Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Meno sprechi e più efficienza in cucina: con le macchine Orved la ristorazione ha una marcia in più

Grazie al sottovuoto di ultima generazione si prolunga la vita degli alimenti di 5 volte e si risparmia fino al 20% di tempo totale di tutto il personale impiegato
Photo credits: fonte ufficio stampa FunnyVeg

Dal 1984 Orved, azienda veneta, produce macchine per il sottovuoto di alimenti puntando sull’innovazione tecnologica e, proprio grazie alla continua ricerca, oggi offre un reale aiuto nelle cucine, in primis in quelle professionali, dove la mancanza di personale ha reso sempre più necessario ottimizzare i processi. Secondo le ultime stime mancano infatti 900 mila addetti tra cui camerieri e cuochi in tutta Europa, più della metà nelle sole Italia e Francia. Il bisogno sempre più impellente di limitare gli sprechi in cucina – sia di tempo, sia di materie prime – è fondamentale per garantire maggiore efficienza produttiva e per la sopravvivenza delle attività.

Grazie alle macchine per il sottovuoto di ultima generazione è possibile prolungare la vita e la qualità degli alimenti fino a 5 volte in più rispetto allo loro durata standard: i prodotti infatti non vengono a contatto con l’aria e mantengono dunque inalterate le loro proprietà nutrizionali e organolettiche, allungando la shelf life. Il confezionamento è privo di contaminazioni e abbatte gli sprechi; il sistema di cottura a bassa temperatura e sottovuoto Orved sfrutta poca acqua e pochissima energia.

Le macchine permettono di preparare con anticipo le porzioni, migliorare la spesa in acquisizione, in quanto la maggiore quantità richiesta permette di ottenere un prezzo più vantaggioso. Un sugo di pomodoro, ad esempio, può aumentare la conservazione fino a oltre 20 giorni, riducendo così la sua produzione a una sola volta al mese. In questo modo si risparmia in consumi di gas ed elettricità, lavaggi e tempo del personale nella preparazione.

Lavorando in anticipo si stima che si può ridurre del 20% il tempo totale di tutto il personale impiegato: con 4 persone che lavorano circa 240 ore per 6 giorni sono circa 48 ore risparmiate alla settimana.

L’interfaccia smart di ultima generazione delle linee sottovuoto Orved permette inoltre di essere facilmente utilizzata anche dai meno esperti. Un vero e proprio supporto attivo in cucina, dove la macchina stessa diventa così un operatore. Risparmio di tempo ma anche di costi grazie alla diminuzione dei calo peso dei prodotti che si ottiene con l’utilizzo delle cotture a bassa temperatura, che completano il sistema sottovuoto Orved.

Orved  è un must have in tutto il mondo e, oggi più di ieri, è un riferimento per e ristoratori grazie al progresso e all’aiuto fattivo che porta nel settore culinario, facilitando i processi e aiutando nell’eliminazione degli sprechi.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Il Web Magazine specializzato nella comunicazione di tutto quanto gira intorno al mondo del food & beverage.
info@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi