Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Pranzi della tradizione italiana a Roma

Per chi vuole assaporare sapori tipici della tradizione culinaria italiana. Tante le offerte anche per la domenica.
Photo credits: fonte ufficio stampa Passionfruit Hub

DA NUMA AL CIRCO, IL PRANZO DELLA TRADIZIONE ITALIANA

Per la domenica il ristorante Numa al Circo, a due passi dal Circo Massimo, propone ai clienti un pranzo realizzato con i grandi classici della cucina italiana. Nei duecento metri quadri distribuiti tra l'interno e il dehors, caratterizzato da un giardino verticale, ci si può accomodare per degustare una selezione dei piatti più celebri del nostro Paese: lasagna, cannelloni, ravioli, brasati, arrosti, agnello al forno con le patate e tanto altro. Lo Davide Cianetti vuole riproporre il sapore e il profumo della domenica in famiglia con gustose ricette. A chiudere in dolcezza la degustazione del “vassoio di pastarelle”, una selezione intramontabile di dolci tipici della domenica.

Contatti

Numa al Circo

  1. Viale Aventino, 20 –
  2. Tel: 06.64420669

PRANZO CON GLI OSTI DAI FRATELLI MORI

Osteria Fratelli Mori è ormai un indirizzo di riferimento per tutti coloro che vogliono assaporare la cucina tipica romana a due passi da Piramide. Negli anni, gli osti Alessandro e Francesco Mori hanno puntato a rafforzare la loro identità ristorativa legata al territorio e alle tradizione culinaria di Roma.

È un posto adatto per il pranzo della domenica da passare in famiglia o con gli amici. Si parte con gli antipasti, tra i più apprezzati ci sono i fritti, il baccalà mantecato e le polpette di coda; si prosegue con i primi piatti, cacio e pepe, rigatoni all'amatriciana, carbonara. Tra i secondi sono ormai famose le polpette di bollito, la guancia di maialino Iberico, le costolette d'agnello alla scottadito e la trippa alla romana con pomodoro, pecorino e menta. Chiudono il menu i dolci: a papà Mori il merito della ricotta di Ambrogio fatta con ricotta di bufala, scorza di arancia candita e pistacchio caramellato, a mamma Giuliana va una menzione speciale per le sue guduriose torte e crostate fatte in casa, in particolare per quella ricotta e visciole. La domenica, nel periodo autunnale, il menu si arricchisce anche di piatti stagionali fuori menu.

Contatti

Osteria Fratelli Mori

  1. via dei Conciatori,10 – Roma
  2. Tel. 331 323 4399

LA TOSCANA NEL PIATTO DAI MALEDETTI TOSCANI

A Roma, nel quartiere Prati, c'è un piccolo angolo di . Marco Morzilli e Giacomo Calconi portano avanti con passione le ricette tipiche della cucina toscana da gustare nell'ampia sala interna o nello spazio esterno. Tra le specialità da provare la pappa al pomodoro con stracciatella di bufala, il filetto, l'entrecote, l'immancabile fiorentina, i pici con crema di zucchine, pecorino e guanciale croccante e le gustose fettuccine con ragù di cinghiale.

Contatti

Maledetti Toscani

  1. Via Monte Pertica,45 – Roma
  2. Tel: 06.37513860

PRANZO CON I TEN BEST DA HOSTARIA PO

Anche la domenica nel ristorante di Giorgio de Iulio si possono assaporare i Ten Best, i dieci piatti più rappresentativi, uno per ogni anno dal 2013 al 2022, rivisitati in chiave contemporanea che hanno segnato la storia del locale e che sono stati inseriti da poco in menu, in occasione dei dieci anni di attività.

Si parte dal 2013 con il fagottino di pasta fillo alle verdure e taleggio con fonduta di parmigiano e mosto di vino rosso; il 2014 è rappresentato dai gamberoni al lardo e rosmarino su crema di patate e zenzero, mentre il 2015 è l'anno dei paccheri freschi con pesto di pistacchio e gamberi cotti e crudi. Nel 2016 trionfa il tiramisù di Hostaria Po.

Nel 2017 entra in carta un piatto dal respiro più come il pollo al curry, con riso e verdure al vapore e nel 2018 a farla da padrona è la bistecca di manzo panata e fritta. Si procede nel 2019 con il tortino di mele e cannella con alla crema e si arriva al 2020 con l'amatriciana di gnocchi acqua e farina, guanciale e pecorino. Il 2021 è simboleggiato dalle linguine al nero di seppia, curcuma, lime e crudo di gamberi; il 2022 è presente con l'anatra al fumo di ciliegio, mirto e mirtilli. Una vasta scelta che si aggiunge ai nuovi piatti alla carta.

Contatti

Hostaria Po

  1. Via Po, 118/122 – Roma
  2. Tel. 06 855 2016

PRANZO DELLA TRADIZIONE ROMANA NEL CUORE DI ROMA

È un indirizzo da non perdere l'Hosteria Grappolo D'Oro, locale nel cuore della Capitale dove degustare i piatti della tradizione romana e laziale. Questa osteria è situata tra i vicoletti adiacenti a storici punti d'interesse, come Piazza Navona e Campo de' Fiori.

La cucina è basata su prodotti stagionali e locali, piccoli produttori del territorio e Presidi Slow compongono la proposta gastronomica tra tradizione e gusto. Le proposte si dividono tra il Menù alla carta che dà spazio alla scelta personale del singolo commensale e il Percorso Romano, una dichiarazione d'amore alla storia gastronomica della Città Eterna con grandi e intramontabili classici.

Tra i piatti spiccano le polpette di bollito con salsa verde, i ravioli del giorno, gli spaghetti alla carbonara, i rigatoni all' amatriciana e i tonnarelli cacio e pepe. E ancora baccalà alla romana, agnello alla romana e guancia brasata al cesanese con contorno di stagione. Per chiudere in dolcezza da provare il maritozzo fatto in casa e il tiramisù.

Contatti

Hosteria Grappolo D'Oro

  1. Piazza della Cancelleria, 80 – Roma
  2. Tel: 06 6897080

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi