Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Pubblicata la quinta ed. di IdentiPack, l’Osservatorio sull’etichettatura ambientale di CONAI e GS1 Italy

È online la nuova edizione di IdentiPack, il primo Osservatorio nazionale sull’etichettatura ambientale del packaging per il largo consumo, frutto della collaborazione tra CONAI e GS1 Italy.

Dall'analisi delle informazioni riportate sulle confezioni di oltre 139.000 prodotti, digitalizzate dal servizio Immagino di GS1 Italy Servizi e incrociate con i dati NielsenIQ sul venduto in ipermercati e supermercati italiani nel corso del 2023, questa quinta edizione rileva che le indicazioni sulla tipologia di imballaggio e sul corretto conferimento in raccolta differenziata compaiono sul 53,9% delle referenze a scaffale (+3,4 punti % rispetto al 2022) e sul 78,0% di quelle effettivamente vendute (+2,3 punti %).

E se la codifica identificativa del materiale, ai sensi della Decisione 129/97/CE, è presente sulle confezioni del 42,8% dei prodotti a scaffale (+4,9 punti % annui) e del 68,1% di quelli venduti (+3,2 punti %), più contenuta risulta la presenza di altre indicazioni facoltative, come i marchi e le dichiarazioni ambientali volontarie, le informazioni aggiuntive per una raccolta differenziata di qualità, la condivisione digitale delle informazioni ambientali e le indicazioni sulla certificazione di compostabilità del packaging.

La nuova edizione di IdentiPack rileva inoltre che il freddo (gelati e surgelati) si conferma la prima categoria per l'ampia comunicazione dell'etichettatura ambientale, il cura casa eccelle nell'uso di canali digitali per fornire ulteriori informazioni ambientali, mentre il petcare mostra la minor presenza di informazioni sull'etichettatura ambientale, risultando sotto la media in tutti i cluster analizzati.

***

GS1 Italy. A partire dall'introduzione rivoluzionaria del codice a barre nel 1973, l'organizzazione non profit GS1 sviluppa gli standard più utilizzati al mondo per la comunicazione tra imprese. In Italia, GS1 Italy riunisce più di 40 mila imprese dei settori largo consumo, sanitario, bancario, della logistica, del foodservice e delle costruzioni. I sistemi standard GS1, i processi condivisi ECR, i servizi e gli osservatori di ricerca che GS1 Italy mette a disposizione semplificano e accelerano il processo della trasformazione digitale delle imprese e della supply chain, perché permettono alle aziende di creare esperienze gratificanti per il consumatore, aumentare la trasparenza, ridurre i costi e fare scelte sostenibili.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Giovanni Ranghi

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi