Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Peak of Taste e Mountain Gourmet Ski Experience: a Courmayeur un mese sotto le stelle dell’alta cucina

Dal 9 al 10 marzo, Peak of Taste anima il centro con showcooking e masterclass dell’istrionico Paolo Griffa più una Food Experience a Skyway Monte Bianco con Roberto Valbuzzi e Bruno Vanzan mentre dal 22 al 24 marzo Mountain Gourmet Ski Experience è pronto a rendere un palcoscenico internazionale la baita Les Dames Anglaises, il rifugio Maison Vieille e tutta Courmayeur con gli stellati Jean-Philippe Blondet, Claude Bosi e il nuovo chef del Grand Hotel Royal Emin Haziri, per tre giorni di cene a più mani, degustazioni e showcooking.
Photo credits: fonte ufficio stampa DOC-COM

A marzo, per due weekend, Courmayeur si trasforma in un laboratorio creativo temporaneo con due appuntamenti enogastronomici sul territorio che uniscono pluristellati italiani e internazionali, maestri di sci, attività outdoor e ospiti da tutto il mondo.

A Courmayeur i prodotti enogastronomici del territorio sono gli ingredienti di un percorso di scoperta in due tappe che coinvolge alcuni dei massimi chef italiani e internazionali. Il calendario del mese di marzo si popola infatti di cene ed eventi che coinvolgono tutta la località.

Nel weekend del 9-10 marzo arriva Peak of Taste, la rassegna che porta ad alta quota il talento degli chef Paolo Griffa e Roberto Valbuzzi e del barman – campione del mondo – Bruno Vanzan: in programma una masterclass stellata e altre proposte adatte ad ogni palato.

Meno di due settimane dopo, dal 22 al 24 marzo, Momentum Experiences – porta a Courmayeur i migliori chef internazionali stellati della Gran Bretagna per la nuova edizione di Mountain Ski Experience, Jean-Philippe Blondet e Claude Bosi.

La dimostrazione che a Courmayeur il cibo è un linguaggio che permette di conoscere il territorio e le sue produzioni, e al tempo stesso “conversare” con i massimi chef internazionali.

Peak of Taste 2024

Sale in quota la rassegna di Courmayeur dedicata alle esperienze di alta qualità. In cartellone, vari protagonisti della scena enogastronomica e non solo, che animano il centro, la suggestiva cornice di Skyway Monte Bianco e le location più belle sul comprensorio sciistico valorizzando le perle uniche dei produttori locali.

Sabato 9 marzo

La masterclass con Paolo Griffa_Appuntamento alle ore 10.00 alla Range Rove House ai Jardin de l'Ange, in pieno centro: inizia la masterclass tenuta da Paolo Griffa, uno dei più promettenti giovani cuochi italiani, da qualche anno di casa in . Venti partecipanti al massimo, per un'esperienza unica: la preparazione di un piatto targato “Griffa” con prodotti del territorio, per scoprire insieme come si concepisce e realizza un piatto d'autore.

La cooking class stellata di Ugo Alciati_Sempre alla Range Rover House, alle ore 12.00, il secondo appuntamento in collaborazione Buonissima, la rassegna torinese di alta gastronomia organizzata da Produzioni Fuorivia, IL e Associazione Raggio Verde, con la Direzione artistica di Luca Iaccarino, Stefano Cavallito e Matteo Baronetto. A salire in cattedra per la cooking class è Ugo Alciati, 1* Michelin per Guidoristorante, icona della cucina piemontese e italiana pronto a guidare i partecipanti nella realizzazione di quello che è non solo il suo piatto faro, ma un simbolo della cucina povera di Langa: gli insuperabili Agnolotti del Plin, realizzati per l'occasione con carne 100% valdostana.

Food Experience e Sunset a Skyway Monte Bianco_Alle 17.00 si sale sulle cabine circolari e panoramiche di Skyway Monte Bianco, per arrivare fino a Punta Helbronner, a 3.466 metri di altezza. Davanti al panorama del tetto d'Europa si brinda con un calice di Cave Mont Blanc, in attesa dell'esperienza gourmet delle 18.30 con Roberto Valbuzzi, con Roberto Valbuzzi, chef patron del ristorante Crotto Valtellina e volto televisivo: è lui a raccontare i suoi piatti, realizzati con materie prime locali, abbinati a due cocktail specialmente ideati da Bruno Vanzan, pluripremiato barman a livello mondiale. Il programma potrà subire variazioni in caso di condizioni meteo avverse.

Domenica 10 marzo

Buongiorno Courmayeur: special gift di Paolo Griffa_L'ultimo appuntamento di Buongiorno Courmayeur si arricchisce di un dono firmato da Paolo Griffa. Si parte prima dell'alba dalla stazione della cabinovia di Dolonne: Courmayeur Mont Blanc Funivie offre la possibilità di essere i primi a solcare le piste, godendosi il sorgere del sole e scoprendo “in anteprima” tutto il versante dello Checrouit. Durante il percorso i partecipanti potranno gustare un box gourmet specialmente ideato dallo chef: un'esperienza esclusiva su prenotazione, massimo 50 persone.

Mountain Gourmet Ski Experience

Per tre giorni, dal 22 al 24 marzo, porta i migliori chef internazionali stellati della Gran Bretagna e un ricco parterre di ospiti provenienti da vari Paesi del mondo ai piedi del Monte Bianco per un'esperienza unica. Si tratta di un format originale e dallo spirito particolarmente conviviale, che comprende cene, sci e attività sulla neve.

Tra chef, ospiti e operatori del territorio si crea una speciale alchimia, un legame che si consolida attraverso tanti momenti emozionanti, sia a tavola che sulle piste da sci. Per l'edizione 2024, tre fuoriclasse dallo stile molto differente: Jean-Philippe Blondet, Chef Patron dell'Alain Ducasse at the Dorchester, 3* Michelin, Claude Bosi, Chef Patron del 2* Bibendum e Emin Hazari, da novembre 2023 executive chef del Bistrot Royal al Grand Hotel Royal e Golf di Courmayeur.

Venerdì 22 marzo

Si sale in funivia alle 18.45 per raggiungere la baita Les Dames Anglaises, una baita sulle piste di Checrouit. Il primo appuntamento del weekend è una cena degustazione a sei portate firmata dai due chef, i loro team e la squadra della struttura con vini pregiati in abbinamento al percorso di degustazione, seguito da un DJ set. Discesa fino alle 01.40.

Sabato 23 marzo

Il palcoscenico è la Maison Vieille, l'iconico rifugio che alle 14.30, dopo una giornata di sci, accoglierà gli ospiti con un pranzo barbecue all'aperto preparato dagli chef stellati accompagnato da abbondanti . Il pomeriggio prosegue con musica dal vivo da Kudos Live e après-ski party, terminando con una discesa in seggiovia a Plan Checrouit alle 18.00.

Domenica 24 marzo

I tre chef, Jean-Philippe Blondet, Claude Bosi ed Emin Hazari, insieme alle loro squadre realizzeranno live, al Jardin de l'Ange, gustosi canapé da offrire ai visitatori del centro storico di Courmayeur. A seguire gli chef saranno a disposizione per una sessione di domande e risposte a cui seguirà una masterclass, a cura degli esponenti più di spicco della scena mixology di Courmayeur.

Vini e spirits diventano protagonisti di un'esperienza imperdibile e l'occasione perfetta per gli appassionati di scoprire i talenti che si trovano dietro il bancone dei migliori cocktail bar della località.

Per tutto il weekend, i numerosi momenti gourmet con cene, degustazioni di vini e prodotti del territorio, laboratori di cucina si alterneranno a sciate sulle piste del comprensorio di Courmayeur Mont Blanc Funivie.

Gli ospiti potranno scegliere da un menù sportivo con attività di ogni genere, immersive o adrenaliniche: si cammina con le ciaspole nei boschi per assaporare il silenzio della natura, si viaggia a bordo delle cabine di Skyway Monte Bianco per ammirare la catena alpina dall'alto, ci si sfida in sella alla fat bike o con il go-kart, si scoprono l'arrampicata in parete e lo sleddog, la slitta trainata dai cani, si costruisce un igloo e si imparano le basi del soccorso in montagna.

Winter partners

Con il brand Range Rover, JLR Italia conferma, anche per la stagione invernale 2023/2024, la propria presenza a Courmayeur come partner di località. La Range Rover House, sempre presso lo Chalet de l'Ange, con un rinnovato design che riflette i codici stilistici del brand, aprirà le porte dal 7 al 10 dicembre e dal 26 dicembre al 7 gennaio per accogliere ed offrire ai clienti esperienze uniche e mirate in uno spazio esclusivo in cui vivere l'essenza Range Rover.

Jaguar Land Rover Reimagine strategy

La strategia Reimagine di JLR riflette una vision altamente sostenibile del Modern Luxury guidato dal design. L'azienda sta proseguendo il suo percorso per diventare carbon net zero su tutta la propria catena di approvvigionamento, prodotti e processi entro il 2039. L'elettrificazione e la sostenibilità sono al centro di questa strategia e prima della fine del decennio le nostre linee Range Rover, Discovery e Defender avranno ciascuna un modello puramente elettrico, mentre il brand Jaguar sarà solo ed esclusivamente elettrico.

Parte integrante della strategia Reimagine è la recente presentazione delle House of Brands con cui JLR passa ad un approccio distinto per marchio per amplificare il carattere unico di ciascuno dei suoi brand – Range Rover, Defender, Discovery e Jaguar – e accelerare la realizzazione della visione dell'azienda, ovvero dare orgogliosamente vita ai brand Modern Luxury più desiderabili al mondo in grado di soddisfare i clienti più esigenti.

CVA

Il Gruppo CVA, con sede in Valle d'Aosta e impianti in tutta Italia, nasce nel 2001. È l'unico operatore italiano integrato su tutta la filiera dell'energia pure green ed opera anche nel settore dell'efficientamento energetico.

L'attuale parco impianti consta di 934 MW di derivante da impianti idroelettrici, 54 MW da impianti fotovoltaici e 157,5 MW da impianti eolici. Protagonista della transizione energetica, il Gruppo prevede un piano strategico di investimenti al 2027 che porterà ad un incremento di 804 MW di nuovi impianti fotovoltaici ed eolici, per una produzione aggiuntiva di 1.440 GWh di energia rinnovabile.

CAVE MONT BLANC

Il nostro pensiero e i nostri valori fanno della qualità e della genuinità le essenze prime della nostra cantina. Consentire al Prié Blanc, biotipo autoctono, di esprimersi con la massima autenticità ed originalità, costituisce l'obiettivo che cerchiamo di raggiungere da sempre. Ci imponiamo pertanto, da una parte di rispettare il carattere e le specificità del nostro uvaggio, dall'altra di interpretare le esigenze dei nostri clienti nelle versioni del Blanc de Morgex et de la Salle con le conoscenze tecnologiche del presente e l'antica tradizione enologica valdostana. Per fare questo nella nostra Cave cerchiamo d'intervenire “solo lo stretto necessario”, con un ideale sintesi di amore, fantasia e tecnica, consentendo alla creatività dei nostri soci viticoltori, orgogliosi ed amanti dei loro piccoli vigneti, di esprimersi supportata da una continua e approfondita ricerca.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi