Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Otto medaglie per Rocca Toscana Formaggi ai World Cheese Awards 2023

Otto medaglie per Rocca Toscana Formaggi ai World Cheese Awards 2023. I campionati del mondo del formaggio sono andati in scena nella norvegese Trondheim e hanno rinnovato un confronto tra oltre quattromila specialità da quaranta Paesi di tutto il mondo, con l’azienda aretina che è risultata pluripremiata con un oro, un argento e sei bronzi. Rocca Toscana Formaggi, realtà con esperienza decennale nel settore caseario, ha dunque trovato un’ulteriore attestazione di qualità di spessore internazionale che dà seguito e migliora i quattro premi ottenuti ai World Cheese Awards 2022, riuscendo nuovamente a meritare giudizi favorevoli da parte della giuria per l’aspetto, la consistenza, l’aroma e il sapore delle proprie produzioni.

Il riconoscimento più prestigioso è spettato al pecorino con Pistacchio Verde di Bronte Dop “Il Frastuchino” che ha meritato la medaglia d'oro. Questa specialità rientra nella linea degli “Aromatizzati” di Rocca Formaggi nati dal connubio tra latte ovino e materie prime espressione dell'eccellenza enogastronomica italiana che, mescolati in caldaia, permettono di ottenere inediti abbinamenti e testimoniano una costante spinta verso l'innovazione dei sapori. La medaglia d'argento è invece spettata al pecorino stagionato sotto foglie di noce “Il Noceto” che fa parte degli “Affinati” dove la stagionatura dei formaggi con elementi della natura arricchisce la pasta di nuove caratteristiche olfattive e gustative. Ben sei, infine, sono stati i bronzi assegnati a testimonianza della qualità produttiva di Rocca Toscana Formaggi dalla scelta delle materie prime ai naturali processi di stagionatura, con premi anche per novità tra cui il pecorino stagionato sotto rosmarino “Il Ricordo” e il formaggio caprino “Il Refolo”.

«Le otto medaglie ai World Cheese Awards 2023 – commenta Giancarlo Canti, CEO di Rocca Toscana Formaggi – consacrano i nostri formaggi tra le eccellenze casearie di livello mondiale, migliorando il già ottimo bilancio della precedente edizione. Il motivo di maggior entusiasmo è rappresentato dall'aver conseguito premi con specialità frutto di modalità di produzione e di stagionatura diversificate come testimoniato dalla medaglia d'oro a un aromatizzato quale “Il Frastuchino” e dalla medaglia d'argento a un affinato quale “Il Noceto”, andando a confermare l'attenzione, la cura e lo studio riposti verso ogni fase della filiera con l'obiettivo di proiettare verso il futuro un settore dalla tradizione millenaria».

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Marco Cavini

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi