu; FACEBOOK Think Milk, Taste Europe, Be Smart e YOUTUBE Think Milk, Taste Europe, Be Smart.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Francesca Goffi

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi