Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Pizza, la Carciuffulella di Enrico Arena conquista il Cibus di Parma

Il talento casertano è brand ambassador del Molino Signetti
Photo credits: fonte ufficio stampa

Enrico Arena, astro nascente del mondo pizza, continua a stupire con le sue gustose creazioni. Infatti, il giovane talento casertano sta conquistando con il suo estro anche la folta e qualificata platea del Cibus, il Salone dell'alimentazione, nonché la più importante dedicata all'agroalimentare italiano, in corso di svolgimento a , presso il quartiere fieristico.

Enrico Arena sta deliziando i palati dei visitatori del Cibus con una delle sue ultime creazioni: la Carciuffulella, una pizza con carciofo “Mammarella di Acerra” in diverse consistenze, provola affumicata, salsa menta e peperoncino, lardo di Colonnata Igp all'uscita. La Mammarella di Acerra è una varietà più tonda del carciofo romanesco del Igp, è di colore violaceo o bluastro e viene coltivato nell'agro-acerranese. Grazie al terreno vulcanico in cui cresce, il carciofo acerrano è tenero dalla prima all'ultima foglia, tendente al dolce, fresco e quasi dissetante, nonché ricco vitamine e sali minerali.

La Carciuffulella, che è anche la più richiesta nel locale di Enrico Arena a Santa Maria Capua Vetere (Ce), fa parte del menù primavera-estate realizzato a “4 mani” con la collaborazione dello Giovanni Sorrentino, patron del ristorante “Gerani” di Sant'Antonio Abate, in provincia di , Bib Gourmand della Guida Michelin dal 2016. Se la Carciufulella è la star del nuovo menù “a 4 mani”, di sicuro non sono da meno le altre tre gustose new entry, ovvero:

· Puntalice: pizza con crema di mozzarella di bufala, puntarelle, colatura di alici di Cetara, alici, crumble al parmigiano e finocchietto.

· Tonnata: pizza con fiordilatte, roast beef di vitello, spuma di salsa tonnata, pomodori secchi, fiori di cappero ed erba cipollina.

· Primmavera: pizza con fiordilatte, cipollotto, asparagi, fave, piselli, coste di bietola in agrodolce, polvere di olive nere, guanciale e uovo marinato.

Inoltre, Enrico Arena, nelle vesti di brand ambassador dello storico Molino Signetti, è protagonista al Cibus di una serie di Masterclass sulla Pizza Contemporanea, riservate a pizzaioli ed operatori del mondo , provenienti da tutto il mondo.

Molino Signetti

Fin dal 1949, la famiglia Signetti è al servizio sella completa soddisfazione dell'artigiano dell'arte bianca sia esso panettiere, pizzaiolo o pasticcere. La gamma di farine di grano tenero del Molino Signetti è oggi estremamente vasta ed adattabile alle lavorazioni più diverse, inoltre grazie alla costante collaborazione con i clienti è anche possibile creare sfarinati su misura per ogni eventuale richiesta. Da oltre mezzo secolo, Molino Signetti seleziona e macina solo i migliori grani teneri del mondo con cura e tecnologia per ottenere un prodotto genuino ed inimitabile nelle sue caratteristiche. Nell'ultimo decennio infine Molino Signetti è divenuto uno dei pionieri a livello nel settore delle fibre termotrattate e tostate, arricchendo la propria gamma di molte farine integrali e Tipo 1 e Tipo 2 con caratteristiche nutrizionali distintive.

Enrico Arena

Oltre ad aver ricevuto grande riscontro nel corso di incontri e masterclass in Italia e all'estero, Enrico Arena, lo scorso autunno, ha sbaragliato la concorrenza di oltre 100 pizzaioli provenienti da diverse parti del mondo e si è aggiudicato il prestigioso Trofeo Pulcinella. Sempre propenso allo studio, alla ricerca e all'innovazione nel solco della tradizione, lo scorso aprile, Enrico Arena ha presentato un esclusivo menù a “4 mani”, realizzato in collaborazione con lo chef Giovanni Sorrentino del ristorante “Gerani” di Sant'Antonio Abate (Na), Bib Gourmand della Guida Michelin dal 2016.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi