Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Masi presenta “Vajo dei Masi”: prezioso Amarone annata 1997 nato per celebrare i 250 anni dalla prima vendemmia della storica cantina

MASI celebra l’anniversario della 250esima vendemmia con l’Amarone della Valpolicella Classico DOC imbottigliato dopo 25 anni dal raccolto, disponibile dal 14 ottobre in una esclusiva edizione limitata. Un’etichetta da collezione che ripropone un’annata straordinaria: il 1997, la migliore registrata in Valpolicella nel XX secolo.
Photo credits: fonte ufficio stampa

Masi presenta “Vajo dei Masi”, Amarone dedicato alla 250esima vendemmia della famiglia Boscaini nel vigneto originario nel cuore della Valpolicella Classica da cui prende il nome. Vaio dei Masi è infatti il luogo in cui nasce l’accurata selezione di uve, cru di alta collina (370-400 m s.l.m.) sulla cresta intervalliva tra Marano e Negrar, che caratterizza questo pregiato vino, con un blend unico di Corvina, Rondinella, Corvinone e Molinara.

“Vajo dei Masi” è un vino che per diversi aspetti rappresenta l’essenza di Masi e della sua storia scritta da ben sette generazioni della famiglia Boscaini che si sono susseguite nella cura del territorio, nell’arte enologica e nella visione imprenditoriale.

Si tratta naturalmente di un Amarone, il vino che ha posizionato Masi tra i grandi produttori del mondo e che l’azienda ha contribuito a rendere un’icona . Vino contadino e nobile in pari tempo, partito dalla Valpolicella, è diventato emblema del Made in Italy di qualità capace di scardinare vecchi concetti, coniandone di nuovi come la definizione che più gli appartiene, “vino moderno dal cuore antico”.

Un altro elemento di unicità di “Vajo dei Masi” è l’annata, il 1997, riconosciuta come la migliore in Valpolicella nel secolo scorso. È dunque un Amarone maturato per 25 anni. L’affinamento e conservazione del vino sono avvenuti con un metodo del tutto originale: dopo una prima fase di circa 5 anni di maturazione in legno (1997-2002), è stato conservato in contenitori in acciaio a saturazione di azoto fino al momento dell’imbottigliamento, avvenuto a maggio di quest’anno.

“A 250 anni dalla nostra prima vendemmia, siamo orgogliosi di presentare questo vino unico per la sua tecnica produttiva ed il risultato ottenuto dal punto di vista organolettico: la particolare lavorazione ci ha permesso di ottenere, dopo un quarto di secolo, un nettare dalla grande complessità determinata dal lungo affinamento e al tempo stesso dall’inusuale e inattesa freschezza. Riscontriamo anche una notevole omogeneità tra le diverse bottiglie, non interessate dai possibili effetti ossidativi conseguenti alla lunga permanenza in bottiglia” spiega Sandro Boscaini, Presidente di Masi Agricola, noto anche come “Mister Amarone”.

L’etichetta ripropone, insieme al motto “Nectar Angelorum hominibus”, l’angelo che contraddistingue le etichette classiche dell’Amarone Masi, ridisegnato con la ricercata tecnica rinascimentale della ‘sanguigna’. L’immagine ritorna anche stampata a fuoco sulla cassetta in rovere massello che impreziosisce l’esclusiva bottiglia ed è uno dei simboli scelti dalla cantina per celebrare l’importante anniversario che suggella il connubio tra il cognome “Boscaini” e il toponimo “Vaio dei Masi”.

Incluso nel packaging anche il “quadernetto dell’enologo” che racconta il vino attraverso la voce dei protagonisti coinvolti nelle diverse fasi di lavorazione.

Lo speciale Amarone da collezione è disponibile in una limited edition di 2500 magnum numerate, autografate dal Presidente Sandro Boscaini.


MASI AGRICOLA
Masi è produttore leader di Amarone e da sempre interpreta con passione i valori delle Venezie. Nel 2022 celebra la 250° vendemmia della famiglia Boscaini nei pregiati vigneti del “Vaio dei Masi”, valle nel cuore della Valpolicella Classica (1772-2022). Masi ha un expertise riconosciuta nella tecnica dell’Appassimento, praticata sin dai tempi degli antichi Romani, per concentrare colore, zuccheri, aromi e tannini nel vino, ed è uno degli interpreti storici dell’Amarone: il suo presidente, Sandro Boscaini, rappresenta la sesta generazione della famiglia che ha contribuito a creare con questo vino un’eccellenza italiana. Oggi Masi produce cinque diversi Amaroni, la gamma più ampia e qualificata proposta al mercato internazionale. Da oltre quarant’anni ha avviato un ambizioso progetto di valorizzazione di storiche tenute vitivinicole, collaborando con i Conti Serego Alighieri, discendenti del poeta Dante, proprietari della tenuta che in Valpolicella può vantare la più lunga storia e tradizione, e con i Conti Bossi Fedrigotti, prestigiosa griffe trentina con vigneti in Rovereto, a cui si aggiunge lo storico château nel cuore di Valdobbiadene di Canevel Spumanti, cantina rinomata per i suoi spumanti premium e parte del gruppo Masi da fine 2016. Masi fonda la propria attività su valori sociali, etici e ambientali e ha un’importante produzione di vini biologici, sia nelle Venezie che nelle tenute Poderi del Bello Ovile in e Masi Tupungato in Argentina. www.masi.it

FB IG Twitter Masi – @MasiWines
We Chat/Weibo 意大利Masi�>希酒庄
FB IG Canevel Spumanti – @CanevelSpumanti

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Il Web Magazine specializzato nella comunicazione di tutto quanto gira intorno al mondo del food & beverage.
info@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi