Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

L’alta cucina ligure si colora di sostenibilità con il 4 mani tra Jorg Giubbani e Giorgio Servetto

La Natura della Liguria è la protagonista di due imperdibili esperienze gourmet nate nel segno della riscoperta e del rispetto del territorio.
Photo credits: fonte ufficio stampa Multiverso

Ritrovare l'emozione del contatto autentico con la natura attraverso sensazioni gustative uniche: con questo intento mercoledì 10 maggio Giorgio Servetto apre le porte di Vignamare a Jorg Giubbani di Orto by Jorg Giubbani. Un 4 mani “andata e ritorno” che vede i due liguri protagonisti nel ribadire il primato della natura in cucina, in particolare delle eccellenze locali ed eco-friendly, con due filosofie di pensiero affini, premiate con una Stella Michelin ciascuna: verde quella di Vignamare, rossa quella di Orto by Jorg Giubbani. La vicinanza tra questi principi etici permette a due stili di cucina diversi di sposarsi armonicamente in un'unione di sapori emblematici di una cultura di recupero e sostenibilità, elaborata secondo gli stilemi della contemporaneità.

L'evento è in continuità col progetto Aromatica che terminerà il 7 maggio: una volta ultimati gli appuntamenti della decima edizione, sarà AromaticaOff a continuare l'impegno della promozione dei prodotti della Riviera con numerose iniziative. Fil rouge di questa proposta, le erbe aromatiche sono ingrediente insito nelle usanze mediterranee e caro a entrambi gli chef. Nel complesso, il menu del primo appuntamento rappresenta la con tutte le peculiarità che la caratterizzano, da est a ovest. “Questo 4 mani è un incontro tra la mia terra, il Levante e quella dello chef Servetto, il Ponente, solo all'apparenza così simili: vogliamo infatti far conoscere e mettere in risalto le loro singolarità, rappresentando il territorio in modo sincero. Eventi come questi sono uno stimolo in più per creare scambi all'interno della nostra Regione e rafforzare lo spirito di condivisione tra professionisti” spiega lo chef Giubbani. Lo stesso impegno nel far rete tra ristoratori ha portato entrambi i ristoranti ad aderire al progetto TavoleDOC, nato per valorizzare l'enorme ricchezza ligure in termini enogastronomici e culturali e promotore di numerose collaborazioni come questa.

L'occasione di mettere in gioco la propria identità in un nuovo contesto si ripresenterà l'8 giugno con il secondo appuntamento: questa volta sarà Villa Edera ad accogliere lo chef Servetto e Jorg Giubbani a fare da padrone di casa.

Il costo della cena è di euro 120 a persona, euro 150 con l'abbinamento vini previsto, ancora da svelare. Per chi desiderasse avere un assaggio della serata, questo è il menu del 10 maggio:

  1. Canapé iniziali
  2. Giorgio Servetto
  3. Trombetta, prescinseua e nasturzio
  4. Jorg Giubbani
  5. Asparagi viola, uovo e tartufo
  6. Giorgio Servetto
  7. Sedano rapa, mela verde e misticanza
  8. Jorg Giubbani
  9. Fave, salame e pecorino
  10. Giorgio Servetto
  11. Pane, acciuga salata e limone
  12. Jorg Giubbani
  13. Rombo, peperone e cipolla
  14. Jorg Giubbani
  15. in conclusione…
  16. Cioccolato, carote e caramello salato
  17. Giorgio Servetto
  18. Caffè e pasticceria
  19. Giorgio Servetto

Per info e prenotazioni: www.ristorantevignamare.it – 3517135050

vignamare@peqagri.it

Orto By Jorg Giubbani

A Moneglia, piccolo gioiello incastonato tra verdi montagne a strapiombo sul mare, la famiglia Schiaffino ha scelto un percorso sostenibile, in armonia con la terra che ospita Villa Edera, oasi e rifugio arboreo che trova nell'Orto – che in latino significa nient'altro che giardino – la sua essenza programmatica. Un luogo di distensione, di cura e di rispetto per la natura.

Non è un caso, perciò, che Jorg Giubbani abbia deciso di tornare alle origini e coltivare da sé nell'orto gli ingredienti vegetali per le sue creazioni culinarie. Un ritorno a casa, sia metaforico e culinario, sia personale. Originario di Sestri Levante, dopo anni di formazione anche all'estero, incontra sulla via del ritorno alle origini le donne Schiaffino. Massima qualità, tecnica, estro e amore per la creatività: è subito fiorente intesa. I tre menu degustazione celebrano la vivacità caleidoscopica della natura, sapori e ricette antiche ritrovate con occhi nuovi, che uniscono con tecniche moderne il mare, la montagna e l'orto.

Ristorante Vignamare

In armonia con la filosofia dell'azienda agricola PEQ Agri di valorizzare le eccellenze che rendono unica la Liguria, nasce il Ristorante Vignamare ad Andora, nel cuore della suggestiva vigna di Colla Micheri. Direttore creativo ed executive chef del progetto è Giorgio Servetto, mosso dal desiderio di dimostrare che si può fare alta cucina con materie prime fresche stagionali. Classe 1975, nato a , lo chef Servetto inizia ad approcciarsi alla cucina fin da piccolo. Frequenta l'alberghiero e muove i primi passi nel mondo della ristorazione, scalando pian piano la strada del successo, fra tendenze e tradizioni francesi. Le esperienze continuano nel suo primo ristorante, ‘U Sciarattü ad Alassio, e ai fornelli de La locanda dell'Asino, dove ottiene riconoscimenti dalle maggiori guide italiane. Dal 2016 al 2021 è stato executive chef del ristorante Nove, presso Villa della Pergola ad Alassio, dove ottiene la stella Michelin nell'edizione 2021 della guida. Dal 2022 si trasferisce ad Andora dove inizia la collaborazione con l'azienda PEQ Agri.

Hotel Villa Edera sas di Schiaffino Pasquale & C

Via Venino 12, 16030 Moneglia (GE)

Tel. +39 (0)18549291 info@villaedera.com villaedera.com

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

RUBRICHE

Pubblica con noi