Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

La ricerca della perfezione nella massima espressione del varietale: Campo alla Sughera presenta Anima d’Arnione 2019

Un progetto enoico racchiuso in un’edizione limitata di 1000 bottiglie
Photo credits: fonte ufficio stampa wellcomonline.com

Dal desiderio di celebrare il vino più iconico di Campo alla Sughera, l’Arnione Bolgheri Superiore DOC, nasce nel 2016 il progetto Anima d’Arnione, emblema della filosofia produttiva dell’azienda, sempre alla ricerca del paradigma di perfezione enoica.

A Campo alla Sughera siamo nel cuore di Bolgheri, dove la terra si fa vino. I terreni di proprietà, ampliati a inizio 2022, passando da 20 (di cui 16,5 vitati) a un totale di 22 ettari (18 vitati a regime), sono racchiusi in una tenuta caratterizzata da elementi naturali straordinari: suolo, mare, microclima e tempo sono le forze che qui vengono assecondate non solo attraverso un’accurata gestione dei vigneti e dei suoli, ma anche attraverso la selezione delle uve e la produzione di vini di innato equilibrio ed elegante .

Il progetto Anima d’Arnione è uno dei frutti del grande lavoro di zonazione intrapreso da Campo alla Sughera con un obiettivo ben preciso, ossia raccogliere la massima qualità da ciascun microterroir e da ciascuna parcella all’apice dell’espressione reale, per portare in cantina frutti perfetti, le cui singolarità vengono vinificate separatamente.

Per questa ragione, Anima d’Arnione viene prodotto solamente nelle migliori annate, da una selezione delle parcelle dedicate all’iconico Arnione, al fine di onorare in purezza solamente una delle quattro varietà del blend. Anima di Arnione 2019, Cabernet Sauvignon, è ottenuto dalle uve del vigneto Vigna Vecchia Uno, prodotto in un’edizione limitata di 1000 bottiglie e venduto esclusivamente in tenuta.

«L’annata 2019 è stata caratterizzata da un buon equilibrio di diversi fattori: la mite e fresca primavera ha contribuito a rinvigorire le nostre viti ed è stata seguita da un’estate calda ed asciutta. Questa combinazione di elementi ha portato a ottenere uve con piccoli acini e bucce coriacee» – afferma l’enologo Francesco Gagliardi – «In questo anno il nostro vigneto, Vigna Vecchia Uno, ha prodotto un Cabernet Sauvignon di straordinaria qualità: un inizio perfetto per il nuovo Anima d’Arnione».

LA DEGUSTAZIONE DA ANFORA

Questo progetto di ricerca della perfezione enoica non ha come unico obiettivo la produzione di un vino di straordinaria qualità, ma desidera coinvolgere anche il settore dell’hospitality.

I visitatori hanno, infatti, la possibilità di degustare Anima di Arnione direttamente da anfora.

«Questa scelta si pone totalmente in sinergia con l’attenzione che Campo alla Sughera presta in riferimento ad ospitalità e accoglienza. La degustazione da Anfora è un’esperienza unica per conoscere e immergersi pienamente in un luogo enoico di sorprendente bellezza, tutto da scoprire» afferma Tommaso Alessandri, Winery Director.

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Naso scuro, argilloso e sassoso, sentori di pepe schiacciato affumicato, bacche rosa appena schiacciate, liquore di ribes nero, carne alla griglia, rosmarino dolce e erbe aromatiche e pietra focaia.

Anima d’Arnione 2019 al palato risulta denso, cremoso, profondo, dinamico, minerale e materico.

Si abbina bene con piatti a base di selvaggina e primi strutturati.

Campo alla Sughera. All’inizio volevamo capire la terra di Bolgheri: abbiamo guardato in profondità e abbiamo visto il mare. Siamo una realtà vitivinicola composta da elementi naturali straordinari: il suolo marnoso, ricco di minerali, il mare, che influenza in modo decisivo il microclima della zona, il tempo, che permette l’evoluzione dei vini.

Per portare nel mondo il respiro e la solidità della terra di Bolgheri non facciamo altro che assecondare queste forze attraverso la gestione dei vigneti (microterroir), la selezione delle uve (la tripla selezione) e la produzione dei nostri vini (caduta per gravità, microvinificazioni). Il risultato è un ventaglio espressivo di questa terra: Campo alla Sughera, IGT Rosso, Arnione, Bolgheri DOC Superiore, Adèo, Bolgheri DOC Rosso e Arioso, IGT Toscana Bianco.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi