Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Moser presenta la nuova immagine della linea Warth firmata dall’artista Paolo Tait: un logo che racchiude l’identità e i valori della cantina trentina

Carlo e Matteo Moser hanno voluto dare un’impronta ancora più decisa e caratterizzante alla selezione di sette vini fermi, che valorizzano il terroir trentino attraverso l’inconfondibile stile Moser
Photo credits: fonte ufficio stampa ZEDCOMM

Sette etichette che raccontano un’identità, una passione, un’ambizione. Moser presenta la nuova immagine della linea Warth, realizzata dall’artista Paolo Tait: un segno netto e distintivo, realizzato per “vestire di bellezza” la selezione di vini fermi della cantina. Eleganti, freschi, diretti, questi vini valorizzano le peculiarità del terroir trentino, dalle colline esposte sulla città di e la Valle dell’Adige, ai ripidi terrazzamenti della Valle di Cembra.

“I vini Warth sono una sincera espressione della nostra terra e dello stile che da sempre ci caratterizza e ci rappresenta. Ecco perché abbiamo voluto che anche la veste estetica delle bottiglie evocasse questa tensione.” commenta Carlo Moser, che oggi si occupa della gestione della Cantina. “Il logo Warth disegnato da Paolo Tait è un tratto solcante, deciso e profondo: è il frutto di un singolo gesto energico e veloce, ma che porta con sé il peso sedimentario della produzione artistica di un’intera vita. Un segno inconfondibile che incarna il carattere dei nostri vini”.

Il nome “Warth”, toponimo delle antiche mappe catastali austro-ungariche, indica il magnifico anfiteatro di vigneti situato sulla collina di Gardolo di Mezzo, affacciato sulla città di Trento. Qui è situato il cuore produttivo dell’azienda Moser, costituito dalla moderna cantina per l’affinamento, i locali per lo stoccaggio e la sala degustazione. I vini fermi Warth appartengono alle denominazioni Trentino DOC e Vigneti delle Dolomiti IGT e comprendono Gewürztraminer, Riesling Renano, Moscato Giallo, Müller Thurgau, Lagrein, Teroldego e la sua riserva, Rubro.

Sebbene la selezione Warth contempli sette etichette differenti, la mano di Matteo Moser, enologo e agronomo della cantina, emerge in ogni bottiglia con estrema coerenza: “Alla base di ognuno dei vini della linea Warth c’è la volontà di esaltare le caratteristiche intrinseche del territorio in cui nascono le uve. Per questo motivo orientiamo la ricerca enologica verso il pieno rispetto della materia prima e all’equilibrio in fase di fermentazione, vinificazione e affinamento. Questo è lo spirito della nostra storia vignaiola, l’anima del nostro fare, l’identità Moser”.

Per maggiori informazioni: www.mosertrento.com

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi