Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Presentazione dell’Iniziativa “Per favore un macchiato caldo senza schiuma”

Questo innovativo percorso formativo, promosso da ASP della Romagna Faentina, il Gruppo Disabilità Faenza (GDF), Fare Comunità e Confcommercio Ascom Faenza, riveste un’importanza cruciale per la comunità, in quanto mira non solo all’integrazione lavorativa ma anche all’inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità.

Martedì 9 aprile alle ore 11, presso il polo di formazione Kwak di Faenza, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa “Per favore un macchiato caldo senza schiuma”.

Questo innovativo percorso formativo, promosso da ASP della Romagna Faentina, il Gruppo Disabilità Faenza (GDF), Fare Comunità e Confcommercio Ascom Faenza, riveste un'importanza cruciale per la comunità, in quanto mira non solo all'integrazione lavorativa ma anche all'inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità.

Alla conferenza sono intervenuti Davide Agresti, Assessore del Comune di Faenza con delega al Welfare; Francesco Carugati, Direttore generale di Confcommercio Ascom Faenza; Cosetta Camillini, rappresentante del Consorzio non profit Fare Comunità; e Nives Baldoni, vicepresidente del Gruppo Disabilità Faenza (GDF).

Una bella unione, ha dichiarato l'Assessore Agresti, quella che si è venuta a creare, che mostra principalmente due punti di forza: la volontà di investire in formazione e politiche attive sul lavoro per le persone con disabilità, e la ricettività di un territorio e del suo mondo associativo e imprenditoriale di mettersi a servizio di questo scopo. Una bella testimonianza di attenzione e collaborazione”.

L'iniziativa prevede la realizzazione di diversi percorsi:

• Corso di Barista Base e Latte Art: destinato a 4 persone con disabilità segnalate dai servizi socio sanitari di URF. Il corso della durata di 20 ore, si svolgerà presso l'aula attrezzata di KWAK Formazione, offre un'opportunità concreta di apprendimento e inserimento lavorativo. La presenza di un educatore professionale a sostegno del percorso, fornito da GDF, garantisce un supporto mirato alle esigenze dei partecipanti, mentre AIBAR garantisce una formazione di alta qualità.

• Social Club: Questo club non solo promuove l'integrazione lavorativa, ma anche una maggior consapevolezza nella comunità. Sarà composto da un gruppo di operatori economici del settore, associati a Confcommercio Ascom Faenza, che offriranno tirocini inclusivi alle 4 persone partecipanti al corso di formazione. Questo rappresenta il primo nucleo di una comunità d'intenti volta a informare e formare i partecipanti sull'inclusione sociale e lavorativa delle persone disabili.

• Tirocini Inclusivi: l'attivazione e la gestione di 4 tirocini inclusivi, della durata variabile dai 3 ai 6 mesi, all'interno delle imprese aderenti al social club. Grazie all'esperienza e alla competenza di Fare Comunità, gestore dell'organizzazione dei tirocini finanziati dai servizi sociali dell'URF, queste esperienze lavorative saranno supportate e valorizzate, offrendo ai partecipanti l'opportunità di mettere in pratica le competenze acquisite durante il corso di formazione.

L'inizio del percorso di formazione è previsto dal 15 al 19 aprile 2024. Il progetto è studiato per fornire un percorso di studio teorico – pratico per avvicinarsi alla professione del barista e del barman concentrandosi su diverse aree: dal mondo della caffetteria e del cappuccino, al bartending ed alla preparazione degli aperitivi, il tutto in ottica di servizio al cliente. I ragazzi coinvolti proseguiranno poi con il tirocinio formativo presso le aziende che si sono rese disponibili.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Federica Ferlini

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi