Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Paololeo presenta il progetto “Cantina sottomarina”

Il “varo” di 1011 bottiglie di vino spumante Metodo Classico avverrà il 15 aprile a Porto Cesareo.
Photo credits: Paololeo

San Donaci – Torna l'appuntamento con Vinitaly, la più grande manifestazione dedicata al mondo del vino e Cantine Paololeo presenterà il progetto “Cantina Sottomarina” domenica 2 aprile alle ore 15:00 presso la Sala Convegni del Padiglione , alla presenza dell'Assessore regionale Dott. Donato Pentassuglia; modera il Presidente di Vinoway Italia Davide Gangi.

Dopo un anno di affinamento sui lieviti, 1011 bottiglie di Metodo Classico Pas Dosé trascorreranno 12 mesi in mare a 30 mt di profondità.

Attualmente in Italia sono 5 le cantine che hanno adottato questo metodo, in Puglia è Cantine Paololeo ad essere la prima a sperimentarlo, mentre in tutto il mondo si contano poco più di 30 cantine.

È questo un progetto green perché si utilizzerà il fondale marino come frigorifero, temperatura a 12-14 gradi, limitando i consumi energetici e abbattendo le emissioni di Co2, fattori importanti per la Paololeo, azienda certificata Equalitas.

Inoltre, si presume che l'oscillazione delle onde possa far avvenire un remuage più duraturo e costante, iniziando il processo di autolisi nei lieviti, fase in cui si distruggono le pareti cellulari con il conseguente rilascio delle proteine; altro fattore importante è la pressione la quale, essendo proporzionale alle temperature, queste andranno ad influire sull'affinamento: temperature più basse comportano pressioni più basse e viceversa.

“Le ricerche sulla fattibilità del progetto hanno inizio nell'inverno del 2018 e nel 2019 – spiega l'enologo Dott. Nicola Leo – abbiamo contattato il Dott. Lugano della Cantina Abissi, ideatore dell'affinamento in mare; purtroppo con l'arrivo della pandemia abbiamo dovuto mettere da parte questa idea, portandoci però avanti con le ricerche e con l'attività burocratica, fino ad oggi, anno in cui finalmente il nostro progetto si concretizza. A nome di tutta la famiglia Paololeo ringrazio lo Studio De Bartolomeo per aver coordinato le procedure burocratiche, EPC per il supporto al “varo” con mezzi nautici innovativi e Azeta Enologia per il supporto tecnico della spumantizzazione. Un ringraziamento particolare al Comune di Porto Cesareo, la Capitaneria di Porto e l'Area marina protetta per aver condiviso con entusiasmo questo progetto che aggiunge una nuova sperimentazione alla Regione Puglia”.

Sabato 15 aprile alle ore 11:00 in piazza Nazario Sauro di Porto Cesareo ci sarà il “varo” del vino spumante pas dosé “MORMORA”.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Destinazione Avventura
Fonte Articolo

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi