Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Le proprietà benefiche della Curcuma

Pianta originaria dell’India e tradizionalmente utilizzata nell’Ayurveda per le sue proprietà antinfiammatorie

La parte di pianta utilizzata in fitoterapia e in cucina è il rizoma, che viene prima bollito e poi essiccato, dopodiché è pronto per essere trasformato nella polvere giallo oro che siamo abituati ad utilizzare.

Proprietà:

Oltre ad essere una spezia essenziale per la preparazione del curry e a sposarsi benissimo con le patate al forno (alle quali dà una svolta inaspettata), la curcuma è ricchissima di proprietà benefiche.

Ha proprietà antiossidanti; infatti neutralizza i radicali liberi, principale causa dell’ossidazione cellulare e dell’invecchiamento cutaneo, e annulla i loro effetti negativi sull’organismo.

È cicatrizzante: il rizoma applicato sulle ferite allevia il dolore e favorisce la guarigione.

Ha anche proprietà coleretiche e colagoghe, cioè favorisce la produzione di bile e il transito della suddetta dalla bile all’intestino, favorendo la digestione e la depurazione dell’organismo.

La curcuma è anche un ottimo rimedio per le mestruazioni dolorose, poiché agisce da antispasmodico naturale e calma i crampi.

Ma la proprietà principale della curcuma è la capacità di combattere i sintomi influenzali. La curcuma infatti è un potente antinfiammatorio, antisettico, e antidolorifico, un’alternativa tutta naturale ai medicinali antinfluenzali. Per queste proprietà è utile anche nel trattamento dei problemi alle articolazioni.

Dove acquistarla e come usarla:

La curcuma si trova facilmente in tutti i supermercati, nelle erboristerie, e nei negozi e siti specializzati, è di facilissima reperibilità. Assicuratevi di acquistarla da un negoziante di fiducia, che abbia prodotti di alta qualità, per avere tutte le proprietà benefiche dei prodotti che usate.

Io compro la curcuma dal sito di Clorofilla erboristeria. Ha un bellissimo colore giallo intenso ed un profumo caldo, speziato e leggermente acuto, con un lievissimo sentore di zenzero e menta. La confezione da 100g costa 5€ e spediscono in tutta Italia.

Questa spezia si può usare in molti modi in cucina, ma per sfruttare al meglio le sue proprietà è bene usare alcuni accorgimenti:

Non cuocerla molto, poiché i suoi principi attivi sono termolabili.

Assumerla con del pepe nero o con dei grassi, che ne favoriscono l’ assorbimento.

La dose giornaliera raccomandata è di circa due cucchiaini da caffè al giorno.

Un’ ottima ricetta per assumere la curcuma è il Golden milk della tradizione ayurvedica, da bere per 40 giorni consecutivi due volte all’anno (quasi tutte le cure ayurvediche durano 40 giorni).

Far bollire per 10 minuti 40g di curcuma e mezzo cucchiaino di pepe in 100g di acqua. Si ottiene una pasta che si conserva in frigo per i 40 giorni della cura.

Ogni giorno al mattino si scioglie mezzo cucchiaino di pasta di curcuma in una tazza di latte caldo, anche vegetale (latte di mandorle, di cocco, di riso), e si aggiunge un cucchiaino di una materia grassa a piacere (olio di mandorle, olio di cocco, o un altro a scelta).

Il pepe e l’ olio sono necessari perché aumentano moltissimo l’assorbimento dei principi attivi della curcuma.

Ed ecco le mie ricette:

Golden milk ayurvedico:

  • 1/2 cucchiaino di pasta di curcuma
  • 200 ml di latte di cocco
  • 1 cucchiaino di burro di cocco
  • 1 cucchiaino di miele

Si riscalda il latte vegetale fino alla temperatura desiderata, una volta tolto dal fuoco si aggiungono la pasta di curcuma, il burro di cocco e il miele, e si beve, seduti comodi e rilassati, raccogliendo le energie per iniziare la giornata.

Da assumere ogni mattina per 40 giorni, 2 volte all’anno.

Patate alla curcuma:

  • 300g patate
  • 1 cipolla (rossa, bianca, o dorata, quella che avete a casa)
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaio di olio di oliva extra vergine
  • sale
  • pepe

Si affetta la cipolla e la si fa rosolare in padella. Quando è scottata aggiungere le patate, il sale e due bicchieri di acqua e si fa cuocere per 20 minuti circa. Quando le patate sono cotte si aggiungono curcuma e pepe. Le patate alla curcuma danno il loro meglio se condivise con le persone a cui vogliamo bene, seduti a tavola vicini gli uni agli altri.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Marco Franceschi

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi