Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Il Montefalco Sagrantino 2017 Exubera 1° classificato al concorso regionale L’Umbria del Vino Terre de la Custodia al Vinitaly dal 14 al 17 aprile 2024

Il Montefalco Sagrantino 2017 Exubera di Terre de la Custodia vince la terza edizione del concorso enologico regionale “L’Umbria del Vino” nella categoria dei vini rossi Doc e Docg. Un riconoscimento che premia un percorso legato alla qualità che la cantina di Gualdo Cattaneo, in provincia di Perugia, ha intrapreso già da diversi anni. Si rinnova così il successo di una etichetta che di recente ha già conquistato, tra gli altri premi, i Tre Bicchieri del Gambero Rosso e i 95 punti di Doctor Wine con il celebre ‘faccino’ di Daniele Cernilli. Sull’onda di queste soddisfazioni Terre de la Custodia si prepara alla partecipazione al Vinitaly a Verona: sarà dunque possibile degustare l’Exubera dal 14 al 17 aprile 2024 presso la Hall 7, Stand D8.
Photo credits: fonte ufficio stampa

La commissione di qualità di “ del Vino” – composta da enologi, e giornalisti enogastronomici guidati da Riccardo Cotarella, presidente di Assoenologi – ha assaggiato alla cieca 166 vini di 61 aziende vitivinicole umbre, espressione di tutto il territorio regionale. Complessivamente, sono 21 i vini premiati di altrettante cantine, con ogni azienda che da regolamento non poteva ricevere più di un riconoscimento.

“Come spiega il nome, Exubera è un vino rock dirompente, vibrante, imperioso, com'è tipico del Sagrantino, ma allo stesso tempo ampio, elegante, avvolgente. E per questo abbiamo pensato di vestirlo con una nuova etichetta ispirata alla giacca iconica dei rocker, il classico “chiodo” di cuoio. Un vino dalla grande tecnica, espressione autentica del suo territorio e della sua tradizione ma capace di tradurla in uno stile contemporaneo, fruibile da tutti, fatto di equilibrio e bevibilità”. A parlare è Giampaolo Farchioni, owner e manager di Terre de la Custodia. Che aggiunge: “Nella denominazione di Montefalco, che da sempre è conosciuta per esprimere vini austeri e dal lunghissimo invecchiamento in legno, il nostro cru di Sagrantino vuole innovare la tradizione scegliendo la strada dell'equilibrio e della bevibilità”.

Il cru di Terre de la Custodia è frutto di un grande lavoro nella vigna La Palombara, posta a 550 metri s.l.m. Dopo la rigorosa selezione manuale dei grappoli, la vinificazione avviene in tini di acciaio, l'affinamento si svolge in barrique e tonneaux per 18 mesi e un anno in bottiglia. Il ventaglio aromatico comprende i frutti di bosco, mora e mirtillo, humus e caffè, cacao e spezie delicate, note balsamiche e agrumate. Colpiscono la tensione e la compostezza dei tannini, comunque presenti, la vibrante acidità e il finale di liquirizia e agrume.

Un vino che si ascolta e si fa ascoltare. “Per noi – conclude Giampaolo Farchioni, appassionato di musica rock e da tempo ispirato dalla cultura dei Rocker americani – l'Exubera è un vino rock, e, se vogliamo, un modello di rottura. Un Sagrantino, pensato, progettato e voluto, che non nega la propria identità ma rinuncia agli eccessi di severità per diventare fruibile da tutti”.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi