Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

SERENA WINES 1881 chiude il 2023 a quota 108 milioni e si prepara per un 2024 di ulteriore crescita, tra consolidamenti e nuovi progetti

Cresce del +4,5% e si attesta a oltre 108 milioni di euro il fatturato 2023 di Serena Wines 1881, storica azienda familiare di Conegliano oggi tra le cinque più grandi e rappresentative realtà del territorio nonché leader di mercato nella produzione di Prosecco DOC e DOCG.
Photo credits: fonte ufficio stampa

Nonostante una lievissima flessione dei volumi (-1,5%) soprattutto nel mercato Horeca Italia, il trend delle bottiglie resta positivo con oltre 26,8 milioni da 0,75 l venduti. Bene anche il segmento fusti che, con 280.000 hl venduti tra acciaio e PET, a fine dicembre mette in archivio un +3%.

Parlando di brand, il portafoglio aziendale vede protagonista, accanto al marchio emblema della tradizione Serena 1881 e alla linea legata alla tenuta Ville d'Arfanta e alla sua hospitality, il progetto dedicato alle pregiate bollicine francesi Champagne de Vilmont, che con 40.000 bottiglie vendute tra Italia e Europa si conferma un prodotto sempre più apprezzato. Continuano il miglioramento del percepito e la valorizzazione dell'offerta dell'imbottigliato a livello . Lo dimostrano i sei nuovi mercati conquistati dall'azienda nel 2023 (Turchia, Kazakistan, Armenia, India, Islanda e Portogallo) nonché il consolidamento dei mercati storici (Francia, Polonia, Slovacchia, Romania e Ucraina, quest'ultima nonostante gli attuali frangenti). Da segnalare i nuovi progetti commerciali siglati per approcciare USA e UK, ciascuno con l'obiettivo di inserire mezzo milione di bottiglie a marchio entro i tre e i cinque anni rispettivamente.

Per quanto riguarda i best performance product dell'anno appena terminato, al primo posto troviamo il Bianco Frizzante Più a marchio Serena 1881 che ha avuto ottimi risultati soprattutto nei mercati tedesco e austriaco, seguito dalla nuova cuvée Soé con 80.000 bottiglie vendute in un solo anno al segmento Horeca Italia e, a chiudere il podio, il Prosecco Superiore DOCG Brut firmato Ville d'Arfanta che ha visto una crescita costante in controtendenza rispetto agli andamenti in negativo sulla tipologia registrati dal Consorzio.

“Per noi dell'industria del vino e degli spumanti è stata un'annata faticosa nel settore Horeca, ma nonostante e anzi considerate le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare ci riteniamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti – commenta Luca Serena, quinta generazione oggi alla guida di Serena Wines 1881 – Il 2024 sarà per noi un anno certamente di crescita e di nuovi progetti – ne presenteremo già uno a febbraio, in occasione di Beer&Food Attraction di , legato al mondo della miscelazione – ma anche di consolidamento e perfezionamento di quanto fatto finora, per poter guardare al futuro con un'organizzazione ed una professionalità in grado di supportare al meglio la tradizione secolare che ha fatto il successo della nostra azienda fino ad oggi”. Obiettivo di Luca Serena per l'anno appena iniziato, infatti, è affiancare all'aumento dei volumi – con un previsionale di circa 28 milioni di bottiglie da 0,75 l e poco meno di 50.000 hl totali di fusti – un processo di managerializzazione che, grazie all'apporto di competenze e know-how specifici e ad una sempre più diffusa visione globale, favorisca la gestione e il rinnovamento dell'azienda nonché la ricerca di nuove opportunità di sviluppo per la stessa. In questo progetto rientra la nomina a Direttrice Marketing di Francesca Ruffini, ex Marketing Manager di Birra Castello che, forte della propria esperienza, guiderà in maniera strutturata e consapevole il percorso di riposizionamento e sviluppo della brand awareness aziendale e dei singoli marchi – in particolare di Serena 1881 – avviato dal colosso coneglianese negli ultimi anni. Confermati per il nuovo anno sia l'impegno nel progetto hospitality della Tenuta Ville d'Arfanta con la possibilità di affiancare ai tour in vigna e alle esperienze di degustazione il pernottamento in struttura – a rappresentare l'amore che da oltre 140 anni lega la famiglia Serena al proprio territorio d'origine, alla tradizione e in particolare al Prosecco – sia il supporto al mondo sportivo, volontà ormai intrinseca all'azienda che Luca Serena, sportivo per passione e per professione per un periodo della sua vita, non ha mai smesso di razionalizzare e potenziare.

Il 2024 sarà infine il terzo anno in cui Serena Wines 1881 realizzerà il bilancio di sostenibilità: “Arrivati a questo punto il mio desiderio è che il nostro approccio alla sostenibilità diventi sempre più reale, anche in ogni piccolo gesto quotidiano oltre che nelle parole e sulla carta. Mi piacerebbe che la nostra azienda si facesse portavoce di esempi concreti e virtuosi di sostenibilità”, commenta Luca Serena.

Guardando al futuro l'AD ha le idee chiare, con obiettivo 150 milioni di euro di fatturato a cinque anni. E aggiunge: “Se da una parte non possiamo dimenticare da dove veniamo – motivo per cui ritengo fondamentale continuare a supportare la nostra storica leadership nel settore dei fusti – dall'altra, grazie anche a quello ‘sguardo di insieme' che è mio intento consolidare all'interno dell'azienda, dovremo ampliare i nostri orizzonti e, pur mantenendo il nostro imprescindibile legame con il Prosecco, affacciarci al mondo dei vini con una produzione di fermi che riescano a conquistarsi successo nel mercato internazionale. Il Prosecco è da sempre il nostro motore, ma se vogliamo essere lungimiranti e prepararci alle continue evoluzioni del settore dobbiamo necessariamente puntare su vini fermi di qualità”.

Un progetto importante che verosimilmente, come lo stesso Luca Serena suggerisce, renderà necessario fare importanti scelte imprenditoriali e cambiamenti strutturali per l'azienda.

Per maggiori informazioni visitare il sito:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi