Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Nasce briciole, il biscotto che aiuta le Marche

Le materie prime vengono acquistate da aziende colpite dall’alluvione. Il ricavato delle vendite verrà devoluto alla Caritas di Senigallia
Photo credits: fonte ufficio stampa

Un biscotto dalle per le Marche, prodotto con materie prime acquistate da aziende colpite dall’alluvione e il cui ricavato servirà a finanziare la Caritas di Senigallia. È l’ultima iniziativa di Frolla Microbiscottificio, cooperativa di Osimo che dà lavoro a 18 ragazzi disabili. Un biscotto figlio del territorio marchigiano: si chiama Briciole ed è a base di amarene e cioccolato. La scelta dei gusti non è casuale: le amarene vengono acquistate dall’azienda Morello Austera di Cantiano, i cui prodotti rientrano nell’Arca del Gusto Slow Food. Il cioccolato invece, è prodotto da Brave Beans, bellissima realtà che ha sede a Casine di Ostra. Un modo per supportare due aziende in grande difficoltà a seguito dell’alluvione. Le confezioni di biscotti possono essere acquistate attraverso vere e proprie donazioni. È sufficiente recarsi sull’e-shop di Frolla Microbiscottificio e inserire i biscotti Briciole nel carrello. Il sistema darà di default una donazione minima di 10 euro che ovviamente potrà essere modificata al rialzo qualora gli utenti lo desiderassero.

Una volta terminato l’acquisto, le confezioni verranno spedite all’indirizzo indicato, tenendo presenti tempi di consegna leggermente più lenti per via della situazione infrastrutturale che ha colpito le Marche. Sottratti i costi di produzione, il ricavato verrà devoluto alla Caritas di Senigallia.

Il nome “Briciole” ha un significato fortemente evocativo. Le briciole sono quelle che puliamo dopo aver mangiato ed è anche il desiderio di tutti in relazione ai tristi eventi che hanno colpito le Marche: ripulire ogni cosa e restituire ai marchigiani un territorio meraviglioso apprezzato in tutto il mondo.

Il progetto nasce da una forte sinergia tra aziende made in Marche quali Frolla Microbiscottificio, Gaia Segattini Knotwear e Box Marche. Frolla si occuperà della lavorazione dei biscotti mentre l’imprenditrice di Ostra, visto anche il suo importante ruolo di influencer e considerato il forte legame con la sua community, si dedicherà alla divulgazione sui social. Per l’occasione, sarà utilizzato l’hashtag #briciolehelpmarche. Infine Box Marche, che si è offerta di realizzare il packaging in cui verrano inseriti i prodotti. Prezioso è stato anche il contributo di Raffaele Primitivo per la creazione del logo, di Paolo Isabettini per il copy, di Michele Filippetti che ha sviluppato le grafiche e di Francesco Tenaglia per le animazioni web.

“Sentivamo di dover aiutare la nostra terra perché non vediamo l’ora di vederla tornare a splendere” – commenta Jacopo Corona – co founder di Frolla. “Le materie prime le acquistiamo da aziende che hanno subito i danni dell’alluvione, è un piccolo modo per star loro vicini. Questo biscotto infatti, è nato per la voglia di aiutare tutti i nostri amici, i colleghi, i fornitori che sono stati colpiti da questa calamità. Confidiamo nella grande generosità degli italiani e speriamo di produrre una quantità infinità di biscotti così da poter dare un aiuto importante a chi ha bisogno”.

“È un progetto di cui vado non solo perché sono marchigiana e amo la mia terra ma perché ci è voluto un attimo per metterci d’accordo – sottolinea l’imprenditrice Gaia Segattini -. È il momento di stringerci e rimboccarci le maniche cercando di aiutare in ogni modo possibile”.

CONTATTI
Via XVII Luglio, 16, 60027 Osimo (AN)

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi