Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Il Central è il Miglior Ristorante del Mondo Secondo The World’s 50 Best Restaurants 2023

La classifica dei World’s 50 Best Restaurants è stilata grazie ai voti di oltre mille esperti del settore gastronomico. Anche i ristoranti peruviani Maido, Kjolle e Mayta compaiono nell’elenco.
Photo credits: Virgilio Martínez © Promperù

Per la prima volta nella storia dei The World's 50 Best Restaurants, il miglior ristorante del mondo si trova in America ed è peruviano. Il primo posto ottenuto dal Central dimostra che la nostra gastronomia si sta posizionando e rafforzando nel mondo. La lista comprendeva anche altri tre ristoranti peruviani: Maido (6° posto), Kjolle (28° posto) e Mayta (47° posto).

“Non si tratta di essere il migliore, ma di amare ciò che si fa” ha affermato con orgoglio lo Virgilio Martínez durante il suo discorso di ringraziamento al Palau de les Arts di Valencia, in Spagna.

Anche Pía León, responsabile di Kjolle, nonché compagna e moglie di Martínez, è salita sul palco per i ringraziamenti. “Guardare sempre indietro, osservare i passi che abbiamo compiuto e riflettere” ha affermato.

Questo risultato coincide con la recente uscita di “Virgilio”, un documentario di Netflix che ripercorre la sua vita, il suo approccio alla gastronomia e la sua carriera. Nel 2008, Martínez ha aperto Central a Lima con l'obiettivo di offrire un'esperienza culinaria basata su ingredienti e tecniche peruviane. Sviluppando il suo concept, ha creato un menu che guida i commensali attraverso 15 ecosistemi peruviani classificati per altitudine. Ogni piatto evidenzia l'origine dei suoi ingredienti, da Valle Seco (gamberi, zucca loche e avocado) ad Agua Amazónica (pesce pacu, anguria e foglie di coca).

È opportuno ricordare che la classifica The World's 50 Best Restaurants fu ideata dalla rivista britannica Restaurant nel 2002. Un panel di oltre mille esperti di gastronomia partecipa al processo attraverso un sistema di votazione strutturato e controllato.

TURISMO GASTRONOMICO

PROMPERÚ promuove la cucina peruviana come componente essenziale dell'industria turistica. Pertanto, nell'ambito delle proprie competenze, cerca di incrementare i flussi legati al turismo gastronomico , promuovendo esperienze e prodotti turistici che abbiano la cucina peruviana come componente fondamentale.

La promozione della gastronomia coinvolge gli attori dell'intera filiera produttiva, rivaluta l'identità multiculturale e l'enorme biodiversità, e permette di promuovere il Perù come una destinazione turistica ineguagliabile, che possiede un grande valore aggiunto grazie alla sua cucina.

PROMPERÚ promuove anche la gastronomia attraverso marchi di settore come Pisco, Spirit of Peru, Cafés del Perú e Super Foods Peru, che promuovono le esportazioni peruviane a livello internazionale.

Occorre sottolineare che la gastronomia è tra le principali motivazioni che spingono i turisti stranieri a visitare il Paese. I viaggiatori spinti dalla cultura gastronomica del Perù spendono più della media degli altri visitatori e soggiornano più a lungo nel Paese.

Si prevede che nel 2023 visiteranno il Paese circa 300.000 visitatori stranieri le cui motivazioni includono la degustazione della gastronomia. Questi viaggiatori saranno principalmente millennials (54%) e Generazione X (21%) provenienti da Paesi dell'America Latina, oltre che da Stati Uniti e Spagna.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Global Tourist

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi