Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Il funzionamento della Bevanda di Pane (Dr. Ulf Böhmig, Carinzia)

La bevanda di pane si ottiene dalla fermentazione di pane integrale in ambiente lattico, prodotto con farine di frumento, segale, avena da coltivazioni biologiche. Nel suo stato naturale, contiene enzimi, fermenti lattici vivi e acido lattico che innescano una serie di meccanismi volti all’assimilazione dei minerali presenti nei cibi ed eventuali integratori, in particolare calcio, fosforo e magnesio.

La Bevanda di pane è una bevanda a base di pane integrale panificato con apposite tecniche e fermentato in ambiente lattico. Grazie al suo spiccato effetto disintossicante, questa bevanda dal sapore acidulo ha recentemente acquisito una certa notorietà e vanta una serie di risultati sensazionali.

La sua particolare efficacia è stata riscontrata sui bambini esposti alle radiazioni dopo la catastrofe del reattore di Cernobyl. Dopo poche settimane di somministrazione della Bevanda in dosi relativamente piccole, il tasso di contaminazione è sceso ben oltre le attese.

Lo stato immunitario e il benessere soggettivo dei bambini sono sensibilmente migliorati. I medici bielorussi responsabili del progetto hanno parlato di successi impossibili da raggiungere con altri tipi di interventi e terapie.

Oltre all'acido lattico, la Bevanda contiene una serie di enzimi biologicamente attivi, responsabili degli effetti osservati, fra cui in primo luogo il potenziamento del sistema immunitario e la disintossicazione. Infatti, la Bevanda è indicata (perlomeno come integratore) per un gran numero di alterazioni di origine allergica: Dermatite atopica (neurodermite), allergie da contatto, rinite24 ed asma allergica, orticaria, tendenza ad allergie ed intolleranze alimentari.

Il prodotto è altresì indicato contro intossicazioni croniche da metalli pesanti (soprattutto piombo, cadmio e mercurio), assorbiti in prevalenza tramite alimenti contaminati provenienti da zone di coltivazione vicine ad insediamenti industriali (piombo, cadmio) oppure tramiti alcune specie di pesci particolarmente problematici, fra cui lo spinarolo, lo smeriglio, l'halibut (ippoglosso) e il rombo (mercurio).

Con la regolare somministrazione della Bevanda di pane è stata osservata un'accelerazione dello smaltimento di queste sostanze tossiche. La Bevanda è efficace anche per una serie di altre malattie: il medico tedesco Udo Renzenbrink descrive infatti il ripristino della flora intestinale alterata, l'eliminazione più rapida dell'acne, una migliore metabolizzazione del glucosio (diabete senile), l'importante rafforzamento dei sistemi di regolazione adibiti al bilancio termico e la maggiore resistenza contro infezioni di carattere generale.

Renzenbrink ne segnala anche l'efficacia contro le depressioni, rinite – Il comune raffreddore, cioè l'infiammazione delle mucose nasali. In base ad una ricerca specifica di Grossarth-Maticek, le sindromi di esaurimento, di spossatezza e l'atteggiamento pessimista dei pazienti sono migliorati dopo un periodo di assunzione di sole due settimane.

Osservazioni analoghe sono state fatte dai medici Kropp e Worlitschek. Il Prof. Grossarth-Maticek ha riscontrato anche un rafforzamento della circolazione, della digestione e particolari progressi in presenza di malattie di origine reumatica. Particolarmente rilevante era anche la riduzione del tasso di colesterolo.

Da uno studio comparato effettuato nell'ospedale circondariale di Mogilev in Bielorussia su bambini affetti da patologie gastro-intestinali, delle vie respiratorie e di debolezza generale risulta che, con la Bevanda di pane , la guarigione procede più rapidamente rispetto alla semplice somministrazione dei tradizionali farmaci. I risultati migliori sono stati ottenuti combinando i principi attivi con la Bevanda. L'efficacia già descritta contro la contaminazione radioattiva ha permesso di ottenere risultati quasi incredibili: dopo la somministrazione di 30 bottiglie di Bevanda da 0,75 litri (senza alcun altro tipo di medicazione), nella 14enne Sliwkina Elena, la contaminazione da cesio 137 è passata da 7.481 a 1.450 Bq., nel 13enne Wladimir Gornastajew da 14.868 a 2.900.

Questi ed altri valori analoghi sono stati pubblicati recentemente dal medico russo Iwan Lesetschko preposto al progetto di ricerca. Complessivamente sono stati esaminati 16 bambini contaminati.

Attualmente è in corso una sperimentazione su vasta scala che interessa più di 1000 bambini. La lista degli effetti finora noti della Bevanda di pane non si chiude qui. Spicca soprattutto la sua stimolazione del sistema immunitario, l'azione stimolante sui sistemi di regolazione dell'organismo e la capacità di smaltire sostanze tossiche. Qui sono state citate alcune ricerche russe. E' interessante notare che un prodotto fermentato a base di segale e uva passa oppure miele è considerato la “bevanda russa”; con un contenuto di alcol ridotto, il kvass (fermentato a base di pane di segale a bassa gradazione alcolica (meno del 1,5%) che ha cominciato a diffondersi nel Medioevo) è solo lontanamente imparentato con la Bevanda di pane qui descritta e non produce gli stessi effetti.

Benché sia necessario usare la massima cautela in fatto di prognosi, pare innegabile che la “nuova” bevanda del pane (sviluppata appena qualche decennio fa) sia destinata a diventare uno dei più popolari rimedi di uso comune. La dose consigliata: un bicchiere durante ognuno dei tre pasti tradizionali.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Gentilin Maria Cristina

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi