Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

RPM Proget realizza MATER PANTHEON, Pizzeria molto speciale nel cuore di Roma

Tra le più recenti realizzazioni dello studio RPM, c’è una pizzeria molto speciale, che ha saputo coniugare i nuovi trend di consumo con il sapore della tradizione e la più moderna funzionalità. MATER è un locale appena aperto nel rione Colonna a Roma, con quattro vetrine in ferro che affacciano su via della Maddalena con la sua bellissima chiesa in un stile che unisce Barocco e Rococò, a 50 metri dal Pantheon, nel cuore antico della città.
Photo credits: fonte ufficio stampa OGS

La scelta del nome è un riferimento al contesto storico e al legame forte con il passato, ma racchiude anche il sapore di una tradizione che si richiama al concetto del lievito madre, ingrediente principe della pizza. Infatti, MATER è pensato principalmente per chi ama la pizza a pala, ma non soltanto, perchè questa è una pizzeria atipica, diversa dal solito, che si estende su due piani, ciascuno di circa 115 metri quadri, per un totale di 25 coperti all’interno e 30 coperti nel dehor esterno. Un locale all-day-food, operativo dalla alla cena e al dopocena, progettato da RPM per far convivere tre diverse anime: Pizza al taglio, Market e Cucina.

Nella prima sala di ingresso un imponente banco espone un trionfo di pizza al taglio, fritti, verdure, primi piatti e il refrigerato, il tutto visibile già dalla vetrina, che è allestita come una pizzicheria, con salumi appesi, prodotti di vario genere e pizza, in un gustoso dialogo gastronomico con le vetrine della storica Macelleria Feroce, che si trova di fronte dall’altra parte della strada.

Il Market è uno spazio che occupa una grande parete accanto alla Cassa, dove sono esposti esclusivamente prodotti della gastronomia romana e italiana, dalla pasta all’olio, dai formaggi al vino, dai salumi alla birra. Cibi e bevande si possono acquistare, magari dopo averli gustati sul posto, per prolungare a casa propria il piacere di un buon prodotto della tradizione italiana. Per questa area, di grosso transito, è stato scelto un pavimento in cementina di produzione CESI con tasselli ottagonali, che contribuisce a dare un tocco di decorazione ‘vintage’.

Accanto, una sala di 30 metri quadri da 25 posti con pavimento di parquet in rovere naturale trattato e montato a spina di pesce portoghese, accoglie i clienti con tavoli e poltroncine imbottite, una panca e un divano Chester di 5 metri. L’idea è quella di offrire uno spazio comodo dove le persone si possano attavolare confortevolmente con il proprio vassoio food e possano trattenersi a lungo, senza nessuna fretta. Nella sala predomina il giallo – un colore solare, energetico, luminoso – e la decorazione è affidata a due grandi quadri che raffigurano la Dea del cibo e i corvi su un campo di grano di Vincent van Gogh. A parete, un rivestimento in mattoncini 7,5 x 15 con una grossa struttura che funziona come vineria. Gialle anche le piastrelline che rivestono i bagni e le due grandi insegne a LED in vetrina.

La Cucina è un locale a vista, come una grande sala di regia sopraelevata, con attrezzature d’avanguardia, tra cui due forni Castelli e Italforni e una squadra di 10 persone addette alla preparazione del cibo.

Il piano inferiore è riservato alle funzioni di servizio e qui trovano posto la zona lavaggio, i bagni con le docce e lo spogliatoio del personale e il magazzino.

“ Chi ama il cibo fa locali belli per la ristorazione, ma soprattutto locali che funzionano e che lavorano bene” così dice l’architetto Michelangelo Pepè di RPM, esplicitando la filosofia del team e un approccio progettuale che da sempre unisce funzionalità, estetica e servizio in una sintesi di successo.

ABOUT RPM PROGET

Lo studio RPM Proget nasce nel 2003 e riporta nella ragione sociale le iniziali dei nomi dei tre soci che formano il nucleo storico: l’architetto Roberto Antobenedetto, l’interior designer Patrizia Pozzi e l’architetto Michelangelo Pepé, tre professionisti in piena sintonia e complementari tra loro. Con particolare focus sul restyling di locali nel settore della ristorazione, lo studio arriva a progettare spazi di strutture alberghiere, entrando nel mondo dell’ospitalità, sempre con creatività e dinamismo combinati a un’attenzione particolare per illuminazione, acustica e sostenibilità, in ambito e .

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi