Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

La Scuola di Roccaverano vince il “Gist Travel Food Award” come miglior destinazione gastronomica 2022

Il riconoscimento, attribuito dal “Gruppo Italiano della Stampa Turistica”, premia il progetto volto a valorizzare la Robiola di Roccaverano DOP e a promuovere un territorio ricco di eccellenze
Photo credits: fonte ufficio stampa

Un nuovo riconoscimento atterra a Roccaverano: il certificato di eccellenza turistica. Il Gist (Gruppo Italiano della Stampa Turistica) ha infatti eletto “La Scuola della Roccaverano” come miglior destinazione gastronomica 2022 in occasione del Gist Travel Award 2022, premiando questo progetto volto a promuovere e valorizzare uno dei prodotti di punta della gastronomia piemontese e italiana.

Il 2022 è dunque un anno speciale per Roccaverano e per il suo prodotto di punta, la Robiola di Roccaverano DOP. Lo scorso maggio, infatti, il borgo piemontese è stato eletto “Città del Formaggio 2022”, riconoscendo il profondo legame con il suo prodotto caseario principe, di rinomata qualità.

Ora è il turno della “Scuola della Roccaverano” che, fondata nel 2019 dal Consorzio dei produttori della Robiola di Roccaverano DOP, in sinergia con il Comune di Roccaverano, la Pro Loco e grazie al contributo della Fondazione CRAsti, è a tutti gli effetti un sito gastronomico culturale e centro di documentazione dedicato a questa preziosa DOP.

“Quella della Scuola di Roccaverano può dirsi una scommessa vinta – ha dichiarato Fabrizio Garbarino, Presidente del Consorzio di Tutela del Formaggio Robiola di Roccaverano DOP – Questo riconoscimento così prestigioso ricevuto dal GIST ne è una chiara testimonianza. Ma altrettanto importanti sono i continui attestati di stima e di interesse da parte delle persone che ci vengono a trovare e che scoprono tutto il mondo celato dietro a una apparentemente semplice forma di Robiola di Roccaverano DOP. Un mondo fatto di sapori ma anche di saperi, di artigianalità e di tecnologia, di rispetto verso gli animali e verso la natura. E soprattutto, di amore verso un territorio che invitiamo a scoprire e ad ammirare in tutto il suo splendore”.

La Scuola non è soltanto uno showroom dove poter acquistare le Robiole, ma un punto di partenza necessario per andare alla scoperta di questo tesoro culinario, delle aziende che lo producono e, più in generale, di un territorio gioiello della Langa Astigiana.

Sebbene ancora molto giovane e nonostante il periodo di chiusura imposto dall'emergenza pandemica, la “Scuola della Roccaverano” ha già portato avanti numerose iniziative; a cominciare dall'organizzazione di visite guidate presso le aziende agricole consorziate per vedere da vicino come nasce il formaggio, come si produce l'alimentazione animale, come vengono allevate le capre e, nel rispetto delle vigenti regole igienico – sanitarie, come si lavora nei caseifici.

La Scuola è anche luogo di incontro e confronto con i produttori, che hanno così l'opportunità di farsi conoscere dal vivo e di mettere in mostra le proprie “creazioni”, e sede delle periodiche degustazioni guidate a cura dei Maestri Assaggiatori della delegazione di dell'ONAF, che propongono il Roccaverano DOP nelle sue varie stagionature in abbinamento con i vini del territorio grazie anche alla preziosa collaborazione con il Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato.

Dal 2021, la Scuola della Roccaverano è sede di una mostra fotografica permanente che racconta, attraverso gli scatti del fotografo Manuel Cazzola, il mondo di questa DOP: un percorso di immagini che accompagna visivamente le esperienze vissute dei produttori, coinvolgendo i visitatori in un viaggio gastronomico – culturale di grande interesse.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi