Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

La Sagra della Valtellina conquista Sant’Angelo Lodigiano. E il prossimo weekend si replica

Grande affluenza di pubblico nelle date d’esordio: migliaia i partecipanti. Molto apprezzati i piatti tipici, come pizzoccheri e sciatt, e la qualità delle materie prime usate per le preparazioni e marchiate D.O.P., D.O.C.G. o D.O.C.
Photo credits: Sagra della Valtellina

Sono migliaia le persone che durante lo scorso weekend hanno varcato la soglia del Cupolone di Sant'Angelo Lodigiano (in via Forze dell'Ordine 3-1) per partecipare alla Sagra della Valtellina (a ingresso gratuito) e assaggiare uno o più piatti tipici del menù.

«Abbiamo ricevuto tanti riscontri positivi e manifestazioni d'affetto che ci danno la carica anche per le prossime date (22-23-24 marzo) – dichiara Alessandro Fico, fautore dell'iniziativa e organizzatore specializzato in grandi eventi gastronomici – Tanto è vero che, anche a fronte di un grande numero di richieste, anticiperemo l'apertura delle porte della Sagra della Valtellina al venerdì a pranzo. Siamo felici del grande afflusso di persone e dell'atmosfera di gioia che hanno potuto respirare familiari, parenti e amici davanti alle nostre proposte culinarie».

La manifestazione ha rappresentato un momento in cui la comunità ha potuto ritrovarsi e festeggiare. Ad accorrere non sono stati solo cittadini di Sant'Angelo Lodigiano e dell'intera provincia di , ma anche di altre località sparse in e distanti anche decine e decine di chilometri.

Un successo raggiunto grazie alla ricercatezza delle materie prime, tutte appartenenti alla zona valtellinese e a marchio D.O.P., D.O.C.G. o D.O.C., e all'offerta di piatti di qualità, preparati sapientemente dalla brigata di cucina.

Il menù è composito e variegato: dai pizzoccheri agli sciatt, dai taroz al cervo in salmì con purè fino allo stufato di manzo. Senza tralasciare gustosi formaggi, come Scimudin e Casera, salumi saporiti, come bresaola, salami, pancetta e lardo, e dolci, come la bisciola, la di noci engadinese e la torta fioretto. Ad accompagnare le portate rinomati vini rossi come Valtellina Superiore, birra, bibite, amari, grappe e caffè.

L'esperienza sensoriale alla scoperta dei sapori della Valtellina proseguirà il prossimo fine settimana venerdì, sabato e domenica, tutti i giorni a pranzo e cena (dalle 12:00 alle 15:00 e dalle 19:00 alle 24:00). L'ambiente del Cupolone, nel quale sono stati posizionati panche e tavoli a perdita d'occhio, è riscaldato e può ospitare oltre mille persone.

Data la precedente affluenza è consigliato prenotare: https://www.sagradellavaltellina.it.

Per maggiori informazioni si può scrivere su Whatsapp al numero: 389.0265550.

Per chi volesse gustare i piatti valtellinesi nella propria abitazione, può contare sul servizio d'asporto e su comode vaschette di plastica resistenti alle alte temperature.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Maurizio Zanoni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi