Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

HORECA: il business del bar non cresce? Ecco i sintomi del problema che i gestori devono imparare a riconoscere. E la cura

Ogni mese in un locale entra il 50% di clienti nuovi e altrettanti se ne perdono. Come impostare campagne di Marketing online e offline per avere un successo stabile e duraturo. “Nessuna università di economia si occupa del tipo di imprese per cui noi operiamo. Siamo l’unica realtà specializzata nel settore”.
Photo credits: fonte ufficio stampa

BAR WARS – Vincere la guerra dei locali –, servizio di consulenza e formazione nato dalla fortunata esperienza sul campo di Luca Malizia e Ilias Contreas fondatori e titolari di diverse attività e della più grande scuola per bartender d'Europa, MIXOLOGY Academy, continua nella sua missione di aiutare i gestori di locali non solo a non chiudere, ma ad avere successo.

Quali sono i sintomi dei problemi che impediscono al business di un locale di decollare o addirittura ne determinano la fine?

Spiegano Malizia e Contreas: ”Ogni mese un bar perde il 50% dei suoi clienti e ogni mese varca la soglia di quel locale un 50% di clienti nuovi. Si tratta di un equilibrio precario. Se si verifica tale situazione le attività rimangano a galla, ma basta una crisi come quella pandemica perché si verifichi una moria di insegne”.

Dopo il corso “Alla Conquista dei Clienti”, che aveva lo scopo di porre le basi per massimizzare gli utili sui clienti acquisiti, il prossimo appuntamento formativo di BAR WARS, dal titolo “Apocalypse BAR! Fino all'ultimo cliente”, sarà quindi focalizzato su come trasformare gli avventori casuali in clienti acquisiti mantenendo tutti gli altri, per arrivare a raddoppiare il fatturato, utilizzando le tecniche del Marketing online e offline. Ogni evento di Bar Wars va sempre più in profondità per analizzare aspetti diversi e progressivamente più complessi della gestione del proprio bar business.

“Apocalypse BAR! Fino all'ultimo cliente” si terrà dal 28 novembre al 1 dicembre a Mendrisio (Svizzera), all'Hotel Coronado. 4 giorni intensi per imparare a portare clienti nel proprio locale facendoli spendere sui prodotti che fanno marginare di più e fidelizzandoli.

Avvertono Malizia e Contreas: “I gestori sono concentrati su loro stessi, sul menu, sul conto in banca, mentre la ricchezza del loro business sono i clienti, non i prodotti e nemmeno i servizi offerti. Bisogna assolutamente imparare a comunicare con loro per scoprire cosa vogliono, come lo vogliono e capire come darglielo. Una volta fatto questo, occorre dirgli che tu hai esattamente quello che stanno cercando e che nessun altro gli sta dando. Noi insegniamo come acquisire e legare un cliente per sempre, dimenticando i concorrenti”.

I segnali che indicano di avere bisogno di una inversione di marcia nella gestione del proprio bar?

  • Il locale non è pieno come si vorrebbe e i numeri, alla fine del mese, non sorridono affatto
  • Il locale ha appena aperto ed è vuoto con il rischio di ritrovarsi in breve tempo coi debiti fino al collo
  • Il titolare ha imparato che bisogna fare eventi, ma si improvvisa da barista a marketing manager e…i clienti non arrivano
  • Ci sono clienti “buoni”, soddisfatti dell'offerta e non frenati dai costi, e clienti concentrati solo sul risparmio e il titolare struttura l'offerta nello stesso modo per entrambi i target

Come la pubblicità online e offline può aiutare a ‘guarire' queste situazioni?

“Quando un cliente è dentro il bar o locale, è già tardi – continuano Malizia e Contreas -. Tu non puoi semplicemente aspettare che la gente arrivi per caso al tuo tavolo, ma devi influenzare il mercato e persuaderlo per attirare nuovi clienti attraverso un percorso -funnel di marketing- che lo accompagnerà per tutta la vita. Questi sono principi che non ti insegnano nemmeno nelle università di economia più blasonate! Nessun ente accademico si occupa del tipo di imprese per cui noi operiamo. Siamo l'unica realtà specializzata nel settore”.

La più grande paura di ogni imprenditore è fare investimenti sbagliati e questo li frena nell'investire in comunicazione, pensando che sia ‘una cosa da grandi aziende'. “Individuare gli investimenti in comunicazione che arricchiscono si può e al corso si imparerà a riconoscerli e misurarli. Da imprenditore devi essere in grado di vedere da anni luce di distanza i segnali che ti stanno dicendo se un investimento è giusto oppure no e il prossimo corso di Bar Wars aiuta proprio a capire quali sono per investire in pubblicità con la certezza di aver fatto la mossa giusta”.

La prima cosa da imparare, comunque, è leggere i numeri del proprio business: “A volte sei convinto di vendere tanto un , una o qualsiasi altra cosa, senza renderti conto che ‘quel' prodotto ti sta portando al fallimento. L'analisi dei numeri sarà anche una gran rottura, ma è quella che ti salva e fa la differenza tra un imprenditore bravo e uno che porta i in tribunale per chiudere bottega”.

Per avere informazioni sul corso si può prenotare un appuntamento telefonico con uno dei Tutor di Bar Wars attraverso il modulo di contatto che si trova sul sito www.barwars.it

Il soggiornare a Mendrisio: Bar Wars ha stretto una convenzione con l'Hotel Coronado. In più, all'iscrizione si riceve una lista di altre sistemazioni consigliate.

Per chi non può partecipare in presenza è possibile acquistare la videoregistrazione dell'intero evento con tanto di manuale e trascrizioni inviate a casa.

I docenti

Luca Malizia

Cofondatore di BAR WARS e MIXOLOGY Academy, nonché autore dei libri della collana “Bar Strategy”. Esperto di vendita e formatore, ha portato diverse aziende del settore bar dal fallimento al successo con strategie di vendita vincenti.

Ilias Contreas

Socio storico di Luca Malizia nelle varie aziende che hanno in comune e Direttore Marketing del gruppo societario. Un vero maestro quando si parla di funnel per trasformare le persone in clienti paganti attraverso i più avanzati strumenti online e la cara ‘vecchia' carta stampata.

Gabriele Costanzo

Cofondatore e responsabile “Copy” di Cocktail Solution e altri brand che si occupano di organizzare eventi e consulenza, oltre ad avere il suo cocktail bar. Insegnerà l'arte dello scrivere per vendere, il “copywriting”.

Angelo Pinelli

Co-autore del libro “Smettila di fare solo il barman” insieme a Gabriele Costanzo e socio di Cocktail Solution. Bar Manager per molti anni, ora è co-proprietario di Triplo Cocktail Bar. Esperto di menù strategy e di tecniche di vendita dietro al bancone.

Antonio Mancino

Responsabile amministrativo e Direttore finanziario di MIXOLOGY Academy, nonché consulente per una holding svizzera con aziende milionarie. Una enciclopedia umana che aiuterà ad orientarsi nella giungla della fiscalità.

In foto: da sinistra Ilias Contreas e Luca Malizia

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi