Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Nuova edizione della Guida Torino de La Pecora Nera 2024

Arriva il nuovo manuale del gusto edito dalla casa editrice indipendente La Pecora Nera, l’unica al mondo certificata blockchain, che racconta il meglio delle tavole torinesi. Ad arricchire la guida le numerose e sfaccettate realtà agroalimentari del circuito dei “Maestri del Gusto di Torino e provincia”.
Photo credits: fonte ufficio stampa Passionfruit Hub

Ieri è stata presentata la settima edizione della guida de La Pecora Nera 2024, la casa editrice indipendente che racconta il meglio dello scenario enogastronomico e delle eccellenze della città torinese.

Presso la sede della Camera di Commercio di Torino sono stati rivelati i locali premiati dall'unica guida al mondo tracciata in blockchain “Per ogni visita effettuata gli ispettori hanno caricato il documento di pagamento e le foto dei piatti provati in una dashboard sviluppata dalla startup innovativa pOsti che ha provveduto poi alla ‘notarizzazione' dei dati grazie al supporto di Almaviva, azienda leader nell'innovazione digitale. In questo modo le visite a tutti i locali, ad esclusione delle botteghe del gusto a cui non viene assegnato un voto, sono tracciabili e non modificabili” dichiarano Simone Cargiani e Fernanda D'Arienzo, editori e curatori della guida.

L'edizione 2024 di Torino comprende 330 locali recensiti con 50 novità, suddivisi in tre sezioni principali e che, a loro volta, contengono diverse sottosezioni, facilitando il lettore nella consultazione del volume. Ristoranti, trattorie ed etnici sono valutati con un voto da 1 a 10 mentre le pizzerie e le pause golose hanno un voto da 1 a 5 espresso con il simbolo della pecora nera.

Il volume si apre con Le Tavole, dove consumare un pranzo o una cena seduti, suddivise in ristoranti , neo bistrot creativi, tradizionali, enoteche con cucina, trattorie e osterie, etnici e pizzerie. La seconda sezione comprende le Pause golose, gli indirizzi organizzati per fascia oraria in cui effettuare una sosta durante la giornata, quindi colazioni, pranzi veloci, merende, aperitivi, cene veloci, locali, per mangiare e/o bere fino a tardi e luoghi che hanno una proposta invariata durante l'arco della giornata.

Infine, la Spesa di qualità ossia le botteghe dove fare acquisti ripartite per tipologia: enoteche, birroteche, oleoteche, gastronomie, panifici, pastifici, macellerie, pescherie, formaggerie, pasticcerie, cioccolaterie, teerie, torrefazioni, utensilerie e negozi bio&equo, seguiti dai mercati Campagna Amica. Oltre alle botteghe del gusto e ai mercati, nella guida de La Pecora è presente una sezione dedicata alla rete di 60 mercati di quartiere in cui fare una spesa all'insegna della stagionalità realizzata in collaborazione con l'Assessorato al Commercio e Mercati della Città di Torino: “I mercati sono diventati una grande ricchezza di Torino, non solo per il commercio, ma come luogo d'incontro e socialità, di crescita lavorativa, di sviluppo interculturale” spiegano gli editori de La Pecora Nera.

I MAESTRI DEL GUSTO

Frutto di una consolidata partnership, quella con la Camera di commercio di Torino, è la sezione conclusiva dedicata ai Maestri del Gusto, un gruppo affiatato di oltre 200 artigiani che con la loro passione per il territorio e la qualità dei prodotti sono veri ambasciatori dei sapori di Torino e provincia. L'accurata selezione viene realizzata ogni due anni dalla Camera di commercio di Torino, per individuare i migliori rappresentanti della “torinesità” e della tradizione, da Slow , per valutare gusto ed eccellenza, e dal Laboratorio Chimico camerale per gli aspetti igienico sanitari.

“Per conoscere a fondo un territorio è indispensabile attraversare strade e paesaggi, ma anche fermarsi per incontrare persone e assaggiare i prodotti migliori. La nostra avventura dei Maestri del Gusto, iniziata oltre 20 anni fa, permette proprio questo: raccontare il territorio attraverso le nostre migliori realtà del settore agroalimentare, molte sono in città, ma la maggior parte è in provincia, in circa 90 comuni diversi, e in montagna, dove aziende agricole, casari e non solo, presidiano il gusto in quota. Negli anni i Maestri del Gusto di Torino e provincia sono cresciuti per numero e qualità e attualmente fanno parte di un'ampia e articolata famiglia suddivisi in 26 categorie, dalla A di aceterie alla V di viticoltori” racconta Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio di Torino.

I PREMI

Anche quest'anno in guida non mancano i ristoranti selezionati in collaborazione con la Fondazione Campagna Amica, 8 locali che si distinguono per la qualità della loro proposta incentrata sulla valorizzazione degli ingredienti del territorio e la filiera corta: “In questa guida abbiamo voluto selezionare, insieme a Pecora Nera, proprio quei locali che, nel loro quotidiano, applicano le regole di sostenibilità legate alla stagionalità, al non spreco e al tema del rispetto dell'ambiente di cui Campagna Amica ne ha fatto una mission che porta avanti in tutta Italia” afferma Carmelo Troccoli, Direttore Generale Fondazione Campagna Amica.

Rinnovata la collaborazione con High Quality Food – azienda leader nella produzione e fornitura agli operatori di prodotti che rispettano requisiti di tracciabilità della filiera, lavorazione artigianale controllata, coltivazione naturale, tradizione consolidata del produttore e certificazioni di qualità – che premia “Le migliori tavole by HQF”. Al primo posto troviamo Condividere, guidato dallo Federico Zanasi, a seguire il ristorante Del Cambio dello chef Matteo Baronetto e al terzo posto Opera, capitanato dallo chef Stefano Sforza.

Nell'edizione 2024 arriva il premio “Amaro Formidabile” della Pallini S.p.A., storica impresa romana che ha rilevato l'azienda del compianto Armando Bomba nell'ottica di sviluppare il grande lavoro svolto dal fondatore che ha assegnato ai locali Affini, D.One e Smile Tree il riconoscimento per il migliore “Bere miscelato”. Ai sei locali premiati è stata consegnata una targa in porcellana dipinta a mano con la tecnica dell'oro antico realizzata dall'artista italo giapponese Yuriko Damiani.

Da sempre la pubblicazione riserva una grande attenzione sull'uso dell'oro verde, infatti, i ristoranti presenti in guida vengono valutati considerando la tipologia di olio servito e la modalità di somministrazione. 17 gli indirizzi torinesi che riceveranno il premio “Olio” per la valorizzazione dell'olio extravergine di oliva a tavola nel corso della nuova edizione di Evoluzione – evento organizzato da La Pecora Nera e Oleonauta di Simona Cognoli per sensibilizzare e formare gli operatori horeca sull'utilizzo dell'olio evo di qualità – in programma il 29 gennaio 2024 al Museo MAXXI di .

Torino de La Pecora Nera Editore 2024 è in vendita nelle librerie e nel sito della casa editrice al prezzo di 16,90€. I contenuti sono presenti nell'app gratuita Buon APPetito! disponibile per smartphone iOS e Android a partire dal 22 novembre.

Contatti:

  1. La Pecora Nera
  2. Via Bradano, 26/A – 00199 Roma
  3. Facebook: La Pecora Nera Editore
  4. Instagram: pecoraneraed

Tel. e Fax: +39 06 8607731 – info@lapecoranera.net –

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi